Checking in: Bungaree Station nella Clare Valley

Ci sono certi viaggi in cui l’alloggio è un fattore poco determinante, un luogo in cui poggiare la testa la notte e poco più. Ma ci sono altri viaggi – soprattutto quelli che coinvolgono bambini – in cui scegliere l’alloggio giusto è di vitale importanza, oltre che un modo per rendere la vacanza ancora più particolare e unica. Se mi segui da un po’ sai che prediligo scegliere soluzioni alternative alla classica e anonima camera d’hotel, che sicuramente non è l’opzione migliore per il mio iper-energetico 3enne. Durante le vacanze pasquali abbiamo deciso di dividere il nostro tempo tra la Yorke Peninsula e la Clare Valley, rinomata zona vinicola dell’Australia Meridionale, e proprio qui abbiamo scoperto quest’incredibile istituzione, nonché struttura ricettiva, che è la Bungaree Station nella Clare Valley.

Fondata nel 1841, Bungaree offre un’esperienza autentica nella pittoresca Clare Valley. Qui puoi soggiornare in splendidi alloggi patrimonio storico, celebrare un’occasione speciale in uno dei luoghi unici della proprietà, seguire le orme dei primi pionieri in un tour dello storico complesso della stazione o visitare semplicemente lo Station Store per gustare un caffè e acquistare alcuni prodotti locali.

La storia

La storia di Bungaree Station inizia il giorno di Natale del 1841, quando George Hawker e i suoi fratelli, James e Charles, scelsero questo come luogo per la loro fattoria. Avevano acquistato 2000 pecore dal NSW e, su consiglio dell’esploratore Edward John Eyre, andarono alla ricerca di un terreno abbastanza buono lungo il fiume Hutt. Trovarono “buona acqua potabile a una profondità di 8 piedi” e chiamarono la proprietà “Bungaree”, dal nome aborigeno della zona.

Bungaree divenne il quartier generale di uno dei greggi di pecore di maggior successo d’Australia, che allevava 100.000 pecore merino in un momento in cui si diceva che il paese “cavalcasse sulla schiena delle pecore”. Con oltre 50 dipendenti e le loro famiglie che vivevano nella proprietà, Bungaree somigliava a un piccolo villaggio, con il suo negozio, scuola, camere del consiglio distrettuale, negozio di fabbro e chiesa, oltre al capannone per la tosatura delle pecore, agli alloggi dei tosatori, la casa padronale, la casa del manager e altri cottage del personale.

Così come la famosa pecora merino di Bungaree è stata affinata nel tempo, anche la proprietà si è evoluta in risposta alle nuove tecnologie e tecniche di gestione, nonché al cambio generazionale. La divisione della proprietà in 4 poderi più piccoli nel 1906 permise ai sei figli sopravvissuti di George Hawker di seguire i propri interessi pastorali. Ogni generazione ha affrontato le sfide e ha lasciato il segno su questa proprietà iconica: oggi, la coltivazione dei cereali integra il gregge di pecore di Bungaree, che rimane una parte fondamentale dell’attività.

Il complesso della stazione, dichiarata patrimonio storico, è stato magnificamente mantenuto e trasformato in una destinazione sia per i visitatori che per la gente del posto, offrendo alloggi storici per gli ospiti, tour di un giorno e luoghi unici per conferenze, matrimoni e altre funzioni. Ora, 178 anni dopo, è un’efficiente azienda agricola mista gestita dai discendenti del fondatore originario, G.C. venditore ambulante. Di conseguenza Bungaree Station non è un museo, ma piuttosto una testimonianza vivente dell’Australia rurale dal 1841. La proprietà rimane la casa della 4a, 5a e 6a generazione della famiglia Hawker. George e Sally Hawker hanno affidato al figlio Edward le redini della gestione quotidiana delle attività agricole, mentre la figlia Vicky gestisce l’attività ricettiva con il marito Mark Stewart.

Bungaree ha ricevuto sia i premi del turismo statali che quelli nazionali per il patrimonio e la cultura, tra cui il prestigioso RM Williams Outback Heritage Award e un premio UNESCO per la cultura e il patrimonio nel 2014. Bungaree Station è l’attività commerciale più antica della Clare Valley e ha sempre lavorato duramente per preservare il patrimonio della proprietà per le future generazioni.

Gli alloggi

Il carattere storico si fonde con i comfort moderni nei cottage di Bungaree, dichiarati patrimonio storico. Ogni edificio all’interno della proprietà è unico e immerso nel pittoresco paesaggio rurale, che gli ospiti sono invitati ad esplorare a loro piacimento. La proprietà offre numerose opzioni di alloggio, a seconda del numero di ospiti e dell’esperienza che volete fare. Dal Stallion Box che può ospitare solo due persone alla Men’s Kitchen dove possono alloggiare fino a 10 persone, ci sono diverse opzioni per gruppi tra le 4 e le 7 persone e l’opzione “campeggio con comfort” per gruppi di 25 persone nei Shearers Quarters.

Tutti gli alloggi – a eccezione dei Shearers Quarters – offrono tutti i comfort che potresti desiderare, inclusi prodotti freschi per cucinare la tua colazione in stile australiano. Gli alloggi hanno un ottimo isolamento termico e sono molto confortevoli sia in estate che in inverno, la cucina e il barbecue esterno permettono di cucinare in tutta comodità e hanno tutti una bella veranda dove potersi rilassare e ammirare il cortile/giardino. L’arredo non è ultra-moderno, più in linea con la casa di tua nonna che la tua probabilmente, ma tutto questo è in qualche modo consono all’ambiente spartano e storico in cui si trova la Bungaree Station.

Gli ospiti hanno anche a disposizione una piscina accanto alla casa padronale, non riscaldata e all’aperto e quindi utilizzabile essenzialmente solo nella stagione più calda. Nei mesi più freddi invece è possibile organizzare un falò fuori dal vostro alloggio a un costo aggiuntivo.

Noi abbiamo alloggiato con il nostro 3enne nei Groom’s Quarters, dove un tempo alloggiava lo stalliere, e ci siamo trovati molto bene. Come tutte le altre opzioni, l’alloggio era assolutamente indipendente dal resto della proprietà, ottimo per chi ha bambini che hanno bisogno di correre in giro e fare rumore, senza doversi preoccupare dei vicini. Avendo visitato Bungaree in autunno, le notti erano decisamente fredde, ma non abbiamo subito il minimo disagio a causa di questo. Per il resto, se non ti aspettare i servizi di un hotel a 5 stelle ma l’ospitalità e l’accoglienza di una fattoria, non avrai di che lamentarti!

Attività per gli ospiti

Tour indipendenti della stazione storica

Una serie di post audio, cartelli e display intorno alla proprietà consentono a piccoli gruppi e individui di esplorare a proprio ritmo. Visita lo Station Store, Stableyard, Homestead Gardens, St Michael’s Church e Woolshed e scopri di più sul passato pionieristico del South Australia e approfondimenti sulle persone che hanno vissuto e lavorato a Bungaree. Alcuni edifici possono essere visitati anche internamente, e questi sono sicuramente i più interessanti: assolutamente da non perdere la St Michael’s Church e il Woolshed, dove da 180 anni avviene la tosatura delle pecore. Questo è gratuito per gli ospiti che soggiornano al Bungaree, ma è disponibile anche per i visitatori giornalieri a pagamento. Non è richiesta la prenotazione anticipata e i rinfreschi (tra cui caffè fresco, vini e birre Clare Valley e piatti di formaggio) possono essere acquistati presso il negozio della fattoria della stazione. Questo negozio è rimasto sostanzialmente invariato dal 1840, quando la proprietà era l’insediamento più settentrionale dell’Australia meridionale: all’epoca non solo il personale una volta raccoglieva le loro “razioni” da questo negozio della fattoria, ma gli esploratori si fermavano anche per rifornire le loro scorte di spedizione. Oggi sugli scaffali sono ancora esposti molti prodotti storici di quei primi tempi, oltre ad alcuni dei migliori prodotti dell’azienda e del territorio.

Interazione con gli animali

Disponibile esclusivamente per gli ospiti che soggiornano a Bungaree, i bambini e gli amanti degli animali possono divertirsi a venire a dare da mangiare ad alcuni degli animali della fattoria. Questo richiede circa un’ora, normalmente dalle 9:00, anche se questo può variare con la stagione ed è sempre bene confermare con Mark al momento del check-in. I bambini più piccoli dovrebbero essere accompagnati da un adulto e consiglio di indossare scarpe comode e vestiti che ti dispiace sporcare. Al momento della nostra visita abbiamo potuto dare da mangiare e accarezzare cervi, canguri e pecore, mentre ci siamo limitati solamente ad ammirare da vicino le galline, oche, faraone e cavalli.

Tour guidati della stazione storica

I gruppi più numerosi possono prenotare una visita guidata del complesso della stazione storica e ricevere una visione autentica della vita della stazione del 19° secolo. Le visite guidate devono essere prenotate in anticipo e sono disponibili per gruppi di 20 o più persone a $15 a persona, con tariffe di gruppo scontate per anziani e bambini. Il catering (tè mattutino, pranzo e/o tè pomeridiano) è disponibile anche per gruppi di 20 o più persone previo accordo.

Tour della fattoria in fuoristrada

Per coloro che desiderano saperne di più sull’agricoltura a Bungaree, una visita guidata personale della fattoria in fuoristrada è disponibile previo accordo solo a $198 per gruppi fino a 4 persone. Questo tour di 1 ora e mezza include una panoramica della storia e dell’evoluzione della proprietà, nonché un tour della moderna azienda agricola (compresi allevamento, pecore e cervi) che normalmente non è accessibile ai visitatori.

La regione

La Bungaree Station si trova a 8 minuti di macchina da Clare, la cittadina principale della Clare Valley. La Clare Valley è una delle regioni vinicole del South Australia, nonché una delle più antiche dell’Australia, risalente al 1850. Qui si trovano più di 50 cantine tra le città di Auburn e Clare, lungo uno splendido corridoio di 40 km. Il clima della Clare Valley è più fresco rispetto ad altre regioni vinicole dell’Australia meridionale, anche se presenta ancora inverni miti ed estati calde e secche. Tuttavia, l’altitudine porta fresche notti estive, consentendo la raccolta di uve bianche da climi freschi, in particolare Riesling, per cui la valle è diventata famosa e che è tra i migliori al mondo. I vigneti intorno alle città di Clare, Sevenhill – dove si trova la prima azienda vinicola della Clare Valley -, Watervale, Mintaro, Auburn e Polish Hill River producono un eccellente riesling insieme a pregiate annate di altre varietà. Nonostante l’auto sia senza dubbio il mezzo di trasporto più comodo per esplorare la regione, la Clare Valley offre la possibilità di vivere la campagna a un ritmo più tranquillo lungo il Clare Valley Riesling Trail. Coprendo 35 chilometri tra Auburn e Clare, il Trail attraversa la maggior parte delle principali città della zona e supera anche diverse cantine. Questa pista ciclabile di Clare Valley è un ottimo modo per vivere la valle, immergersi nella boscaglia e fermarsi in una o due aziende vinicole di Clare Valley lungo il percorso. Con negozi, fornitori e ristoranti che offrono cibo incredibile, sentieri panoramici per ciclisti e pedoni e una ricca storia da esplorare, un soggiorno nella Clare Valley è un piacere per tutti i sensi.

Per noi italiani assolutamente da non perdere se vi trovate nella cittadina di Clare è Ragù & Co., un piccolo ristorante-pizzeria a gestione famigliare che produce però il miglior cibo italiano che abbia mai provato fuori dall’Australia. Credetemi, da solo questo ristorante vale il viaggio da Adelaide!

Se poi vuoi ampliare i tuoi orizzonti e il tuo viaggio ancora di più, da Clare puoi facilmente raggiungere le Flinders Ranges in 3 ore a nord, oppure scegliere la Yorke Peninsula a sud-ovest in meno di 2 ore. Le cime aspre e intemperie e le gole rocciose dei Flinders Ranges nell’entroterra dell’Australia meridionale formano alcuni dei paesaggi più belli e spettacolari del paese e sicuramente sono una delle mete più amate per chi è in cerca dell’outback senza allontanarsi troppo da Adelaide. Se scegli invece di scoprire la Yorke Peninsula, non farti scappare una sosta a Lochiel, in cui si trova il famoso lago Bumbunga, uno dei diversi laghi rosa del South Australia. Il lago è noto per cambiare colore dal rosa, al bianco, al blu, a seconda della salinità dell’acqua durante tutto l’anno – ma è prevalentemente rosa nella seconda metà dell’anno, da giugno a dicembre. Il suo simbolo è Loch Eel, un serpente marino che ricorda ovviamente il mostro di Lochness: l’originale è stato creato negli anni ’70 con vecchi pneumatici e vecchie tubature. Vandalizzato nel 2017, dal marzo 2021 il nuovo serpente domina il lago in tutto il suo splendore ed è anche possibile accendere un fuoco alla base del suo collo e veder uscire il fumo dalla sua bocca!

Non avrei potuto veramente chiedere di meglio e trovare alloggio migliore della Bungaree Station nella Clare Valley. Se vi trovate in questo angolo di Australia Meridionale, non perdete l’occasione di soggiornare in uno dei luoghi storici dello stato!

26 thoughts on “Checking in: Bungaree Station nella Clare Valley

  1. Articolo interessante, quando si viaggia si scoprono sempre cose diversi, e si trovano angoli e luoghi particolari che ti rimangono nel cuore. Da questo racconto sembra molto carina e interessante questa struttura, sarebbe bello poterci andare, sono curiosa.

    1. Se si ha la voglia e la curiosità di scoprire, il mondo è un posto veramente fantastico… ma anche il giardino di casa propria!

  2. Decisamente un’esperienza nell’esperienza, perfetta anche per i più piccoli che possono entrare in contatto con gli animali della fattoria e luoghi che difficilmente visiterebbero nella vita di tutti i giorni.

    1. Mio figlio a distanza di un anno ancora ne parla, evidentemente è stato un soggiorno che ricorda con piacere!

  3. Ma che posto fantastico!!! Se non fosse un pò fuori mano rispetto all’Italia andrei di corsa a soggiornarci.

  4. Anche io presto particolare attenzione alla scelta dell’alloggio, questa situazione è perfetta la bellezza della tradizione con i comfort moderni, senza contare tutte le esperienze che si possono provare 😍

    1. Quando possibile, scegliere un alloggio particolare e consono al luogo può fare davvero la differenza tra un viaggio normale e uno speciale

  5. Ben detto, condivido ogni singola tua parola e soprattutto devo farti i complementi perché queste son le strutture che mi fanno davvero impazzire

  6. Che storia avvincente questa della Bungaree Station! Mi fa molto piacere sapere che è stata preservata fino ad oggi e che, ancora, vivono qui i discendenti dei fondatori! Ottima scelta per il tuo alloggio!

  7. Questa sistemazione è assolutamente perfetta , per non parlare di tutti i tour e le esperienze che si possono fare. Ma che meraviglia!

  8. La penso come te a volte l’alloggio fa davvero la differenza. Questo mi sembra veramente stupendo e molto originale. Ideale per i viaggi con bambini che vedo possono entrare in contatto con gli animali e la natura.

    1. Esatto, il piccolo si è divertito molto e noi abbiamo apprezzato la storia e la conservazione del luogo

  9. Ma che posticino delizioso che hai scovato. Offre un soggiorno a 360 gradi nella vallata, garantendo divertimento, bellissimi alloggi, buon cibo e curiosi tour guidati. Una manna dal cielo per le famiglie con bambini.

  10. Mentre leggevo questo articolo, mi sembrava di essere lì. Uno dei miei sogni è quello di girare l’Australia soggiornando in luoghi storici come questo. Grazie per avermelo fatto conoscere!

  11. Hai descritto dei luoghi che mi piacerebbe visitare e oltre a tenere a mente questo articolo ti chiederò anche altre info

  12. Sei bravissima a trovare questi posti particolari in cui dormire! Se non sbaglio in un articolo precedente avevi descritto un posto simile, che offriva soluzioni diverse, dal campeggio più spartano al bungalow più confortevole. Mi piace molto l’idea che una struttura del genere offra sistemazioni per tutti i gusti e per tutte le esigenze.
    Sono andata a sbirciare le foto online e in effetti l’arredamento di alcune camere ricorda quello della casa di una nonna 😉 ma nonostante quello sembrano ben attrezzate!

    1. Esatto, anche l’anno scorso avevamo fatto l’esperienza del farmstay. D’altronde con un vivace 3enne la camera d’hotel proprio non fa per noi

  13. E’ un luogo bellissimo! Mi ha ricordato uno sceneggiato famosissimo di quando ero ragazzina ambientato in Australia tra gli allevatori e tosatori di pecore. Un mondo affascinante da preservare e questo è un ottimo sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.