Alla scoperta della Grande Barriera Corallina

La Grande Barriera Corallina è grande non solo di nome ma di fatto: si estende infatti per oltre 2000 km e costa più di 3000 singole barriere e isole coralline e per questo viene considerata la più grande cosa vivente esistente sulla terra. In assoluto la destinazione preferita per i turisti in vacanza in Australia, è accessibile veramente a tutti. Le opzioni di tour sulla barriera sono infatti infinite (a quanto pare più di 600) e offrono una quantità spropositata di alternative: potete fare immersioni o semplicemente snorkeling, potete sorvolare la barriera in elicottero o immergervi a bordo di un sommergibile, potete “camminare sulle acque” o ammirare i coralli dalla sicurezza di una barca dal fondale di vetro.

 

Se avessi potuto avrei scelto The Falla con Capitano Douglas, ma durante la Wet non opera e per il resto è a discrezione sua (a fine aprile ancora non era operativa).

 

 

 

Video

Guida al Grampians National Park

Il Grampians National Park è una destinazione perfetta per una gita o un weekend fuori porta da Melbourne, oppure come tappa intermedia in un viaggio on the road verso Adelaide, passando dalla imperdibile Great Ocean Road. In questo caso, il luogo perfetto dove passare la notte è Halls Gap, nel cuore dei Grampians: non solo questo è un luogo molto pittoresco dove passare la serata e la notte, ma è anche il luogo perfetto dove avvistare canguri della tenue luce del tramonto e dell’alba. Da qui poi potrete proseguire alla scoperta del Grampians National Park, una catena montuosa antica tanto quanto il Dreamtime. Continue reading “Guida al Grampians National Park”

Una giornata a Palm Beach

A solo un’oretta di macchina dal centro di Sydney, Palm Beach è considerata la più settentrionale delle northern beaches di Sydney. Resa famosa dalla serie TV australiana Home and Away – che per la precisione non ho mai guardato –, Palm Beach e il suo famoso faro sono tra le destinazioni più popolari per una gita fuori porta sia per i locali che per i turisti che visitano Sydney. Continue reading “Una giornata a Palm Beach”

Giugno e il carico emotivo che porta con sé

Per i primi 18 anni della mia vita l’arrivo di giugno ha sempre portato con sé grande gioia e un enorme sospiro di sollievo, con l’inizio dell’estate, con la fine della scuola/università e l’arrivo delle tante agognate vacanze. Significava la fine della stagione degli obblighi e l’inizio di quella spensierata – anche se durante gli anni di università la sessione di luglio ritardava l’arrivo dell’estate –, quella fatta di viaggi, di scoperte, di divertimento. Poi sono arrivati i miei 17 anni e giugno ha portato con sé la fine del mio anno di scambio in America, un ritorno traumatico in Italia, l’arrivederci a persone a cui avevo dato il mio cuore da un lato dell’oceano e l’addio alla mia nonna dall’altro. E infine ecco i miei 18 anni e giugno ha perso per sempre quella sensazione di gioia e sollievo. Perché è proprio come oggi infatti che 13 anni fa mio papà è mancato. Continue reading “Giugno e il carico emotivo che porta con sé”

Breve guida a Cairns, Queensland

Cairns è il ponte verso la Barriera Corallina e la foresta pluviale e per questo è una cittadina estremamente vibrante e popolare. Noterete subito che la stragrande maggioranza dei visitatori di Cairns sono giovani backpackers di passaggio, mentre la maggior parte dei locali sono pensionati. Splendide spiagge, un entroterra spettacolare, prodotti locali e biologici, caffè e bar alla moda, vivaci mercati nonché gente rilassata e amichevole fanno di Cairns una meta ambita. Rilassati nella piscina di un resort o passa le giornate in esplorazione di questa città tropicale. In questa breve guida a Cairns vi aiuterò a prepararvi al meglio per la vostra prossima visita in città! Continue reading “Breve guida a Cairns, Queensland”

Bushwalking in Australia: Thirlmere Lakes nel Thirlmere Lakes National Park

Quindici milioni di anni fa, il corso di un fiume che scorreva attraverso le colline di roccia arenaria a sud-ovest di Sydney fu disturbato dai movimenti della terra. Il corso del fiume cambiò e cinque laghi vennero creati. Le popolazioni aborigene locali, i Dharawal, li chiamano Couridjah, ma sono conosciuti anche come i laghi Thirlmere e sono tra i più antichi al mondo. Continue reading “Bushwalking in Australia: Thirlmere Lakes nel Thirlmere Lakes National Park”

Checking in: Pacific Hotel di Cairns

Nella turistica e sempre affollata Cairns, la scelta di hotel, ostelli o appartamenti è davvero enorme e scegliere la soluzione adatta può essere difficile. Premesso che la zona lungo l’Esplanade è sicuramente l’area migliore dove alloggiare, a Cairns ci sono davvero alloggi per ogni tasca e preferenza. Durante il mio recente soggiorno in città ho alloggiato presso un paio di alberghi, ma oggi voglio parlarvi del Pacific Hotel di Cairns. Continue reading “Checking in: Pacific Hotel di Cairns”

Da bacino idrico a giardino tropicale: eccovi i Paddington Reservoir Gardens di Sydney

Un tempo, prima dell’avvento di Instagram, il Paddington Reservoir era uno di quei gioielli nascosti di Sydney che scoprivi solo col passaparola o se ti ci imbattevi per caso. Oggi di sicuro non si può dire che sia una meta sconosciuta, perché i Sydneysiders vi si riversano abbondantemente… ma per fortuna i turisti qui ci arrivano raramente! Continue reading “Da bacino idrico a giardino tropicale: eccovi i Paddington Reservoir Gardens di Sydney”

Da Airlie Beach a Cape Tribulation: una settimana nel Queensland del Nord

Il Queensland del nord è un luogo come nessun altro al mondo. Il Queensland settentrionale e tropicale è infatti l’unico posto sulla terra a vantare due aree patrimonio UNESCO, l’una accanto all’altra. È qui che il blu della Grande Barriera Corallina incontra il verde della foresta pluviale dei tropici.

Continue reading “Da Airlie Beach a Cape Tribulation: una settimana nel Queensland del Nord”

Un libro in valigia: “Tre tazze di tè” di Greg Mortenson

Devo ringraziare Liz, una delle volontarie di Medici Senza Frontiere, per avermi fatto scoprire alcuni tra i libri più belli che abbia letto ultimamente. Tra questi c’era Disgrace” di Coetzee, e “Tre tazze di tè” di Greg Mortenson e David Relin, di cui vi voglio parlare oggi. Un libro alla scoperta di un angolo di mondo lontano, remoto e ignorato dai più, in un momento storico di assoluta importanza. Un libro alla scoperta della generosità umana e dell’amore per il prossimo più genuino e altruista che ci sia. Continue reading “Un libro in valigia: “Tre tazze di tè” di Greg Mortenson”