Organizzare un viaggio a Bali con bambini

Spiagge, foreste, habitat per mille specie animali ed eccellenti strutture turistiche. Bali è una delle migliori destinazioni da visitare con la famiglia. È come un luna park naturale per grandi e piccini. La chiamano l’isola degli Dei dato che, secondo una leggenda indù, Bali è stata il rifugio delle divinità sfuggite da Giava che la trasformarono in un paradiso naturale creando laghi, fiumi, montagne ricoperte dalla foresta. Inutile dire che Bali è una delle destinazioni più adatte alle famiglie al mondo che ti attira e ti fa desiderare di tornarci ancora e ancora! Bali è un luogo incredibilmente tranquillo e spirituale con paesaggi mozzafiato e un paesaggio così vario: dalle terrazze di riso di Canggu alle onde impetuose di Ulawatu, c’è tantissimo da vedere e da fare per tutti i tipi di famiglie a Bali. Che tu voglia oziare in un resort con un fantastico miniclub o fare qualcosa come un ritiro yoga in famiglia, abbiamo provato tutto in prima persona.

Bali è da molti decenni una delle mete preferite dalle famiglie per i viaggiatori provenienti dall’Australia e da altri paesi. Al giorno d’oggi Bali è più accessibile che mai con numerosi voli da tutto il mondo e molte diverse opzioni di alloggio e non è necessario essere i viaggiatori più intrepidi: la maggior parte dei comfort occidentali sono diventati disponibili negli ultimi anni. Voglio rendere ancora più semplice per te pianificare e goderti una vacanza senza interruzioni a Bali con la famiglia, con alcuni consigli pratici! Ecco tutto quello che devi sapere per organizzare un viaggio a Bali con bambini.

Prima di partire

Documenti, visti e valuta

Se viaggi in Indonesia per turismo, funzioni governativi ufficiali o riunioni d’affari, puoi richiedere un visto elettronico all’arrivo (e-VOA) online almeno 48 ore prima del viaggio in Indonesia. Ciò vale anche se transiti attraverso l’Indonesia presso aeroporti internazionali, porti marittimi e valichi terrestri. Puoi ottenere un visto all’arrivo (VOA) in alcuni aeroporti internazionali, porti marittimi o valichi terrestri.
Per richiedere l’e-VOA o VOA, devi avere un passaporto ordinario (non di emergenza) con almeno 6 mesi di validità dalla data in cui prevedi di entrare (ti consiglio inoltre di avere almeno 6 mesi di validità del passaporto, per evitare problemi per la partenza o il proseguimento del viaggio) e la prenotazione di un volo di ritorno o di proseguimento verso un altro Paese. L’e-VOA e il VOA costano IDR 500.000 (circa 30 euro), mentre l’e-VOA addebita una piccola commissione di elaborazione online.

All’atterraggio ti verrà richiesto di completare una dichiarazione doganale elettronica per l’arrivo. Puoi completarlo entro 2 giorni dalla partenza per l’Indonesia, oppure farlo all’aeroporto.

Il governo provinciale di Bali ha introdotto una nuova tassa turistica di 150.000 IDR a persona per i turisti stranieri che entrano a Bali. La tassa turistica è separata dal visto elettronico all’arrivo o dal visto all’arrivo. I pagamenti senza contanti possono essere effettuati online prima del viaggio o all’arrivo presso gli sportelli di pagamento designati presso l’aeroporto e il porto marittimo di Bali.

La moneta locale è la rupia indonesiana. IDR100,000,000 equivalgono a circa 6 euro. Nonostante i pagamenti con carta siano sempre più diffusi negli hotel, ristoranti e grandi negozi, è sempre bene avere con te dei contanti per pagare i piccoli commercianti.

Vaccini e malattie

La prima cosa da considerare prima di prenotare la tua vacanza a Bali è la tua salute personale, soprattutto visitando un’isola tropicale calda e umida. Se la tua salute è buona, prendi precauzioni e usi il buon senso, dovresti stare bene a Bali e goderti una fantastica vacanza.

Bali è molto più sviluppata della maggior parte delle regioni dell’Indonesia e le principali aree turistiche soddisfano gli standard internazionali in termini di igiene. Qualora tu abbia intenzione di viaggiare in altre località dell’Indonesia o di avventurarti per un periodo più lungo nelle aree più remote di Bali, allora potresti preferire un approccio più attento. Non ci sono vaccinazioni necessarie per entrare in Indonesia, ma tra quelle raccomandate ci sono quelle per il tifo, epatite A, tetano/difterite (fatta negli ultimi 10 anni).

Nonostante non esistano vaccini, altre malattie e infezioni a cui fare particolare attenzione duranto un soggiorno a Bali sono la rabbia (attenzione ai cani randagi), malaria e febbre dengue (un repellente per zanzare é fondamentale), diarrea (conosciuta anche come Bali Belly – per evitarla bevi solo acqua in bottiglia, non mangiare frutta e verdura lavata con acqua corrente, evita il ghiaccio e fai attenzione allo street food) e HIV (unico modo per evitare questa e altre malattie sessualmente trasmissibili é usare protezione durante i rapporti). Tra questi la Bali Belly é sicuramente la sfortuna che colpisce il numero più grande di turisti e, se viaggi con bambini al seguito, richiede qualche attenzione in più: ad esempio usa l’acqua in bottiglia anche per lavare i denti, evita di fare il bagnetto ai bambini, prediligi invece la doccia cercando di non fargli andare l’acqua in faccia. É inoltre possibile acquistare delle pastiglie per purificare l’acqua e renderla potabile, che molti genitori mettono nell’acqua del bagnetto qualora la doccia non fosse un’opzione.

Da sapere prima di viaggiare

L’Indonesia ha rivisto il suo codice penale, che prevede sanzioni per la convivenza e i rapporti sessuali al di fuori del matrimonio. Queste revisioni non entreranno in vigore fino a gennaio 2026.

Le sanzioni per i reati legati alla droga sono severe e includono la pena di morte. Potresti rischiare pesanti multe o andare in prigione per aver consumato o posseduto anche piccole quantità di droghe, compresa la marijuana. I prodotti a base di cannabis come olio e crema di cannabis, canapa, CBD, THC, hashish e commestibili rimangono illegali in Indonesia, anche per scopi medicinali. La prescrizione medica non lo rende legale. Se porti tali prodotti in Indonesia o li acquisti o li utilizzi in Indonesia, potresti essere arrestato e rischiare la reclusione, multe, deportazione o pena di morte. La polizia prende di mira le destinazioni turistiche a Bali, Lombok e Jakarta, e non sono pochi i casi di turisti che sono stati condannati alla pena di morte per questi reati quindi attenti, l’Indonesia non scherza!

Alcuni farmaci sono illegali in Indonesia. Possono essere applicate sanzioni severe anche se si dispone di una prescrizione. È anche illegale acquistare farmaci su prescrizione online o al banco senza una prescrizione indonesiana. Assicurati di avere una prescrizione indonesiana valida prima di acquistare farmaci su prescrizione e verificare che siano accettati dal venditore prima dell’acquisto.

Gli standard di abbigliamento e comportamento sono conservatori in molte parti dell’Indonesia. Scopri le usanze locali e fai attenzione a non offendere.

La provincia di Aceh rispetta alcuni aspetti della legge della sharia. La legge della Sharia si applica a tutti, compresi i viaggiatori. Informati sulle leggi e fai attenzione a non offendere o infrangere le leggi locali. In caso di dubbi, chiedere consiglio a livello locale.

L’Indonesia ha firmato le revisioni legislative della legge sulle transazioni elettroniche e informative (legge ITE). Sanzioni severe si applicano in caso di diffamazione, incitamento all’odio, diffusione di bufale e caricamento di contenuti immorali su Internet. La legge si applica sia all’interno che all’esterno dell’Indonesia, e si applica anche ai turisti.

Quando andare

A causa della sua vicinanza all’equatore, Bali ha un clima tropicale ed è caldo tutto l’anno. Ci sono solo due stagioni – piovosa e secca – e mentre le temperature medie non cambiano molto durante l’anno, l’umidità nella stagione delle piogge spesso la fa sembrare molto più calda (e più sudata!). Le regioni montuose e i luoghi ad altitudini più elevate come Ubud sono generalmente un po’ più freschi della costa, e il mare è caldo tutto l’anno con una temperatura media dell’acqua che si aggira tra i 27 e i 30°C.

La stagione secca va da aprile a ottobre. In questa stagione puoi aspettarti un clima asciutto e soleggiato in modo affidabile con massime medie diurne che si aggirano intorno ai 30 gradi. La stagione secca coincide con l’alta stagione, con il picco tra giugno e luglio, quando i viaggiatori affluiscono dall’emisfero meridionale in cerca del calore invernale. Può essere più costoso prenotare voli, alloggi e attività durante questi mesi ma nonostante l’afflusso di turisti, la stagione secca è il periodo migliore per le escursioni, in particolare per le escursioni di più giorni che non sono sicure quando il terreno è bagnato e fangoso. Da maggio a settembre è il periodo migliore per godersi le bellissime spiagge di Bali, e lo stesso vale per le immersioni e lo snorkeling poiché la visibilità è eccellente grazie alle scarse precipitazioni e all’abbondanza di sole. Se il bel tempo, le escursioni e le spiagge sono ciò che stai cercando, questo è il momento giusto per farlo.

La stagione delle piogge va da novembre a marzo. La stagione delle piogge è calda e umida con forti piogge che di solito cadono al mattino e al pomeriggio, tuttavia il cielo spesso si schiarisce per alcune ore dopo un forte acquazzone. Potrebbero esserci alcuni giorni qua e là in cui piove ininterrottamente, ma non è molto comune. Bali può sperimentare piogge più abbondanti e forti venti tra gennaio e metà aprile a causa dei cicloni tropicali, quindi è qualcosa di cui tenere conto quando pianifichi il tuo viaggio. A parte un breve picco di turisti a dicembre durante il periodo festivo, Bali è molto più tranquilla durante la stagione delle piogge, quindi è una buona occasione per esplorare senza folle di turisti. Puoi anche aspettarti tariffe alberghiere più economiche e attività festive scontate. La stagione delle piogge è il periodo ideale per per visitare templi, lezioni di cucina e rilassarsi nei caffè alla moda e negli studi di yoga di Ubud. La pioggia fa miracoli anche per la vegetazione nelle giungle e nelle risaie, e anche se le grandi escursioni potrebbero essere fuori programma, le brevi passeggiate sono assolutamente accettabili. Una cosa da notare è che il clima umido attira molte zanzare amanti dell’umidità, quindi assicurati di essere armato di repellenti e strati lunghi.

Una volta arrivati a Bali

In che zona soggiornare

Non esiste una risposta semplice a questo. Bali è un’isola molto diversificata, ogni destinazione offre qualcosa di molto diverso. Ogni area ha la sua atmosfera, cultura, attività, viaggiatori, aspetti positivi e negativi unici. Ti consigliamo di sfogliare questa pagina e leggere le brevi descrizioni di ciascuna località per avere un’idea di ciò che potrebbe essere più adatto a te, e anche di dare un’occhiata alle mappe per capire meglio dove si trova ciascuna zona, prima di prenotare il tuo alloggio.

Le più adatte per una vacanza con bambini sono Sanur e Nusa Dua. Ubud è sicuramente da considerare per una vacanza lontana dal mare, mentre Canggu può essere interessante nonostante la mancanza di marciapiedi e per questo lo consiglio alle famiglie con bambini più grandi.

La costa sud

La costa sud è sicuramente la zona più turistica di tutta l’isola con Ubud, Canggu, Seminyak, Kuta e Legian, Sanur, Nusa Dua e Uluwatu considerate alcune delle zone più popolari da visitare a Bali. Ognuna ha i suoi vantaggi, svantaggi, caratteristiche, atmosfera e attrazioni più popolari. Canggu è una zona costiera rilassata e alla moda, famosa per la sua atmosfera bohémien, le spiagge per il surf, il cibo emergente e la vita notturna. Seminyak è una vivace cittadina balneare rinomata per gli alloggi di lusso, i vivaci beach club, le sale massaggi, i ristoranti esclusivi e le boutique. Kuta e Legian sono due aree balneari note per la vivace vita notturna, le strade trafficate, le spiagge per il surf e la varietà di attività per famiglie. Qui si riversano la maggior parte dei turisti, ma se non ti piacciono i luoghi affollati, scegli un’altra zona. Sanur è una zona costiera tranquilla e discreta, conosciuta per gli sport acquatici e le immersioni, con una grande spiaggia riparata per nuotare e un ritmo molto più lento rispetto all’area di Kuta/Seminyak/Canggu. Sanur offre un’atmosfera più da villaggio, rendendola una delle zone di Bali preferite dalle famiglie. Nusa Dua si trova proprio sulla punta meridionale di Bali, ed è il luogo ideale per la luna di miele a Bali, dove hanno sede tutti gli hotel di lusso di fascia alta dell’isola. Nusa Dua è famosa anche per le sue lunghe spiagge sabbiose come Geger Beach. Uluwatu è una città sulla spiaggia nota per le sue viste mozzafiato sulla scogliera, le spiagge di sabbia bianca, i surf break di livello mondiale e i beach club alla moda.

La zona centrale

Il centro di Bali è la zona più montuosa di Bali. In questa parte di Bali troverai i luoghi più isolati e quindi più tradizionali di Bali. Il luogo più conosciuto nel centro di Bali è Ubud, una vivace città è circondata da splendidi paesaggi con sede nel cuore della giungla balinese. Dalle famigerate terrazze di riso alle cascate, è necessario almeno una settimana per vedere tutto comodamente con un po’ di relax nel mezzo. Alcune persone dicono che Ubud è incredibilmente turistica e ci sono sicuramente molte cose che lo rendono attraente per i turisti ma anche estremamente interessante: la gamma infinita di ristoranti molto convenienti ma di alta qualità, il mercato ridicolmente ragionevole con tutto ciò che puoi immaginare, tessuti per la casa colorati balinesi, abbigliamento per donna, uomo e bambino, nonché il cibo di strada più gustoso! Altre attrazioni del centro di Bali sono Bedugul, situata sulle rive del lago montano Beratan, Candi Kuning e Tampaksiring.

La costa est

Spesso trascurata a favore di centri turistici come Seminyak, Canggu e Ubud, la parte orientale di Bali è un vero gioiello. È un must in ogni itinerario di Bali se vuoi trascorrere una o due notti tranquille tra rigogliose risaie, vulcani e antichi templi. Sebbene la popolarità di molte delle attrazioni di East Bali sia aumentata vertiginosamente negli ultimi anni, ci sono ancora paradisi che aspettano di essere esplorati. La città principale di questa zona è Amed, che molti descrivono rappresentare “la Bali di un tempo”: è famosa soprattutto per le immersioni nella bellissima barriera corallina appena fuori dalla spiaggia e per i suoi relitti. Tra le altre attrazioni della zona ci sono il Goa Lawah, o Bat Cave, uno dei templi più sacri di Bali, il tempio Lumpayang, il complesso del tempio di Besakih, il Tirta Gangga Water Gardens, e le terrazze di riso di Sidemen.

La costa nord

Il nord di Bali è costituito principalmente dal distretto di Buleleng. In questa parte di Bali troverai alcuni posti molto interessanti da visitare. Singaraja è la città principale del distretto di Buleleng, e una volta era l’ex capitale coloniale di Bali. Il suo Palazzo Reale, Puri Agung Buleleng, è una delle destinazioni più popolari per i turisti che visitano il nord di Bali: qui vivono ancora i discendenti degli antichi re di Buleleng. Vicino a Singaraja si trova l’appartata località turistica di Lovina Beach, una cittadina costiera tranquilla e panoramica nota per le sue spiagge di sabbia nera, le acque calme e gli avvistamenti di delfini. Lovina offre anche diversi sentieri panoramici per il trekking attraverso le vicine montagne, cascate e sorgenti termali naturali per chi cerca relax. Lovina è un’ottima destinazione per chi cerca un’esperienza balinese tranquilla e autentica lontano dal trambusto delle zone più turistiche dell’isola.

Bali con bambini

Quale tipo di alloggio scegliere

Ora che hai scelto la zona migliore in cui soggiornare, è il momento di scegliere il tuo alloggio a Bali. L’isola vanta numerose esperienze uniche che ti faranno vantare del brunch al tuo ritorno a casa. Migliora la tua vacanza a Bali con le opzioni di alloggio qui sotto per un soggiorno davvero memorabile.

Resort

Una vacanza a Bali con bambini al seguito richiede intrattenimento e attività in abbondanza. Fortunatamente, in molti resort di Bali questo non manca. Approfitta dei club per bambini che offrono programmi ricchi di tante cose da fare per passare il tempo. I bambini e gli adolescenti possono socializzare con i loro coetanei e fare amicizia, mentre mamma e papà si rilassano a bordo piscina. E se siete una coppia in cerca di un po’ di tempo libero, molti resort di Bali offrono servizi di babysitting. La gente del posto adora assolutamente interagire con i bambini! Per i genitori, i resort di Bali solitamente offrono ristoranti, palestre, spa e centri benessere ben attrezzati per aiutarti a sfuggire allo stress della vita quotidiana. Attività organizzate e spettacoli serali completano un’esperienza all-inclusive. Ovviamente tutte le peculiarità di un resort possono avere un costo e potrebbe essere più economico organizzare le proprie attività e tour. Avere tutto a portata di mano può anche significare perdere l’opportunità di esplorare oltre il resort. I resort sono quasi una destinazione in sé, ma non lasciarti prendere dalla fretta di perdere la vista del resto dell’isola.

Hotel

È difficile non amare i comfort familiari di un hotel. Un minibar ben fornito, servizio in camera 24 ore su 24 e articoli da bagno firmati? Sì grazie. La reception aperta 24 ore su 24 consente il check-in senza interruzioni per i passeggeri con gli occhi rossi, mentre la vista dall’ultimo piano è spesso impareggiabile. E la comodità di un ristorante o bar adiacente aggiunge un altro vantaggio all’esperienza dell’hotel. Gli hotel sono un’esperienza in sé. Anche se hai soggiornato nella stessa catena in altre parti del mondo, gli hotel di Bali sembrano avere un fascino in più.

Villa

Soggiornare in una villa privata è un’esperienza completamente diversa da un hotel o resort a Bali. Immagina la massima privacy, con una piscina privata ai piedi del tuo letto. Per molti, Bali è vista come un’oasi, un luogo in cui rilassarsi, distendersi e crogiolarsi nel massimo comfort. Soggiornare in una villa a Bali ti permette di sperimentare tutto quanto sopra, e molto altro ancora. Con molta meno confusione rispetto agli hotel, le ville di Bali stanno rapidamente diventando una scelta popolare per i viaggiatori che cercano di abbracciare uno stile di vita balinese rilassato e pacifico. Spesso progettata con toni neutri e che comprende elementi terreni, una villa di Bali è l’ambiente perfetto per rilassarsi. Molte ville offrono personale dedicato per assisterti con tutto ciò di cui hai bisogno durante il tuo soggiorno, e sperimenterai l’ospitalità per cui Bali è famosa. Naturalmente le ville possono essere costose a causa della loro esclusività, ma a volte è possibile trovare un affare. Se viaggi a Bali con bambini e scegli questa opzione, assicurati di richiedere che venga installata una recinzione intorno alla piscina per garantire la sicurezza dei tuoi bambini.

Guesthouse/Homestays

Le guesthouses, in teoria, consentono un contatto più stretto con gli abitanti rispetto agli hotel. Solitamente presentano un prezzo piuttosto competitivo rispetto agli hotel e, nella maggior parte dei casi, offrono lo stesso livello di comfort. Negli homestays invece, l’ospite trasforma una parte della propria casa in una sistemazione per gli ospiti. Se stai cercando un’esperienza unica e autentica, allora puoi sicuramente prendere in considerazione l’alloggio in famiglia. In questo modo sarà più facile apprendere la cultura balinese attraverso la famiglia con cui alloggerai. Queste due soluzioni, per quanto culturalmente molto interessanti, forse non sono l’ideali con bambini piccoli.

Come muoversi in giro per Bali

Esistono molti modi di trasporto che ti aiutano a spostarti a Bali. Nonostante sia possibile noleggiare scooter o auto – prima opzione non adatta a famiglie con bambini e seconda sconsigliata perché guidare a Bali è comunque impegnativo, la maggior parte dei turisti che visitano Bali, soprattutto con bambini, optano per un autista privato che sarà anche la tua guida. Basta comunicare all’autista il percorso desiderato e negoziare una tariffa, e si ha la certezza di avere un driver a disposizione per tutto il tempo concordato. Per darvi un’idea, un driver potrebbe costarvi anche solo 50 euro per 8-10 ore, quindi è senza dubbio non solo un’opzione pratica, ma anche economica. Questo è inoltre l’unico modo per assicurarsi che l’auto abbia un seggiolino, perché i taxi non ne hanno a disposizione.

A Bali Uber non esiste, ma si usa invece l’app Gojek o Grab che ti consente di chiamare uno scooter-taxi o un auto-taxi, ed è molto conveniente e facile da gestire. Queste offrono anche un servizio di consegna cibo! Se prendi un taxi, assicurati di prendere un Blue Bird, gli autisti sono i più cordiali, i più affidabili e ti porteranno da A a B senza deviazioni e di solito accendono il tassametro senza che tu debba chiedere. Tieni a mente che i taxi e auto-taxi non offrono solitamente seggiolini per bambini, quindi se vuoi avere la certezza che i tuoi bambini viaggino in sicurezza, devi noleggiare un autista privato.

Una virtù importante da avere mentre si è in viaggio a Bali è la pazienza! Sebbene il sistema stradale nelle aree densamente popolate sia abbastanza ragionevole (per quanto riguarda le condizioni), può anche essere fortemente congestionato nei periodi di punta. Le processioni cerimoniali spesso occupano l’intera strada, quindi se ti trovi dietro una processione, goditi questa colorata esperienza.

Ovviamente esiste una varietà di eccellenti pacchetti turistici di mezza giornata, giornata intera e pernottamento sono disponibili presso la reception dell’hotel o in uno dei numerosi agenti di viaggio e tour operator che abbondano a Bali.

Bali con bambini

Come gestire i bambini

Kids clubs

Sono tante le cose da considerare quando si scelgono i migliori resort per famiglie a Bali: prezzo, posizione, servizi e, soprattutto, come li valutano le altre famiglie. Nonostante tante famiglie scelgano di soggiornare in ville perché lo spazio e la privacy che una villa offre sono meravigliosi, molte altre famiglie preferiscono la compagnia e l’intrattenimento che un resort con un kids club può regalare.

Come genitori, sappiamo tutti che a volte i nostri figli hanno solo bisogno di rilassarsi e sfuggire al caldo di Bali. I kids club offrono le strutture perfette per farlo e soggiornare in un hotel di Bali con miniclub può rendere la tua vacanza in famiglia a Bali ancora migliore! Sebbene ci siano molti fantastici hotel a Bali con miniclub, non tutti i club per bambini sono uguali. Quando si tratta di scegliere quale sia il miglior hotel per bambini a Bali per la tua famiglia, è importante controllare la fascia d’età accettata nel miniclub, quali attività svolgono, gli orari di apertura e se fanno pagare una tariffa. La maggior parte dei kids club accetta bambini e ragazzi dai 4/5 ai 16 anni senza genitore/tata, mentre i bambini di età pari o inferiore a 3/4 anni sono i benvenuti al miniclub sotto la supevisione di un adulto. Alcuni resort hanno delle stanze gioco specifiche per i bambini più piccoli, alcuni gratis mentre altri a pagamento. In alcuni resort inoltre i genitori non possono restare, ma solo consegnare i figli allo staff del kids club. Importante è anche verificare se gli ospiti esterni possano accedere al miniclub o meno (dietro pagamento); questa potrebbe essere una soluzione se il tuo hotel non dovesse avere un kids club, perché potresti portare i tuoi bimbi a quello di un altro resort. Infine, in alcuni kids club è incluso anche il pranzo, mentre in altri i bambini devono essere ripresi durante le ore centrali della giornata.

Tra i resort con i migliori kids club ci sono il Bali Dynasty Resort, Hard Rock Hotel Bali (a pagamento), Holiday Inn Resort Baruna Bali, Sheraton Kuta Bali Resort, Patra Resort Bali e RIMBA By Ayana Bali.

Nannies & babysitters

Mentre molte famiglie adorano andare a Bali per soggiornare in uno dei favolosi resort con miniclub, cosa succede se i tuoi bambini sono troppo piccoli per il miniclub, preferisci soggiornare in una villa dove ovviamente non c’è un miniclub, oppure vuoi goderti una giornata (o anche l’intera vacanza) di pace? La soluzione ideale è quella di assumere una nanny, ovvero una tata. Ecco alcuni modi in cui le tate possono aiutarti durante la tua vacanza a Bali: occuparsi dei bambini mentre gli adulti escono per un pasto; aiutare i genitori nelle attività quotidiane come cambiare i pannolini, dare da mangiare ai più piccoli e fare il bagnetto; ulteriore supervisione intorno alla piscina o anche giocare in piscina con i bambini. Puoi assumere una tata per qualche ora al giorno, tutto il giorno o addirittura farla vivere con te per l’intera vacanza. Assumere una tata a Bali non è per tutti, ma per coloro che sono interessati ecco alcuni suggerimenti per sentirsi più a proprio agio con una tata che si prende cura dei propri figli:

  • Leggi i forum e fai domande su TripAdvisor o i vari gruppi Facebook e vai con una tata consigliata – puoi anche inviare un messaggio privato a chi ha pubblicato sul forum e porre alcune domande per vedere come è andata la loro esperienza.
  • Per le tate elencate su Facebook, leggi le loro recensioni, guarda i loro vari post e vedi se riesci a farti un’idea di loro.
  • Dopo aver selezionato alcune tate, invia messaggi con tutte le tue domande e informale di eventuali preoccupazioni particolari che hai.
  • Quando hai deciso la tua tata, prima di lasciarli soli con i tuoi figli a Bali, falli uscire con te e i tuoi figli per qualche ora e guarda come vanno i bambini e la tata.
  • Assicurati di avere il numero di cellulare della tua tata e che loro abbiano il tuo, così potrete mettervi in ​​contatto tra loro in caso di dubbi.

Il costo di una nanny dipende molto dalla tata stessa, se l’hai assunta tramite un’agenzia o direttamente, per quanto tempo la assumi e di quanti bambini si prende cura. In generale, però, una tata costerà tra i 4 e i 10 euro all’ora.

Bali con bambini

noleggiare equipaggiamento per bambini

Se hai dei bimbi piccoli, l’altra cosa fantastica che puoi fare per un viaggio a Bali è lasciare a casa tutta l’attrezzatura per il tuo bambino. Esatto, non sprecare la tua franchigia bagaglio in cose per bambini o soldi in bagagli in eccesso perché puoi noleggiare tutto ciò di cui hai bisogno a Bali. Basta andare online e ordinare quello che vuoi, organizzare la consegna al tuo hotel o villa e quando arrivi, sei pronto per una vacanza stress con il bambino. Ecco un esempio di alcune delle cose che puoi noleggiare:

  • Recinti per piscina (molto utili se soggiorni in una villa)
  • Vaschetta per il bagnetto
  • Vasino
  • Sedili dell’auto
  • Sterilizzatori
  • Scaldabiberon
  • Seggioloni
  • Microonde
  • Giocattoli
  • Culle
  • Carrozzine
  • Pannolini
  • Formula
  • Sponde del letto

Per darti un’idea dei costi, una vaschetta da bagnetto e un seggiolone costano meno di 2 euro al giorno, un seggiolino 4 euro, un passeggino dai 2 ai 4 euro, i giochi da qualche centesimo a pochi euro. A questo va aggiunto il costo della consegna in hotel o villa, che, a seconda della zona, va dai 6 ai 30 euro.

Alcune delle compagnie più famose sono Bali Baby, Bali Baby Hire o Bali Bubs.


Ora che hai tutte le informazioni per organizzare il vostro primo viaggio a Bali con bambini, non posso che augurarti buona vacanza!

12 thoughts on “Organizzare un viaggio a Bali con bambini

  1. Non ho bambini, ma trovo questo tuo articolo super esaustivo e utilissimo! E’ da tanto che sogno un viaggio a Bali… Mi piacerebbe andarci a fine aprile/inizio maggio, prima che esploda l’altissima stagione. Vedremo… Intanto mi salvo il tuo super articolo!

    1. Sono informazioni che possono essere utili in grand parte anche a chi viaggia senza bambini! Tarda primavera potrebbe essere un ottimo periodo per andare a Bali!

  2. Spesso si pensa che le mete esotiche come Bali siano di poco interesse per i bambini o comunque difficilmente family-friendly: niente di più sbagliato! Infatti, come hai ben raccontato in questo articoli, raggiungere e godersi Bali è con i propri piccoli è assolutamente possibile!

    1. Penso che per alcune mete sia cosi, ad esempio le Fiji sono meno kids-friendly che l’Indonesia. Basta fare un po’ di ricerca e avere le aspettative giuste, penso.

  3. Sono stata a Bali proprio l’estate scorsa ed effettivamente, ora che mi ci fai pensare, di coppie con bambini ne ho viste parecchie, soprattutto nelle località marittime prettamente turistiche (come le isolette). Ottimi consigli i tuoi per chi viaggia con i più piccoli.

    1. Per gli australiani e’ una delle mete estere preferite con i bambini, proprio per la facilita’ con cui gli indonesiani accettano i bambini, cosa che non sempre nei paesi occidentali e’ presente.

    1. A parte alcune accortezze sull’igiene e la sicurezza su strada, e’ un paese davvero semplice da girare con i bambini

  4. Non capisco questa severità sui farmaci. Posso ben ammettere una pena, anche se di morte la trovo eccessiva, per chi porta illegalmente droghe nel paese, ma rimango basita da altri usi e costumi locali. Certo che con i bambini il malanno è sempre dietro l’angolo, per cui bisogna premunirsi prima immagino… Comunque la tua guida è dettagliatissima, complimenti.

    1. Purtroppo viaggiano si devono accettare le leggi dei paesi che visitiamo come sono, che ci piaccia o meno. Per fortuna i farmaci di base si possono portare e in luoghi turistici come Bali comunque si trovano. Piu’ difficile e’ ovviamente portare farmaci per condizioni piu’ particolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.