10 cose gratis da fare a Sydney

Sydney è solitamente considerata una città cara da visitare e vivere, e di questo se ne accorgono rapidamente anche i turisti! Su Amiche di Fuso avevo analizzato il costo della vita medio a Sydney e avevo concluso che sia possibile vivere decentemente anche con un salario medio. Ma, chi vive qui lo sa, Sydney sa essere infida e, se non prestate troppa attenzione, in un battibaleno (o in un paio di uscite) vi può svuotare il portafogli. Oggi voglio venire incontro a chi è di passaggio o da poco in città con queste 10 cose gratis da fare a Sydney, invece che le corrispettive a pagamento!

1. Attraversare l’Harbour Bridge invece che fare il BridgeClimb (min $163). 

L’Harbour Bridge di Sydney è una delle icone più conosciute e uno dei monumenti più fotografati d’Australia. È il ponte ad arco in acciaio più largo e pesante del mondo, il sesto al mondo per lunghezza. Oggi il ponte è attraversabile a piedi o in bicicletta, in macchina o in treno, ed offre una delle viste più eccezionali che si possano godere della città di Sydney! E se questo non vi basta, potete sempre arrampicarvi lungo gli archi, in un’esperienza unica e indimenticabile! Ma l’arrampicata sull’Harbour Bridge non è un’attività da tutti, soprattutto dato il costo non proprio irrisorio, mentre la semplice attraversata del ponte a livello della strada è decisamente alla portata di tutti!

10 cose gratis da fare a Sydney

2. Nuotare ai Bronte Baths invece che ai Bondi Icebergs ($7).

Per moltissimi turisti e locali la famosa piscina dei Bondi Icebergs – all’inizio dell’altrettanto famosa Bondi-Coogee walk – è una dei simboli di Sydney e in moltissimi si riversano in questa rock pool durante le calde giornate estive. Ma, a differenza di tutte le altre rock pools presenti in città, questa non è gratis: fa infatti parte del Bondi Icebergs Club, a cui è possibile accedere previa iscrizione al club o pagamento al momento per l’entrata singola. Se non volete pagare l’ingresso per questa piscina patinata, vi consiglio di continuare lungo la passeggiata tra Bondi e Coogee fino a Bronte, dove troverete un’altra bellissima rock pool, totalmente gratuita.  Perché pagare 7 dollari per nuotare in una piscina quando poco più in là si può farlo totalmente gratis?

10 cose da fare a Sydney quest'estate
La rock pool di Bronte
3. Visitare il Museum of Contemporary Art e l’Art Gallery invece che l’Australian Museum ($15).

È da quando vivo a Sydney che voglio andare a visitare l’Australian Museum, una sorta di museo di scienze naturali. Il costo del biglietto però mi ha sempre un po’ frenato, e sto ancora aspettando il “momento giusto” per andare a visitarlo. Quello che però ho visitato varie volte, proprio perché gratis, è il Museum of Contemporary Art di Circular Quay, oltre all’Art Gallery di Sydney. Sono entrambi gratis e per questo posso visitarli quante volte voglio! Se quindi cercate un modo culturale per passare un paio d’ore in città senza spendere soldi, fatevi un bagno d’arte in queste due gallerie!

10 cose gratis da fare a Sydney

4. Visitare le vecchie prigioni e i sottomarini abbandonati di Cockatoo Island invece che la Q-Station di Manly (min $18).

Nonostante Sydney sia una città moderna rispetto agli standard europei, ci sono rimasugli del suo passato di colonia penale un po’ ovunque in città. Il mio luogo preferito dove approfondire questo capitolo della vita di Sydney è a Cockatoo Island, ex prigione imperiale, scuola industriale, riformatorio e carcere, e dal 2010 patrimonio dell’UNESCO. Lo stabilimento penale fu in funzione dal 1839 per trent’anni, prima di diventare un riformatorio e un cantiere navale. Oggi Cockatoo Island conserva molti resti del suo passato. L’edificio della prigione è stato inserito nell’elenco degli 11 posti australiani considerati Patrimonio dell’Umanità, mentre i laboratori di grandi dimensioni, gli scivoli, le banchine, i residence e altri edifici conservano lo spirito del passato industriale dell’isola. E tutto questo è visitabile assolutamente gratuitamente!

convict precint di Cockatoo Island
5. Visitare la Government House invece che Elizabeth Bay House ($12).

Sydney ospita diverse case storiche e case museo, alcune mantenute splendidamente e visitabili ancora oggi, come la Vaucluse House o Elizabeth Bay House nel cuore di Sydney. Chiaramente queste case sono accessibili a pagamento e, nonostante siano estremamente interessanti, potrebbero non attrarre molti visitatori a causa appunto del costo dell’entrata. Un’alternativa più che valida potrebbe allora essere la visita alla Government House di Sydney, collocata negli splendidi giardini botanici alle spalle dell’Opera House. I giardini della residenza sono visitabili ogni giorno liberamente, mentre la residenza stessa è visitabile con un tour guidato gratuito il venerdì, sabato e domenica in cui non ci sono funzioni pubbliche. Ricordatevi solo che la prenotazione del tour è essenziale!

10 cose gratis da fare a Sydney
Lo spettacolare soffitto della Elizabeth Bay House
6. OSSERVATE LE BALENE MIGRARE DA VARI PUNTI LUNGO LA COSTA INVECE CHE FARE UNA WHALE WATCHING CRUISE (MIN $39)

In Australia abbiamo l’enorme fortuna di poter assistere alla migrazione delle balene. Da aprile ad agosto le balene nuotano verso nord oltrepassando Sydney, Byron Bay e Harvey Bay, verso i mari caldi dei tropici dove partoriranno. Da agosto a dicembre invece i cetacei ritornano con i loro piccoli delle fredde ma ricche di plancton acque antartiche. Con più di 20.000 balene che compiono la migrazione a ogni stagione, non è difficile ammirare questi splendidi animali dalla comodità della nostra costa: ottimi punti di avvistamento sono infatti la Barrenjoey Lighthouse di Palm Beach, la Kurnell Peninsula o anche le turistiche Manly e Bondi!

Palm Beach è un ottimo luogo per fare whale watching… gratis!
7. SCOPRITE LA STORIA AL The Rocks Discovery Museum invece che al Susannah Place Museum ($12).

Quando Capitan Phillip buttò l’ancora nel porto di Sydney nel 1788 e decise che qui sarebbe sorta la nuova colonia inglese, The Rocks non era che un’area di, bhè, rocce appunto. Un intero promontorio di rocce arenarie su cui gli ufficiali inglesi spedirono i prigionieri di Sua Maestà affinché si costruissero degli alloggi. Sydney come la conosciamo oggi nacque proprio qui e potete scoprire gli arbori della colonia inglese – oltre che ad avere un assaggio della Sydney precoloniale – nel The Rocks Discovery Museum. Assolutamente gratis al contrario del Susannah Place Museum, che invece racconta la vita degli immigrati irlandesi della metà del ‘800.

8. rilassatevi nella tranquillità giapponese dell’auburn botanic garden invece al chinese garden of friendhsip ($6)

Se cercate un tocco di esotismo e la possibilità di rilassarvi dalla frenesia della città, il giardino botanico di Auburn è la mia destinazione preferita. Belli in qualsiasi periodo dell’anno grazie ai laghetti e piccoli fiumi di un azzurro irreale, al bosco australiano ed al piccolo zoo con animali nativi, sono però assolutamente da non perdere durante la fioritura dei ciliegi o durante il foliage autunnale. Gratis durante la settimana, è un’ottima alternativa al Chinese Garden of Friendship di Darling Harbour, a pagamento e a mio avviso anche più commerciale.

9. AMMIRATE IL SYDNEY HARBOUR DALLA PIATTAFORMA SULLA CAHILL EXPRESSWAY INVECE CHE DAL Pyloon lokout ($15)

La vista sulla baia di Sydney è una delle più spettacolari di tutta Sydney e l’Harbour Bridge non è il solo punto di osservazione. Un punto panoramico ignorato dai più è collocato sopra la stazione di Circular Quay, ed è la piattaforma panoramica sulla Cahill Expressway. Questa è accessibile da uno dei due ascensori di vetro che troverete nella zona a sud-est di Circular Quay, assolutamente gratis. Un’ottima alternativa alla piattaforma panoramica in cima al Pyloon Lookout, lungo l’Harbour Bridge che, per quanto offra una splendida visuale su tutta la baia e anche un piccolo museo sulla storia del ponte, costa pur sempre $15, che proprio pochi non sono!

honeymoon in Australia

10.Prendere il free CBD shuttle invece che i normali autobus/treni per muovervi nel CBD

Ricordo lo shock iniziale delle prime volte che presi i mezzi a Sydney: cavolo se costano! Anche con il nuovo sistema di tessera elettronica – la OPAL card – il costo dei biglietti per treni, bus, traghetti e light rail è decisamente più alto che in molte altre città del mondo. Il costo dipende dalla distanza percorsa e va dai $2,60 ai $5,60 per corse singole in autobus, oppure dai $4,40 ai $10,20 per corse singole in treno. Ma se volete risparmiare un po’, per muovervi in centro potete approfittare del CBD shuttle, route 555, che è totalmente gratis e va il giro del centro dalla centrale fino a Circular Quay!

Ed eccovi 10 cose gratis da fare a Sydney invece che l’equivalente a pagamento. Perché, diciamoci la verità, chi vuole pagare per qualcosa quando potrebbe farlo gratis?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *