Va dove ti porta il cuore: il mio Lago di Garda

Per la prima volta dopo quasi 3 anni e mezzo di dottorato  ho partecipato alla mia prima conferenza internazionale, dove sono stata invitata a presentare gli aspetti chiave della mia ricerca insieme ad altri 160 presentatori. Dato che la conferenza si teneva a Salisburgo a metà luglio, ne ho approfittato per passare anche un paio di settimane a casa. Mancavo da 13 mesi, l’ultima volta ero rientrata per convolare a nozze e il mio intero soggiorno italiano era stato all’insegna del caos e dai preparativi per il grande giorno. Insomma, non era stata una vera vacanza e non mi ero goduta l’Italia più di tanto, soprattutto perchè ero dovuta stare a stecchetto per poter entrare nel vestito da sposa! Insomma, tutto questo per dire che a questo giro non vedevo l’ora di passare del tempo in Italia, anche se sarebbe stato meno di quanto avrei voluto e in solitaria.

Continue reading “Va dove ti porta il cuore: il mio Lago di Garda”

Weekend di campeggio a Patonga

A metà dicembre, appena prima che cominciasse il caos di preparazione per l’arrivo di mamma e Litte B, io e l’Avvocato ci siamo goduti un weekend di relax campeggiando con i nostri amici americani a Patonga. Per entrambe le coppie le settimane a venire sarebbero state piuttosto intense e così un weekend lontano da tutto e tutti è proprio quello di cui avevamo bisogno. Continue reading “Weekend di campeggio a Patonga”

Ricetta per il perfetto weekend di sci in Australia

Ci sono un’italiana, un australiano, e due americani… no, non è l’inizio di una barzelletta, ma la ricetta per uno splendido weekend a Thredbo. Mentre voi vi godete il caldo (si spera) dell’estate e pensate alle (più o meno) meritate vacanze estive, io ho passato il weekend sulla neve! Incredibile pensare che il 19 luglio io sia andata a sciare, ma questo succede quando si viva a testa in giù!

Continue reading “Ricetta per il perfetto weekend di sci in Australia”

Vedi Napoli e poi… vivi!

Ed eccoci finalmente arrivate al tanto agognato weekend madre-figlia a Napoli!

Bisogna dire che il primo impatto della città non è stato dei migliori. Abbiamo lasciato Milano con caldo e sole, per trovare una Napoli bagnata e fredda. I palazzi fatiscenti, l’assenza di marciapiedi, il caos di macchine e motorini, e i venditori ambulanti mi hanno ricordato subito Marrakesh. Per fortuna questa prima impressione negativa si è rivelata errata limitata solo alla periferia. Il centro storico, infatti, è molto ben curato e sorvegliato da polizia, carabinieri ed esercito. Devo dire che non avevo molte aspettative per Napoli: non tanto per la bellezza del golfo, che penso sia indiscutibile, quanto più per la vivibilità della città. È vero, ero un po’ prevenuta, ma mi sono dovuta ricredere. Non solo non siamo mai state derubate, aggredite o molestate in nessun modo; ma abbiamo anche trovato la città (in generale) pulita e i napoletani molto cortesi, disponibili e amichevoli. Continue reading “Vedi Napoli e poi… vivi!”

Festa del papà al mare

Domenica 2 settembre qui in Australia si festeggiava la festa del papà. Abbiamo colto l’occasione di questa  giornata speciale per andare al mare con la famiglia, dove non riuscivamo ad andare da Pasqua, perché il sabato avevo sempre una partita di pallavolo. Sam ed io non vedevamo l’ora di questo weekend di relax lontani dalla città e, per lui, dalla monotonia delle sue giornate passate in casa alla disperata ricerca di un lavoro. E così venerdì sera, dopo cena, noi e i genitori di Sam ci siamo messi in macchina alla volta di Stansbury. Una luna piena meravigliosa ci ha fatto compagnia per le 2 ore e mezzo di viaggio fino alla loro casetta al mare. Non c’è niente di più rilassanti che andare a letto cullati dal rumore delle onde e dall’odoro salmastro del mare, sapendo che per i prossimi tre giorni non c’è niente in programma se non uscite in barca, pesca, passeggiate e qualche partita a biliardo.

Continue reading “Festa del papà al mare”