Quando l’estero chiama. La storia di Elisa

Di lei vi avevo già parlato qui. Lei, che sta vivendo un’esperienza che solo una piccola parte dei ragazzi della sua età hanno il coraggio di intraprendere. Lei, che sta scoprendo giorno dopo giorno che il mondo è più piccolo di quello che sempre. Lei, che ha spiegato le ali e intrapreso un viaggio che le auguro non finisca mai. A lei lascio ora la parola, perché vi racconti lei stessa cosa l’ha spinta a fare il grande passo di andare a studiare un anno all’estero a soli 16 anni. Continue reading “Quando l’estero chiama. La storia di Elisa”

Apri le ali e vai

Quando ho saputo della tua esistenza, ho fatto i salti di gioia. Quando ti ho tenuta in braccio per la prima volta, ho provato per te quell’amore per la sorella che non ho mai avuto. Quando hai imparato a camminare sulle tue gambe, ho iniziato a seguire – con ansia ed eccitazione – ogni tuo passo, per vedere dove la vita ti avrebbe portata. Quando sono partita per il mio anno all’estero, tu non avevi neanche 3 anni e potevo solo sperare che un giorno anche tu avresti intrapreso il cammino che mi accingevo a cominciare. E oggi, dopo 14 anni, eccoti qui a trasformare quel sogno in realtà. Continue reading “Apri le ali e vai”

Lavorare per un mondo migliore

AFS Intercultural Programs è entrato nella mia vita 18 anni fa quando Big Brother per primo fu convinto decise di partire per uno scambio culturale in quarta liceo. A ruota, 3 anni dopo, l’ho seguito anche io, ma la mia storia con questa organizzazione non è finita lì. Chi di voi mi segue infatti saprà che a oggi AFS fa ancora parte della mia vita, in quanto da 9 mesi lavoro per la sede nazionale dell’organizzazione in Australia. Continue reading “Lavorare per un mondo migliore”

Il mio anno di scambio in America

Molto prima dell’Australia, e prima ancora della Francia, c’è stata l’America. Come forse saprete, la mia prima grande fuga all’estero é avvenuta tramite uno scambio scolastico, quando avevo 16 anni. Grazie all’associazione no-profit AFS/Intercultura, ho potuto frequentare la 4 liceo in una High School Americana, a Seattle, nello stato di Washington. Scopo di quest’esperienza con quest’organizzazione non era e non è solamente imparare la lingua, ma entrare nel vivo di culture diverse; conoscere la storia moderna come i ragazzi francesi, la fisica come gli studenti cinesi, l’arte che viene insegnata nelle scuole russe o finlandesi, la geografia in Australia, le scienze naturali in Tailandia…

Continue reading “Il mio anno di scambio in America”

Amicizia a distanza

Sono fortunata ad avere amiche fantastiche a “casa” con cui sono cresciuta e con cui ho affrontato gli alti e bassi che la vita fino ad ora mi ha regalato. Non è da tutti avere amicizie di lunga data, e ancora più raro è che queste amicizie resistano al tempo, alla distanza e ai cambiamenti che in 20/25 anni di vita naturalmente succedono. Io in questo sono stra-fortunata. Posso vantare delle Amicizie con la A maiuscola, amicizie che hanno resistito a tutto e che sono oggi più forti che mai, nonostante io sia qui e loro lì. Continue reading “Amicizia a distanza”

Un’occasione mancata per Dylan

Vi ricordate di Dylan, lo studente cinese ospitato da mia madre tramite il programma Intercultura? Quando è arrivato a inizio settembre tutti avevano grandi aspettative, alcune ragionevoli, altre forse un po’ esagerate. Ma in ogni caso legittime. Non sappiamo cosa abbia spinto Dylan a scegliere quest’esperienza, perché ogni adolescente ha aspettative diverse. Ma il minimo che tutti si aspettavano è che Dylan facesse uno sforzo per integrarsi in famiglia e che fosse per lo meno interessato alla cultura del paese che ha scelto di chiamare casa per un anno.

Continue reading “Un’occasione mancata per Dylan”

Aggiungi un posto a tavola

Da sabato scorso ho un nuovo fratello. Si chiama Dylan (per gli amici occidentali) ed è cinese. No, non l’abbiamo adottato, nè mamma ha deciso di diventare l’ennesima mamma-nonna. Dylan è uno studente di scambio di AFS-Intercultura e sarà ospitato a casa nostra (cioè, casa di mamma) per i prossimi 10 mesi, o giù di lì. Come Big Brother ed io, rispettivamente 15 e 12 anni fa (oddio, come mi sento vecchia in questo momento…), siamo partiti per fare un anno in America, così Dylan è venuto a farlo in Italia. E ha avuto la (s)fortuna di essere scelto dalla mia famiglia.

A parte gli scherzi, la relazione tra studente ospitato e famiglia ospitante non è mai semplice, e nessuno potrà dire come si evolverà nel corso dell’anno. Dylan dovrà adattarsi alla vita nella nostra famiglia, e la mia famiglia dovrà avere l’apertura mentale per accettare come un figlio un ragazzo di una cultura così diversa. Non sarà un percorso facile, ma è un’esperienza dal potenziale immenso.

www.intercultura.it

Continue reading “Aggiungi un posto a tavola”

10 anni dopo… porto ancora tutto nel cuore!

10 anni fa come ieri arrivavo negli Stati Uniti per cominciare in mio anno di scambio. Un anno che ha completamente cambiato la mia vita e mi ha reso, più di qualsiasi altra esperienza abbia fatto fino ad ora, la persona che sono oggi.

Sarà un cliché, ma mi sembra davvero che sia successo ieri. Mi ricordo l’arrivo a Seattle e il viaggio in macchina verso la casa di un volontario di AFS che ci avrebbe ospitato per la notte: ricordo il contrasto strabiliante tra la città sulla mia sinistra, con i suoi grattacieli e lo Space Needle, e le montagne di pini sulla mia destra. Non avevo mai visto niente di simile in vita mia, e, ancora oggi, resta uno spettacolo unico per me.   Continue reading “10 anni dopo… porto ancora tutto nel cuore!”

Intercultura: ti porta lontano… ti resta vicino

Approfitto di questo mio blog per raccontare, a chi ancora non la conoscesse, di una piccola grande associazione, che da 58 anni dà la possibilità a giovani delle scuole superiori di passare un periodo all’estero e, allo stesso tempo, accoglie in Italia studenti stranieri. Io non sarei quella che sono se non avessi trascorso un anno negli Stati Uniti, in una famiglia americana, frequentando un anno in una high school americana. E’ un anno che mi ha formata, che mi ha permesso di crescere, che mi ha aperto gli occhi sul mondo e che mi ha dato più di quanto milioni di parole possano esprimere. Tutto grazie a Intercultura! Continue reading “Intercultura: ti porta lontano… ti resta vicino”