Cosa vedere in una giornata a Verona in inverno

Verona è nota nel mondo per essere la capitale dell’amore travagliato, grazie alle vicende dei due amanti più famosi al mondo, Romeo e Giulietta, che proprio qui si sono trovati e poi persi.  Meta molto ambita tra gli innamorati per i weekend intorno a San Valentino, Verona – la seconda città del Veneto per dimensioni – resta una città meravigliosa da visitare tutto l’anno. Anche nel cuore dell’inverno infatti, Verona si presta come perfetta meta per una gita fuori porta, un weekend culturale, o come meta per visitare il resto del Veneto o lo splendido Lago di Garda. In questo periodo infatti, Verona, da sempre punto di incontro per cultura e tradizioni, si trasforma e si veste di luci, suoni e colori del Natale, con l’ingresso della città illuminato da centinaia di luci in stile Champs Elysees e l’imponente stella di Natale che esce dall’Arena. Continue reading “Cosa vedere in una giornata a Verona in inverno”

Vivere a Sydney con bambini piccoli: una città baby-friendly?

La maternità mi ha cambiata in una serie infinita di modi, alcuni più prevedibili di altri. Tra quelli che non mi aspettavo c’è sicuramente l’aver acquisito una nuova prospettiva nei confronti della città in cui vivo e quelle che visito, soprattutto in relazione al loro essere o meno baby & family-friendly.
Continue reading “Vivere a Sydney con bambini piccoli: una città baby-friendly?”

Alla scoperta del Lago di Garda: Sirmione

In quella che è da sempre terra di frontiera fra Lombardia e Veneto, sul lato meridionale del Lago di Garda e allungata verso il suo centro, si trova la splendida Sirmione. Uno dei posti più belli e caratteristici del Lago di Garda, oltre che una delle mete più turistiche del bresciano, Sirmione è incontro magico tra l’acqua turchese e una terra cantata dai poeti oltre duemila anni fa. Continue reading “Alla scoperta del Lago di Garda: Sirmione”

Il mio 2019 in libri

La lettura è per me una delle passioni più grandi, nonché uno dei miei passatempi preferiti.  Purtroppo non sempre ho il tempo che vorrei da passare con il naso tra i libri, e così l’anno scorso avevo cominciato a includere nei propositi per l’anno nuovo la lettura di un certo numero di libri. Nel 2018 – complice la gravidanza che mi aveva regalato diverso tempo per me stessa – mi ero ripromessa di leggere almeno 25 libri; quest’anno invece, grazie all’arrivo del mio pargolo, sapevo che di tempo a disposizione ne avrei avuto ben poco e così ho ridotto a 20. Continue reading “Il mio 2019 in libri”

Luci di Natale a Como: tutte le info per visitare la Città dei Balocchi

Eccoci finalmente a dicembre, le luminarie natalizie colorano le serate buie e possiamo dare il via al mio periodo preferito di tutto l’anno. Non ho mai nascosto di amare in maniera smisurata il Natale e il mese che lo precede. Ma se ogni anno accolgo le feste con l’eccitazione e la felicità di una bambina, questo Natale sarà ancora più speciale: sarà, infatti, il primo Natale del mio bimbo e non vedo l’ora di poterlo festeggiare con lui. Mi rendo conto che a 8 mesi Baby C non sia ancora conscio di cosa sia il Natale e tutti i festeggiamenti che lo circondano, ma sicuramente a questa età è attratto e divertito da tutte le lucine e i colori delle varie decorazioni a tema. Continue reading “Luci di Natale a Como: tutte le info per visitare la Città dei Balocchi”

Guida a Queenstown, capitale dell’avventura

Se avete voglia di emozioni forti, un viaggio a Queenstown è l’ideale. Capitale degli sport estremi in Nuova Zelanda, Queenstown si presenta come un placido villaggio arroccato sulle vette dei monti Remarkables e circondato dal limpido lago Wakatipu. Ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze: questo gioiello di montagna è in realtà il paradiso dell’adrenalina. Nota per la sua variegata offerta di sport estremi, qui è possibile praticare paracadutismo, bungee jumping, deltaplano e rafting, ma anche attività più tranquille come kayak, passeggiate a cavallo, escursionismo e sci. E naturalmente c’è spazio anche per gli amanti del relax, che potranno perdersi nella contemplazione di paesaggi mozzafiato.

Continue reading “Guida a Queenstown, capitale dell’avventura”

Breve guida a Port Douglas

Paradiso tra barriera corallina e foresta pluviale, il villaggio marittimo di Port Douglas è dove questi due patrimoni dell’umanità si incontrano. Così come qui coesistono il lato più layback del Queensland e la sofisticatezza dei viaggi di lusso. A Port Douglas il relax è preso molto seriamente: con il suo fascino vivace ma anche casual e tropicale, questa cittadina offre qualcosa per tutti i gusti. Che siate amici in cerca di avventura e adrenalina oppure una coppia in viaggio di nozze, che viaggiate con la famiglia o una giovane coppia in cerca di divertimento, Port Douglas vi saprà intrattenere in egual modo. Continue reading “Breve guida a Port Douglas”

Risparmiare a Sydney: come vivere low cost senza farsi mancare nulla

È grande, è lontana, è esotica: l’Australia è da diversi anni ormai la destinazione preferita per backpackers! Sono in moltissimi gli italiani, ma non solo, che ogni anno scelgono questo paese per trascorrere un anno o due con zaino in spalla e contanti limitati: grazie anche al Working Holiday Visa, è infatti possibile viaggiare in lungo e in largo per l’Australia fermandosi qua e là a lavorare per rimpinzare il portafoglio. Continue reading “Risparmiare a Sydney: come vivere low cost senza farsi mancare nulla”

Guida a San Pellegrino Terme, gioiello liberty in Val Brembana

Nel cuore delle Alpi Orobie, a due passi da Bergamo e a un’ora da Milano, si trova una località che per decenni è stato il simbolo della Dolce vita e del lusso in perfetto stile Art Noveau: San Pellegrino Terme. All’inizio del ‘900 un enorme hotel in stile Liberty, uno stabilimento termale ed un casinò furono costruiti per ospitare l’aristocrazia europea e la bella vita sulle Alpi. Negli stessi anni venne anche inaugurato lo stabilimento per l’imbottigliamento dell’acqua minerale S.Pellegrino, che da allora raggiunge le tavole di tutto il mondo. Continue reading “Guida a San Pellegrino Terme, gioiello liberty in Val Brembana”

Come sopravvivere a un figlio che non dorme

Baby C non aveva neanche 6 settimane quando si è fatto le sue prime 8 ore di sonno notturno. A neanche due mesi ha raggiunto le quasi 10 ore di sonno notturno ininterrotto, e la sua media fino alle 12 settimane è stata di 6/8 ore di notte per il primo sonno, seguite da altre 3/4 ore fino al mattino. Passato il primo mese di comprensibili frequenti sveglie notturne, Baby C mi ha abituata molto bene la notte. Continue reading “Come sopravvivere a un figlio che non dorme”