Cosa vedere a Montrèal

Situata su un’isola nel fiume St. Lawrence, Montrèal è una vivace città canadese con un’abbondanza di siti ed edifici storici. È considerato il centro culturale del Canada ed è la seconda città francofona più grande dopo Parigi: Montrèal offre una vasta gamma di musei, gallerie d’arte, quartieri storici e splendidi parchi da esplorare. È una città internazionale riconosciuta per i suoi principali festival e arte culinaria. Calda, accogliente, gourmet e sofisticata, Montrèal ha tutto. La città è riconosciuta all’unanimità dai residenti e dai visitatori per la sua diversità e la ricchezza della sua cucina raffinata e dei suoi ampi e abbondanti spazi verdi. Un hub nordamericano con tocchi d’Europa, Montrèal offre un affascinante mondo di scoperte.

Montrèal seduce con la sua gioia di vivere tutto l’anno, anche nei suoi inverni particolarmente rigidi. Sia che stiate per una settimana, un fine settimana o una breve sosta a Montreal, c’è molto da vedere e da fare in questa bella città. Eccovi la mia lista di cosa vedere a Montrèal!

Vieux Montrèal

La città vecchia è senza alcun dubbio la zona più interessante di tutta la città nonché la più antica. A differenza di quasi tutte le grosse metropoli nordamericane con grattacieli a perdita d’occhio, Montrèal per via della sua ricca storia possiede anche una bellissima area in puro stile europeo. Al centro della Vieux Montrèal si trova Place Jacques-Cartier, una delle zone più ricche e attrattive, piena di locali e ristoranti sia sulla piazza stessa che nelle viuzze tutt’intorno. Questo è un ottimo punto di riferimento per girare la città: da qui infatti si può raggiungere il Vieux-Port, oppure il Centre-ville. Nella Vieux Montrèal si trova anche il Chateau Ramezay, costruito nel 1705 come residenza dell’allora governatore di Montreal. Primo edificio a essere proclamato monumento storico in Quebec, è il più antico museo di storia privato della provincia: ospita oggi circa 30.000 oggetti, tra cui manoscritti, opere a stampa, oggetti numismatici, oggetti etnologici, opere d’arte, dipinti, stampe e mobili. In generale, camminare tra i vecchi palazzi storici della città e le vie acciottolate è senza dubbio un must per qualsiasi visitatore della città.

Basilique Notre-Dame de Montréal

Tra i vicoli e le stradine medievali della Vieux Montrèal sorge la bella basilica di Notre Dame, che ha lo stesso nome e stile di quella parigina anche se le dimensioni sono più contenute. Realizzata nel 1829 da un progetto di James O’Donnell, è un ottimo esempio di stile neo gotico, molto maestosa e colorata all’interno.  Meravigliosa sia dall’esterno che dall’interno, la Basilica di Notre Dame fu costruita tra il 1824 e il 1829, e uno dei suoi punti di forza è senza dubbio il soffitto blu decorato con “stelle” e le spettacolari vetrate raffiguranti scene della Bibbia. Ma tutto l’interno della basilica è veramente stupendo: l’altare, il pulpito, gli organi, la cappella… Per un’esperienza diversa, non perdetevi lo spettacolo di luci, musica e installazioni del progetto AURA, che si tiene la sera all’interno della cattedrale e che lascia veramente senza parole! L’ingresso ad AURA è a pagamento.

cosa vedere a Montrèal

Vieux-Port de Montréal

Una delle mie parti preferite della città è senza dubbio il vecchio porto, che si trova proprio alle spalle della basilica. Questo si estende per ben 2,5 chilometri di camminamenti pedonali sul fiume San Lorenzo, con 4 diversi moli da cui partono ogni giorno tantissime barche ed escursioni che esplorano Montreal e dintorni. Il Vieux-Port de Montréal offre davvero tantissime attività, tra cui spiccano il Centre des Sciences de Montréal – che ospita mostre interattive sulla scienza e la tecnologia, nonché un cinema IMAX – e la magnifica ruota panoramica, la Grande Roue de Montréal, da cui ammirare tutta la città. Ma qui si trova anche un grande parco per i bambini, un’enorme zip line e persino una spiaggia! Insomma, sicuramente questo non è un luogo dove annoiarsi!

Parc du Mount Royal

Per quello che ho visto io, Montrèal è davvero una città verde. I parchi sono davvero tanti, grandi, belli e pieni di cose da fare, ma il mio preferito in assoluto è il Mount Royal, disegnato da Frederick Law Olmsted (che ha pianificato anche Central Park), dalla cui cima si gode un panorama mozzafiato su tutta la città. Si estende su 200 ettari ed è il più grande polmone verde di Montreal. In particolare, la Grand Escalieur du Mount Royal permette a tutta la famiglia di ammirare un panorama unico, ma le attività da fare sono davvero tante. Tra terrazze panoramiche sulla città, come il Belvédère Kondiaronk e il Belvédère Camillien-Houde, e un bellissimo lago artificiale, il Beaver Lake Park Bench, è il posto ideale per trascorrere un pomeriggio tra la natura e con la famiglia, tra percorsi di trekking, aree giochi per bambini, aree picnic, passeggiate e tanto relax. In inverno invece nel parco troverete anche piste da sci e da sci di fondo, oltre che a una pista sul ghiaccio!

Oratoire Saint-Joseph du Mont-Royal

L’oratorio di San Giuseppe sorge sulla collina di Mount Royal ed ha una delle cupole più grandi al mondo. Sito storico nazionale del Canada, nonché chiesa più grande del Paese, è stato fondato nel 1904 da Sant’Andrea Bessette in onore del suo santo patrono. L’Oratorio ha dimensioni monumentali, una facciata in stile rinascimentale e gli interni in stile Art Déco a contrasto. Essendo l’edificio più alto di Montreal, che si eleva per oltre 30 m sopra la vetta del Mont Royal, può essere visto da molti km di distanza e ogni anno attira oltre 2 milioni di visitatori e pellegrini. Per arrivare all’oratorio ci sono 283 gradini e quasi un centinaio sono di legno per i pellegrini che vogliono salire in ginocchio e chiedere una grazia o fare una penitenza. Per tutti gli altri la vista dalla cima dell’oratorio è qualcosa che vale tutti i faticosi scalini. Bellissima curiosità: durante il periodo di Natale nel museo dell’oratorio si può visitare una collezione con oltre 900 presepi. Infine, è anche possibile alloggiare all’oratorio!

cosa vedere a Montrèal

Parc Olympique de Montréal: Biodome, Tour de Montreal e Jardin Botanique de Montréal

Come suggerisce il nome, il Parco Olimpiaco di Montréal fu costruito per le olimpiadi estive del 1976, ed è ancora oggi usato come centro sportivo e per concerti ed eventi vari. Il parco include alcune delle migliori attrazioni della città, e merita una giornata intera per godere al meglio di tutto quello che offre.

Divenuta uno dei simboli della città, la Tour de Montréal è la torre inclinata più alta al mondo con i suoi 175 metri di altezza e un angolo di inclinazione di 45°. Un vero capolavoro architettonico da cui godere di una bellissima vista a 360° su tutta la città e fino a 80 km di distanza nelle giornate limpide. Per raggiungere la cima si prende una funicolare di vetro che contiene 50 persone alla volta ed in soli 2 minuti conduce sulla sommità.

Nell’ex velodromo, si trova oggi il Biodome, un museo dedicato alla vita. Una vera e propria oasi naturale che conduce i visitatori in un affascinante viaggio tra i 4 ecosistemi del territorio americano: la foresta tropicale che riproduce la foresta del Sud America, la Foresta Laurenziana che è una replica della natura selvaggia del Nord America, l’ecosistema marino di Saint Lawrence che richiama l’habitat di estuario modellato sul Golfo di Saint Lawrence, ed infine la regione sub-polare riproduce le zone dell’artico e dell’antartico.

Infine si trovano i giardini botanici di Montréal che sono i terzi più grandi al mondo e sono l’ideale per una passeggiata anche con la famiglia. Nei 75 ettari di parco sono conservate ben 22.000 specie e varietà di piante e troverete 10 serre espositive, un arboretum e ben 20 diversi giardini tematici, come il Jardin de Chine, l’Aquatic Garden, il Flowery Brook, il Flowery Brook e il Jardin des Premières-Nations. Un luogo lontano dal traffico della città, dove rimarrete stupiti ad ogni angolo!

cosa vedere a Montrèal

Mercato di Jean-Talon & mercato di Bonsecours

Personalmente, adoro visitare mercati locali ogni volta che viaggio in un paese nuovo. Lo trovo un ottimo modo per immergermi nella cultura locale come un locale e non un turista, oltre che per assaggiare prodotti freschi e piatti tipici. A Montréal si trovano diversi mercati che valgono la pena di essere visitati, come il Atwater Market, il Maisonneuve Market e, soprattutto, il mercato coperto di Jean-Talon e il marchè Bonsecours.

Il mercato Jean-Talon è uno dei più antichi e grandi mercati all’aperto del Nord America. Inizialmente era un campo di lacrosse nella parte nord di Montréal; dopo il crollo economico del 1929 la città acquistò il terreno per costruire un mercato e creare posti di lavoro. Il mercato, allora chiamato Marché du Nord, è stato aperto nel 1933 ed era frequentato principalmente da immigrati greci, italiani, vietnamiti e irlandesi che acquistavano pollame vivo e carne il venerdì e il sabato. Oggi, il mercato Jean-Talon si trova nel cuore del quartiere Little Italy ed è aperto tutto l’anno. Conta 150 venditori di frutta e verdura locali in piena stagione, tra maggio e novembre. Oltre a frutta e verdura, il mercato conta bancarelle di fiori, negozi di spezie, macellerie, pescherie e formaggi, una cioccolateria, una gelateria, un negozio di specialità italiane, pasticcerie e un assortimento di negozi specializzati.

Altro imperdibile mercato, anche se non è più un mercato agricolo, è quello di Bonsecours. La sua costruzione iniziò nel 1844 e il mercato pubblico fu inaugurato nel gennaio 1847. Il mercato di Bonsecours è stato il principale mercato pubblico di Montreal per più di cento anni, e come tale ha costituito un autentico riflesso dell’evoluzione sociale ed economica del paese: ha svolto il ruolo di municipio di Montreal per 25 anni ed è stato anche sede di molti eventi civici tra cui concerti, banchetti e mostre. Il mercato è stato chiuso nel 1963 e l’edificio era in pericolo di demolizione, ma fortunatamente ciò non è mai accaduto e nel 1984 è stato ufficialmente dichiarato Sito Storico Nazionale del Canada. Questa bella e maestosa struttura in stile palladiano con la sua caratteristica cupola argentata si affaccia sul Vecchio Porto di Montreal ed è uno dei monumenti più fotografati di tutta Montreal. Ora completamente restaurato e rinnovato per soddisfare le esigenze del futuro, il mercato di Bonsecours rimane simbolo del periodo di massimo splendore di Montreal, rimanendo un vivace mercato che ospita ancora negozi, ristoranti e mostre.

Île Sainte-Hélène e la Biosphère

Ile Sainte-Helene è un’isola situata nel fiume San Lorenzo a sud della città, sito dell’Esposizione Universale del 1967. In quanto tale, l’isola è stata lasciata con un’eredità che include molte famose attrazioni di Montreal. Divisa dal canale Le Moyne dall’Isola di Notre Dame, insieme a quest’ultima fa parte del Parc Jean Drapeau, una bellissima area verde in cui rifugiarsi dal traffico e dal caos della città, e all’arcipelago di Hochelaga. Ile Sainte-Helene ospita interessanti sculture e alcune importanti attrazioni turistiche tra cui la Biosfera, il parco divertimenti La Ronde e il Fort and Stewart Museum. C’è anche un grande centro acquatico sull’isola che vanta 3 piscine all’aperto. Con così tanto da offrire, Ile Sainte-Helene è l’area ricreativa numero uno per i Montrealers. Ospita inoltre numerosi eventi come spettacoli all’aperto, concerti e fuochi d’artificio e ogni anno nel mese di giugno, nell’adiacente Ile Notre-Dame, si tiene il Gran Premio del Canada di Formula 1.

La vera attrazione dell’isola è senza dubbio la Biosfera, un enorme edificio a forma di sfera di vetro che ospita il Museo dell’Ambiente. Questa insolita struttura sferica in vetro risale al 1967, quando ospitò il padiglione degli Stati Uniti in occasione dell’Esposizione Universale e che, inseguito, è stata appunto adibita a museo. Lo scopo del Biosphere Environmental Museum è quello di sensibilizzare sul tema dell’ambiente e portare la persone ad impegnarsi per conservarlo. Qui potrete trovare diverse mostre e attività guidate per scoprire molto di più sul tema.

cosa vedere a Montrèal

Altre attrazioni

Montréal è davvero una città dalle mille risorse e attrazioni per ogni clima e stagione. In caso di freddo o pioggia non potete non esplorare la Réso, la città sotterranea. Il Réso è un intrico di 32 chilometri di passaggi, 2.600 negozi compresi i centri commerciali e 7 stazioni della metro: una vera e propria città sotto la città, motivo per cui Montréal è chiamata “Città doppia”.

Altre attrazione al chiuso e al caldo sono il Centre des sciences de Montréal – che ospita mostre interattive sulla scienza e la tecnologia, nonché un teatro IMAX -, il Musée des beaux-arts de Montréal – principale pinacoteca di Montreal, nonché museo più antico della città -, il Musée d’art contemporain de Montréal – che, oltre ad opere di artisti internazionali, presenta soprattutto artisti del Quebec e del Canada -, il Redpath Museum, un museo di storia naturale di proprietà della McGill University -, il Museo del trasporto ferroviario, il Museo di Storia e Archeologia e l’Insettario – uno dei più importanti al mondo.

Ma Montréal non è solo freddo e pioggia. Nelle belle giornate scoprite il Lachine Canal – un pittoresco corso d’acqua fiancheggiato da spazi verdi e percorsi multiuso per passeggiare o andare in bicicletta -, il Parco Divertimenti La Ronde, Maisonneuve Park e il Parc la Fontaine – famoso per i suoi numerosi e socievoli scoiattoli e dove in inverno si può pattinare sul ghiaccio – o la Plage urbaine de Verdun.


Ed eccovi la mia lista di cosa vedere a Montrèal! La città offre una moltitudine di eccellenti attività culturali, sportive e all’aperto tutto l’anno. Montreal è meglio conosciuta come la Città dei Festival e sì, ci sono moltissimi festival! Ma non è questo che rende la città speciale. Montreal è una città vivace con molte cose da fare tutto l’anno. La città si riscalda e celebra l’inverno come nessun’altra città al mondo, e durante i mesi estivi, feste internazionali ed eventi di fama mondiale dominano la città.

28 thoughts on “Cosa vedere a Montrèal

  1. Mai stata in Canada, purtroppo, ma un mio zio mi ha sempre parlato bene di Montrèal dov’era stato diverse volte per lavoro e devo dire che anche leggendo il tuo ottimo articolo ne viene fuori una città davvero interessante, cosmopolita ma al tempo stesso, credo vivibile, nonostante le gelide temperature invernali (ma c’è la città sotteranea che salva).

    1. Ci sono stata solo un mese ma devo dire che ho avuto l’impressione di una città dove si vive bene, molto organizzata e aperta alla multiculturalità che la caratterizza. Sicuramente ci tornerei e la consiglierei!

  2. Il Canada è il sogno di mio marito e sicuramente Montrèal sarebbe un’ottima base di partenza per conoscere la storia e la cultura locale. Non avevo idea che ci fossero così tante cose da vedere. Mi affascinano molto sia i mercati che l’orto botanico.

    1. Vi auguro di poter visitare il Canada al più presto allora! Effettivamente noi da Montreal siamo andati alle Cascate del Niagare, New York, Ottawa, Toronto e si arriva facilmente anche a Quebec City. Un ottimo punto di partenza per scoprire la zona!

  3. Ho sempre considerato il Canada una metà da visitare per le sue bellezze naturali invece leggendo il tuo articolo ho scocche c’è molto da vedere anche dal punto di vista culturale ed artistico specialmente a Montrèal.

    1. La bellezza naturale del Canada secondo me è l’attrazione numero 1 del paese, ma le sue città principali meritano di essere visitate perché sono molto interessanti e diverse dalle cugine statunitensi

  4. Purtroppo non ho mai avuto l’occasione di volare verso il Canada! Bellissima Montreal e soprattutto mi affascina parecchio la cattedrale di notre dame!

    1. Purtroppo quando ho visitato io Montreal la Cattedrale era in fase di ristrutturazione e non sono riuscita a godermelo nel pieno della sua bellezza, ma in generale è una splendida città

  5. Quando ho deciso di visitare Montréal avevo grandissime aspettative, dopo aver letto di meraviglie e luoghi interessanti da visitare. È stata una grande scoperta e una grande sorpresa. Montréal è una città bellissima, accogliente e piena di energia.

    1. Che bello! Mi fa piacere che anche a te sia piaciuta questa bellissima città!

  6. Sembra davvero una splendida città, ricca di monumenti antichi e moderni. Mi intrigano moltissimo i suoi musei e le sue costruzioni che hai mostrato in questo articolo. Da vedere sicuramente!

    1. Sicuramente per chi visita la costa est del Canada, Montreal è una tappa imperdibile. Una città molto ricca di cultura e storia!

  7. Ho visitato Montreal e l’est Canadese, ricordo che l’avevo girata in bici, piacevolissimo una città tranquilla e ricca di luoghi interessanti

    1. Io purtroppo ho visto solo Montreal e Ottawa della east coast, ma entrambe città piacevolissime. Mi mangio le mani di non essere andata a Quebec City!

  8. Il Canada era anche per me una meta sognata e desiderata. Spero che la ripresa dei viaggi intercontinentali arrivi presto perchè dopo il tuo articolo mi vedo già a passeggiare sul Vieux-Port di Montreal

    1. Il Canada è un paese meraviglioso che mi piacerebbe esplorare di più! Speriamo di riuscire a farlo presto!

  9. Ho sempre desiderato visitare il Canada, e nel momento in cui ci siamo decisi a fare questo viaggio, ospitati da amici che abitano proprio nei dintorni di Montreal, questa maledetta pandemia ci ha fatto fare retro front. Spero che tutti torni alla normalità al più presto, per poter fare viaggi simili in sicurezza,

    1. Oh che peccato, ma sicuramente arriverà l’occasione per recuperare. Se sei in zona non farti scappare Quebec City, che ho letto dappertutto sia davvero stupenda

  10. E’ da tanto tempo che sogno di andare in Canada e Montreal è sicuramente nella lista dei posti da vedere. Ho sentito dire che è una città fantastica, e il tuo articolo e le tue foto me lo dimostrano!

    1. A me era piaciuta molto, mi spiace solo non averla visitata a fondo come avrei voluto all’epoca. Le mani che ci mangiamo sempre col senno di poi!

  11. Purtroppo non sono mai stata in Canada e non saprei nemmeno da dove partire per scoprire questo paese. Montreal potrebbe essere un ottimo punto di partenza. Sai che non avevo idea di tutte queste cose da vedere? In particolare mi ispira molto il Marché du Nord: chissà se la presenza degli immigrati a inizio del secolo scorso è ancora presente oggi, magari con prodotti che arrivano un po’ da tutto il mondo e da tutte le culture.

    1. Ora di cominciare a pianificare allora! No, a parte gli scherzi, lo trovo un paese molto bello e molto vario, facile da visitare e che offre qualcosa per tutti. Montreal poi è un vero gioiello e collocata in posizione strategica per visitare anche l’est degli USA.

  12. Mia sorella impazzirebbe per quest’articolo! Mi ricordo che, appena tornata, mi fece una testa raccontandomi ogni dettaglio del suo viaggio a Montreal. Sembrava un sogno e ora ne sono ancora più convinta di prima!

    1. Ma dai? Faglielo leggere allora e chiedile se c’è qualche altra attrazione che mi sono dimenticata di menzionare qui!

    1. Io ho il rammarico di non averla esplorata abbastanza quando ne ho avuto l’occasione

    1. È tutto relativo, per qualcuno può essere dietro l’angolo, per altri un viaggio già pianificato, per altri ancora un sogno nel cassetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.