La giungla messicana del Chiapas

Il nostro impatto con i Maya è avvenuto nella giungla del Chiapas ed è stato il modo migliore a cui potessi pensare per entrare in contatto con questa fantastica cultura. Il primo sito Maya che abbiamo visitato infatti è stato Yaxchilan, 136 chilometri a sud di Palenque, sulle sponde del Rio Usumacinta, che divide il Messico dal Guatemala. Famoso per le sue numerose strutture e per le incisioni, anche solo raggiungere questo sito è un’impresa. Si parte infatti la mattina molto presto da Palenque, e in breve si è immersa nella giungla, dove sorgono solo accampamenti indigeni e il turista è ancora guardato con sospetto e curiosità. Dire che queste comunità vivono in modo semplice e spartano è un eufemismo. Questo è il Messico rurale più vero, dove i bimbi giocano per strada con un pezzo di legno, le donne cucinano sul fuoco all’aperto, gli uomini riposano sulle amache e i polli corrono ovunque indisturbati. Dopo circa 3 ore di strada si arriva alla frontiera: il Guatemala ti guarda dalla sponda opposta e delle lance lunghe e strette aspettano di scendere il fiume fino a Yaxchilan. L’andata dura 45 minuti lungo questo largo fiume pacifico, ancora oggi popolato da coccodrilli e caimani, che noi sfortunatamente non abbiamo visto però. E poi dal nulla ecco spuntare le prime rovine e la lancia attracca. Continue reading “La giungla messicana del Chiapas”