Itinerari imperdibili: la camminata Bondi-Coogee

Non me ne voglia Melbourne, ma Sydney è un po’ il simbolo dell’Australia. La sua meravigliosa Opera House, il suo imponente Harbour Bridge, la sua iconica Bondi Beach: sono tutte icone non solo di una città, ma di un’intera nazione. Ed è proprio dall’ultima, la più famosa nonché tra le 10 spiagge più belle di Sydney, che inizia une delle passeggiate più belle e popolari della città. Un assoluto must per locali e visitatori!

La passeggiata costiera tra la spiaggia di Coogee e quella certamente più famosa di Bondi è lunga 6 chilometri a tratta ed è caratterizzata dal fatto che collegando queste 2 spiaggie, ne tocca altre, più piccole e meno note, in un paradiso che ricorda molto quello della Cinque Terre. La camminata Bondi-Coogee è di media difficoltà, considerando i saliscendi della costa, così che anche una persona non troppo allenata riesce nell’impresa. L’intera camminata vi porterà via almeno un paio d’ore, ma vi raccomando di godervi la passeggiata e le sue incredibili spiagge!

Bondi Beach è raggiungibile via macchina (ma i parcheggi gratuiti sono un miraggio), via autobus oppure via treno + autobus. Arrivati alla spiaggia, dirigetevi verso i Bondi Bath, dove inizia il percorso: la camminata comincia dietro il Bondi Icebergs Club, il simbolo di Bondi Beach, all’estremità sud della spiaggia. Il motivo della sua notorietà appare subito evidente, una volta che si approccia la piscina, che si riempie di acqua con le onde che si infrangono sulle mura della vasca. Fondata nel 1929, ha la particolarità di celebrare l’inizio della stagione invernale gettando cubi di ghiaccio nella piscina stessa.

Iniziando il percorso, si procede verso sud, tenendo l’oceano alla sinistra e subito si incontrano, lasciando la sabbia, le rocce della costa, dove le onde si infrangono senza sosta, creando un panorama visivo e sonoro, incredibile. La camminata frequentata dagli abitanti della zona, a passeggio con i cani, mentre fanno jogging o semplicemente camminano con le cuffie dell’Ipod rigorosamente nelle orecchie. Su questo tratto di costa non ci sono accessi diretti al mare, troppo pericoloso per le onde e le rocce sottostanti. Ovviamente i turisti non hanno paura (né forse testa) e si avventurano sulle rocce bagnate e scivolose, alla ricerca dello scatto perfetto. Noi siamo ragazze intelligenti, e avremmo dovuto stare lontane dalla scogliera… ma ovviamente non è andata così!

Essendo un tratto molto bello per la sua coreografia naturale, alla fine del mese di ottobre viene organizzata una esposizione all’aperto di opere d’arte ispirate al mare, chiamata Sculpture by the sea, che permette di vedere come l’oceano possa essere davvero fonte di creazione artistica.

La prima tappa della camminata Bondi-Coogee dopo Bondi è Tamarama Beach, una piccola insenatura di sabbia tra le rocce, dove si può sostare per un caffè oppure dare un’occhiata al Club del Tamarama Surf Life Saving, una organizzazione di salvataggio con oltre 100 anni di storia, che sorveglia i surfisti e i bagnanti in questo tratto di costa. Ogni spiaggia a Sydney ha la sua organizzazione di salvataggio, quasi tutte con quasi e oltre un secolo di storia sulle spalle.

Tra Tamarama Beach e la successiva, Bronte Beach, è necessario prendere un pezzo di strada asfaltata, per poi arrivare direttamente in spiaggia. Questa è più grande della precedente, con alle spalle il Bronte Park, un ampio prato verde disseminato di piccole casette e tavolini per il picnic, oltre a un paio di batterie di barbeque pubblici. A Bronte si trova anche una rock pool gratuita e molto frequentata, perfetta per grandi e piccini che vogliono nuotare o sguazzare nelle onde in tutta sicurezza!

camminata Bondi-Coogee

Alle spalle della spiaggia si trova una serie di localini, tra cui un paio di opzioni per pranzo o per un caffè al volo. Inoltre, se non ve la sentite di continuare fino a Coogee, potete tranquillamente terminare qui la vostra passeggiata e saltare su uno degli autobus che vi riporteranno a Bondi o in città.

Da Bronte ritornate sulla strada sopra i Bronte Baths, e percorretela verso sud fino ad arrivare a Calga reserve, un parco con scogliere a picco sull’oceano che offre incredibili viste sulla camminata Bondi-Coogee. Qui inizia una passerella di 500 metri che costeggia le scogliere e attraverso lo scenografico cimitero di Waverley (una curiosità: qui hanno girato anche una scena di Priscilla, Regina del Deserto). Non fatevi scoraggiare dal fatto che sia un cimitero: questo è un luogo storico (risale al 1877) dall’importante eredità, e vale assolutamente la pena fare una passeggiata al suo interno per ammirare da vicino i suoi imponenti monumenti. La posizione privilegiata a picco sull’oceano poi gli vantano spesso il titolo di cimitero più bello del mondo, e io sono assolutamente d’accordo!

camminata Bondi-Coogee

Da Clovelly inizia la parte finale ma anche più impegnativa della camminata. Passato il Clovelly Bowling Club – il posto perfetto per provare il barefoot bowling – si arriva velocemente al Clovelly Beach: questa è la spiaggia che meno preferisco tra tutte quelle attraversate durante la passeggiata, per il suo essere schiacciata tra due muri di cemento. Ma anche qui si trova una rock pool, ideale per nuotare.

Attraversato il parcheggio vi troverete a Gordon’s bay, una riserva marina protetta e splendidamente pittoresca, famosa per un sentiero da snorkelling subacqueo, il Underwater Nature Trail. Da qui bisogna salire una scalinata piuttosto ripida fino alla passerella in cima alla scogliera che sovrasta Gordon’s bay: mentre riprendete fiato ammirate l’incredibile vista da quaggiù!

Ancora qualche centinaio di metri e sarete arrivati alla Dunninghan Reserve, da cui potrete ammirare Coogee Beach in tutto il suo splendore. Prima di dirigervi in spiaggia, fermatevi a rendere omaggio alle vittime degli attentati terrostici di Bali e a curiosare al piccolo tempio eretto per la Vergine Maria vicino s Dolphins Point. Continate lungo il sentiero, oltre il famoso Coogee Pavillion e siete arrivati alla bellissima Coogee Beach.

Sarete stanchi senza dubbio, ma ora ditemi: la camminata Bondi-Coogee non è tra le più belle passeggiate di Sydney?


Salva questo post su Pinterest

27 thoughts on “Itinerari imperdibili: la camminata Bondi-Coogee

  1. Ho fatto questa passeggiata quando sono stata a Sydney anni fa e ne ho un ricordo bellissimo: il sole, i colori incredibili del mare… Poi mi ricordo anche degli scogli con delle striature color ambra molto particolari. Grazie, il tuo articolo e le foto mi hanno fatto rivivere quei ricordi!

  2. Cosa mi sono persa, sono stat a Sydney tanto tempo fa ma non l’ho percorsa e mi sono persa tanto mi da, vista così virtualmente veramente spettacolare!

  3. Una passeggiata davvero ricca di sorprese, soprattutto a livello fotografico. Amo le scogliere e i piccoli scorci sull’oceano (o mare) e ci starei le ore per cercare lo scatto perfetto. Molto affascinante è il cimitero che si affaccia sull’oceano.

  4. Il fatto di poter passeggiare tranquillamente sulla spiaggia e scoprire in pochi km tantissime meraviglie naturali non ha prezzo. Una chicca che offre l’Australia: un volo in mongolfiera su kangaroo island al sorgere del sole e con un battito di mani ecco i canguri

  5. Ciò che mi colpisce dell’Australia (correggimi se sbaglio, parlo degli articoli che ho letto ma non ci sono mai stata) è il fatto che tutto sembra accessibile in un modo o nell’altro: mi piace davvero molto che ci siano passeggiate, passatoie, sentieri e spiagge comunicanti attraverso vari passaggi. Questo è ottimo anche per chi ha ridotta mobilità (a parte le parti più impegnative).

  6. Quando leggo Australia inizio a sognare perché rappresenta uno di quei luoghi iconici che non so se riuscirò mai a visitare e quindi fantastico leggendo gli articoli. Questa passeggiata da quanto leggo sembra davvero imperdibile per chi è in zona.

  7. Impossibile essere stanche con così tante meraviglie da vedere! Tutta la passeggiata ha paesaggi e spiagge strepitose, io mi sono fatta conquistare dal cimitero (già i cimiteri sono i mio debole) e soprattutto dalla piscina che si riempie con le onde del mare

  8. Secondo me non è solo tra le più belle passeggiate di Sydney, ma direi tra le più belle al mondo a giudicare dalle fotografie! Una passeggiata che per un po’ rimarrà virtuale ma in questo momento anche viaggiare con la fantasia per qualche minuto aiuta parecchio a non pensare ad altro.
    Il cimitero è veramente scenografico!

    1. Immagino. Per fortuna l’Australia e’ un paese enorme, perche’ da qui non potremo muoverci per un altro anno!

  9. Ma c’è un motivo per la piscina accanto al mare? Cioè, a parte le scogliere pericolose che hai detto, lì si può comunque fare il bagno o per qualche motivo è vietato? Non so perchè ma penso agli squali.

    1. Si puo’ tranquillamente fare il bagno in mare, ma solo nelle zone controllate dai bagnini, che sono per questo sicure. Per il resto ci sono correnti molto forti e aree riservate ai surfisti.

  10. Posso assolutamente confermare essendoci stata ad agosto 2019.. è stata una delle esperienza più belle del viaggio in Australia! Come primo impatto a me è piaciuta di più Melbourne, ma sul contesto naturale Sydney è davvero imbattibile!

  11. Mi avvalgo della facoltà di non rispondere sulla mia posizione sulla scogliera…. 🙂
    L'importante è che sono ancora qui a raccontare la storia, no? Certe volte il mestiere del giornalista comporta dei rischi!

  12. Bellissima passeggiata, sorellina, viene voglia di farla solo leggendo il tuo racconto! Spero che il punto in cui hai fatto la foto sulla scogliera non fosse così esposto come sembra… altrimenti rischiavi che il tuo desiderio sul cimitero di Waverly si realizzasse prima del previsto! 🙂

    Ciao!!!
    Ste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.