Itinerari imperdibili: la Great Ocean Road

Un must, imperdibile, unico e incredibile, per qualsiasi viaggio in Australia è la Great Ocean Road, la strada panoramica più affascinante d’Australia. Si snoda per 253 chilometri a sud di Melbourne, in direzione Adelaide, alla scoperta della natura, tra la foresta pluviale, le cascate, le felci e le spiagge da sogno quasi deserte. Lungo la Great Ocean Road si trovano insolite formazioni rocciose, come i 12 Apostoli, e a Torquay potrete vivere il paradiso dei surfisti, mentre nei ristoranti lungo tutta la costa viene servito pesce appena pescato.

Complice un viaggio lungo questa bellissima costa della mia amica F., ecco che mi ritrovo a rivivere il mio viaggio lungo la Great Ocean Road in occasione del mio secondo viaggio in Australia. La Great Ocean Road è facilmente raggiungibile da Melbourne come gita in giornata, ma rivela il meglio di sè in un paio di giorni o anche di più. Noi all’epoca la percorremmo in due giorni, partendo da Melbourne e arrivando ad Adelaide. Eccovi le tappe essenziali di questo spettacolare viaggio.

Surf Coast

Partendo da Melbourne, la prima tappa di questo tour è sicuramente la Surf Coast. Tra Torquay e Angleasea si estende il paradiso dei surfisti, dove durante tutto l’anno i surfisti sfidano le alte onde perfette, imperdibili per gli amanti della tavola: restare a guardarli mentre eseguono le loro acrobazie è uno spettacolo mozzafiato. Bells Beach ogni anno, a Pasqua, ospita il contest del surf più antico del mondo, il “Rip Curl Pro”, che si ripete ormai da oltre 50 anni. Ma la Surf Coast merita comunque una visita, anche in altri periodi dell’anno e anche senza essere amanti del surf: le alte rocce intorno alla spiaggia creano infatti una scenografia imperdibile, e sono il contorno perfetto per una passeggiata o anche solo una sessione fotografica!

Great Ocean Road

Memorial Arch

Il Memorial Arch segna l’inizio ufficiale della Great Ocean Road ed è il suo “cancello d’entrata” più bello. L’arco è stato costruito in onore dei 3.000 soldati che costruirono la Great Ocean Road durante la prima guerra mondiale. I lavori iniziarono nel 1919 e terminarono, 243 chilometri dopo, nel 1932. L’intera strada è un memoriale ai caduti della prima guerra mondiale creato dai soldati della prima guerra mondiale, e questo lo rende un memoriale unico al mondo (nonchè il più lungo memoriale al mondo). La statua presente al Memorial Arch fu commissionata in onore del 75esimo anniversario dalla Great Ocean Road in memoria dei soldati che persero la vita per costruire questa strada, interamente a mano!

Great Ocean Road

Cittadine costiere di Lorne e Apollo Bay

Lorne è decisamente una tappa imperdibile lungo la Great Ocean Road. Destinazione popolare tra i surfisti e i vacanzieri, vanta un calendario ricchissimo durante tutto l’anno. In estate si tiene la Great Ocean Road Marathon, che inizia proprio a Lorne e finisce, 44 chilometri dopo, ad Apollo Bay; in autunno il Falls Festival porta circa 15.000 turisti in città, di cui circa 4.000 competono della gara di nuovo Pier to Pub (gara che è entrata nel Guinness dei primati); infine, in inverno il Lorne Arts Festival porta grandi nomi del mondo dell’arte e del cinema in città.

Apollo Bay è la tappa ideale per gustarvi un pranzo in riva al mare, a base di pesceappena pescato o del tipico fish & chips australiano! Situato alla base del Great Otway National Park, questo ex villaggio di pescatori ha un’atmosfera un po’ retrò e un po’ vacanziera che vi farà innamorare all’istante.

Great Ocean Road

A caccia di koala a Kennett River

Il sogno della maggior parte di chi viaggia Down Under è poter vedere la fauna unica australiana dal vivo. A Kennett River questo è possibile. In questa piccola ansa del fiume, lungo Grey River Road, i koala selvatici abbondano, e non vi sarà difficile vederli appollaiati sugli alberi mentre dormono o, se nel tardo pomeriggio, mentre compiono la passeggiata quotidiana da un albero all’altro. Ma in questo angolo di bosco riuscirete anche a scorgere moltissimi uccelli tipicamente australiani, come i King Parrots, Crimson Rosellas e gli unici Kookaburra.

Great Ocean Road

Otway Rainforest

Gli alberi di eucalipto, la foresta pluviale e il bush: il Great Otway National Park ospita un paesaggio vario e copre più di mille chilometri quadrati. All’interno si celano numerose cascate, naturali e artificiali, contornate da felci giganti. Potete attraversare il parco in auto o a piedi: lasciatevi stupire dal paesaggio ad ogni curva della Great Ocean Road oppure optate per il trekking lungo la Great Ocean Walk. Ci sono più di 15 campeggi dove lasciare il camper, montare la tenda, oppure dormire sotto uno spettacolare cielo stellato. Oltre a un paesaggio meraviglioso, il Great Otway National Park offre molte attività per il tempo libero: equitazione, escursioni in bicicletta, gite in canoa o in kajak, snorkeling, rafting e surf. Si possono anche prenotare escursioni notturne con avvistamento delle lucciole a Melba Gully. Se non avete molto tempo, vi consiglio di fare almeno la Maits Rest, una passeggiata di circa mezz’ora nel cuore pluviale della Otway.

Great Ocean Road

Dodici Apostoli

Ed eccovi finalmente all’attrazione principale della Great Ocean Road e uno dei soggetti più fotografati di tutta l’Australia. Queste torri di roccia calcarea si sollevano per 45 metri di altezza dalla superficie del mare e attualmente si trovano nel mezzo dell’oceano. Spettacolari sono soprattutto alla luce del mattino e della sera, mentre le onde si infrangono su di essi; dalla spiaggia poi si gode di una prospettiva particolare, inquadrando le torri di roccia e la costa a picco. I 12 Apostoli si sono formati tra i 10 e i 20 milioni di anni fa: l’erosione ha separato queste colonne dagli scogli della costa, il vento e gli agenti atmosferici ne mutano continuamente la forma, e per questo a oggi dei 12 iniziali se ne contano soltanto otto (purtroppo gli altri sono già crollati, l’ultimo tre anni fa).

[Info extra: qui è possibile fare un tour in elicottero sopra i 12 Apostoli, Loch Ard Gorge, The Sentinel, The Arch, London Bridge o ancora oltre sopra la Bay of Islands o Cape Otway. Per ogni informazione, potete contattare la 12 Apostles Helicopters].

Great Ocean Road

Loch Ard Gorge & London Bridge

A un tiro di schioppo dai 12 Apostoli si trovano altri due simboli della Great Ocean Road. A Loch Ard Gorge si trova una splendida baia di acque cristalline e scogliere parallere, un tempo collegate da un arco. Questa baia prende il nome dalla nave Loch Ard che nel 1878 si arenò nella vicina Muttonbird Island dopo un viaggio tumultuoso dall’Inghilterra. Sfortunatamente, solo 2 dei 54 passeggeri sopravvissero, nessuno dei due ancora 18enne.

Della stessa natura dei 12 Apostoli è il London Bridge, un’estensione della penisola collegata un tempo con un ponte naturale alla terraferma. Purtroppo nel 1990 questo lempo di terra collassò in mare, lasciando due turisti (leggenda vuole che fossero amanti clandestini) bloccati sul moncone di roccia finchè un elicotterò non li trasse in salvo.

Great Ocean Road

GrampiansHalls Gap

Se siete diretti verso Adalaide o avete deciso di passare un paio di giorni lungo la Great Ocean Road, il luogo perfetto dove passare la notte è Halls Gap, nel cuore dei Grampians. Non solo questo è un luogo molto pittoresco dove passare la serata e la notte, ma è anche il luogo perfetto dove avvistare canguri della tenue luce del tramonto e dell’alba. Da qui poi potrete proseguire alla scoperta del Grampians National Park, continuare fino ad Adelaide, oppure ritornare sui vostri passi verso Melbourne.

Great Ocean Road

La Great Ocean Road è il road trip più famoso in tutta l’Australia. E con ottimi motivi! Si tratta infatti di una dei più bei tratti di costa nel mondo, con paesaggi mozzafiato, una natura unica e belvedere spettacolari a ogni angolo. Inoltre, con un po’ di fortuna potrete avvistare le balene nell’oceano, mentre a terra incontrerete i koala e i canguri nel loro habitat naturale. Esiste qualcosa di meglio???


Questo splendido tour della Great Ocean Road può essere fatto in totale autonomia o con tour organizzati. Noi all’epoca ci affidammo a Wildlife Tours Australia che mi sento di consigliare, ma ci sono veramente moltissime altre agenzie che organizzano lo stesso giro.

One thought on “Itinerari imperdibili: la Great Ocean Road

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *