Cosa vedere a Parigi: le attrazioni da non perdere

Parigi, terra di artisti e città dell’amore. Un città che non ha bisogno di presentazioni e che rientra, a mio avviso, assolutamente tra quei luoghi che vanno visti almeno una volta nella vita. Con il suo fascino inconfondibile e la sua magia notturna, il suo carattere chic e bohémien allo stesso tempo, la sua arte e poesia ad ogni angolo, la Ville Lumière saprà intrigarvi, incuriosirvi e sorprendervi sempre. 

In questo post vi racconto cosa vedere a Parigi: tutto quello che non potete assolutamente perdervi durante la vostra prima visita a Parigi, e vi do spunti per attrazioni da vedere quando inevitabilmente tornerete in città una seconda, terza, quarta volta!

COSA VEDERE A PARIGI: LUOGHI DI INTERESSE

Torre Eiffel

La Tour Eiffel è Parigi e non ha bisogno di presentazioni. Nata come struttura temporanea in occasione dell’Esposizione Universale del 1889 grazie all’ingegnere Gustave Eiffel – che, attenzione, però non la progettò ma la finanziò e basta. Il luogo migliore per ammirarla in tutto il suo splendore è la terrazza del Trocadéro che le sta di fronte. Se il tempo è mite, vi suggeriamo anche un romantico picnic ai suoi piedi, nei giardini dei Champs de Mars… sarà indimenticabile! Ingresso a pagamento: a partire dai € 10 (diverse tipologie di biglietti disponibili).

cosa vedere a Parigi

Champs-Elysées & Arco di Trionfo

Da Place de la Concorde imboccate gli Champs-Elysées, una delle passeggiate più celebri al mondo. Lungo il viale potete ammirare boutique, come quella del Paris St. Germain o quelle di industrie automobilistiche come Citroën o Peugeot che espongono alcune tra le loro più belle realizzazioni, o ancora l’antica profumeria Guerlin, le boutique di grandi stilisti come Louis Vuitton, il cabaret Lido e la discoteca Queen. Passerete il Grand e il Petit Palais, realizzati in occasione dell’Esposizione Universale del 1900 e attualmente sede di esposizioni temporanee il primo e di un museo di arte francese il secondo. E infine arrivate all’Arco di Trionfo che è possibile visitare, salendo sino alla terrazza. Ingresso a pagamento: € 12.

Moulin Rouge & Montmartre

Reso famoso dall’omonimo film, la facciata del Moulin Rouge è tra le attrazioni più fotografate della città. Il più famoso dei cabaret parigini, simbolo della Belle Époque e tempio del French Cancan, ancora oggi offre ai visitatori di tutto il mondo straordinari spettacoli, sempre all’insegna del lusso, dell’arte e dei colori. 

cosa vedere a Parigi

Una breve passeggiata vi porterà dal quartiere a luci rosse di Pigalle a quello artistico di Montmartre. Conosciuto un tempo come la terre libre des artistes, il quartiere è oggi una delle maggiori attrazioni turistiche di Parigi, pieno di ristoranti e negozi di souvenir e ha ormai in gran parte perso la sua autenticità. Ci sono, però, ancora delle strade che conservano il fascino di un tempo, come rue Lepic, la lunga strada che sale lungo la collina o la rue St. Vincent. Da non perdere infine la Place des Abbesses, una pittoresca piazza romanticamente ombreggiata da platani, che incarna tutto il fascino di Montmartre.

Conciergerie & Sainte Chapelle

Situato nella Île de la Cité, il palazzo della Conciergerie è iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. È ciò che attualmente rimane dell’antico Palais de la Cité, la residenza dei re di Francia dal X al XIV secolo, quando Carlo V abbandonò il palazzo, che rimase tuttavia la sede della giustizia reale. Durante la Rivoluzione francese centinaia di prigionieri furono imprigionati presso la Conciergerie, per essere successivamente ghigliottinati nelle varie piazze cittadine, tra cui Danton, Robespierre, André Chénier e soprattutto la famosissima regina Maria-Antonietta. Ingresso a pagamento: € 8,50 (€ 17 con la Sainte Chapelle)

cosa vedere a Parigi

La Sainte Chapelle venne costruita per volere di Luigi IX come cappella palatina del medievale palazzo dei re di Francia al fine di custodirvi diverse reliquie della Passione che il sovrano aveva acquisito. La cappella superiore è quella che vi lascerà assolutamente senza fiato davanti alla maestosità delle sue 15 finestre alte 15 metri che ospitano 1.113 scene bibliche nelle sue stupende vetrate colorate. Ingresso a pagamento: € 11,50 (€ 17 con la Conciergerie).

* Altri luoghi di interesse che meriterebbero di essere visitati includono Les Invalides, il Panthéon, l’Opéra e il Grande Arche de La Défense.

COSA VEDERE A PARIGI: MUSEI

Musée du Louvre

Senza dubbio il museo più famoso al mondo, qui si trovano alcuni tra i più grandi capolavori dell’arte antica e moderna come la nostrana Mona Lisa, la Venere di Milo, Amore e Psiche, il Codice di Hammurabi e la Nike di Samotracia. Il museo è enorme, le opere sono tantissime (35.000!), e gli appassionati ci potrebbero passare giornate intere qui. Come minimo dedicategli diverse ore e concentrate la vostra attenzione sui settori che maggiormente vi interessano, cartina alla mano. Ingresso a pagamento: € 17.

cosa vedere a Parigi

Musée d’Orsay

All’interno di una stupenda vecchia stazione ferroviaria ormai fuori uso da anni, si trovano opere prodotte tra il 1848 e il 1914 appartenenti a diverse correnti artistiche, tra cui l’impressionismo, i cui capolavori hanno fatto la fama del museo. Al quinto piano, infatti, potrete ammirare le opere di grandi pittori come Monet, Cezanne, Renoir o Degas, ma la struttura del museo vi costringerà ad attraversare un po’ tutte le sale. Ingresso a pagamento: € 12.

Centre Pompidou

Ospitata in questo edificio costruito da Renzo Piano e Richard Rogers si trova la più importante collezione d’arte moderna e contemporanea d’Europa. Ma nello stesso spazio si trovano anche una biblioteca pubblica, delle sale cinematografiche e teatrali, degli spazi per attività pedagogiche, un centro di ricerca sulla musica, delle librerie, un ristorante e un bar. Oltre ovviamente al vasto piazzale esterno, ad ogni ora affollato da artisti di ogni genere. Ingresso a pagamento: € 14 (include Galeries des Enfats + Vista di Paris).

* Parigi vanta un numero davvero enorme di musei: ce ne sono per tutti i generi e i gusti. Qui trovate la lista completa di tutti i musei di Parigi.

COSA VEDERE A PARIGI: CHIESE

Notre-Dame de Paris

Tra i simboli indiscussi e più belli di Parigi c’è la Cattedrale di Notre-Dame. Costruita a partire dal 1163 nel giro di un secolo e mezzo, nel corso dei secoli successivi venne completata, modificata e ristrutturata. Nell’800, il successo del romanzo di Victor Hugo “Notre Dame de Paris” riaccese l’interesse per la cattedrale spingendo il governo a decretarne una completa ristrutturazione, che ridiede nuovo splendore alla cattedrale. E per i più Notre-Dame è proprio questa: la casa di Quasimodo e dei Gargoyles! Purtroppo dopo l’incendio del 15 aprile 2019, la cattedrale di Notre-Dame da Paris, il tesoro e le torri sono chiuse a tempo indeterminato.

cosa vedere a Parigi

Basilique du Sacré-Cœur

La massa bianca del Sacro Cuore troneggia su Parigi ormai da un secolo ed è visibile un po’ ovunque nella città, della quale è divenuto uno dei simboli.
Una curiosità: la pietra utilizzata per la sua costruzione, quella di Château-Landon, ha la caratteristica di produrre, a contatto con l’acqua piovana, una sostanza bianca (la calcina) che permea tutto l’edificio. Quindi più piove, più l’edificio acquista candore! La visita dell’interno è di scarso valore artistico, mentre è più interessante la salita alla cupola che si raggiunge attraverso 300 scalini ripidi e stretti. Ma poi, una volta arrivati all’apice, la vista a 360° è incantevole. Ingresso alla cupola a pagamento: € 5.

Basilique Cathédrale de Saint-Denis

A nord del cuore di Parigi, un po’ fuori rispetto alle normali rotte dei turisti, si trova una delle più importanti chiese parigine, nonché il più antico luogo di culto cristiano dell’intera Francia. In questa imponente basilica medievale – costruita tra il XII e il XIII secolo sopra la tomba di Saint Denis – riposano infatti 43 re e 32 regine (e 10 servi), essendo stato il luogo di sepoltura di quasi tutti i sovrani francesi dal VII al IXX secolo. Data la sua unicità e rilevanza storica, vale la pena uscire dal centro cittadino per visitarla!

* Anche per quanto riguarda le chiese Parigi ne offre di stupende praticamente in ogni quartiere. Tra le altre che vi suggerisco di non perdere c’è l’Église de la Madeleine – che ricorda molto un tempio greco -, l’enorme  Saint-Eustache in Les Halles, Église St-Germain-des-Pres – tra le più antiche chiese della città – e l’Eglise Saint-Sulpice – resa famosa da Il codice Da Vinci.

COSA VEDERE A PARIGI: GIARDINI

Place des Vosges

Situata nel quartiere Marais, Place des Vosges è la più antica piazza di Parigi. Realizzata per volere di Enrico IV, sul posto dell’antico Palais des Tournelles fatto distruggere da Caterina de’ Medici dopo la tragica morte di Enrico II, fu la prima piazza reale di Parigi. Gli edifici identici costruiti sui quattro lati sono uno dei primi esempi di pianificazione urbanistica razionale in Francia. La piazza fu inaugurata nel 1612 e oggi  è un luogo incantevole dove fare un picnic o leggere un bel libro.

cosa vedere a Parigi

Jardins des Tuilieres

Realizzato nel XVII secolo su progetto dell’architetto André Le Notre, il giardino è il più antico di Parigi ed è uno dei luoghi più visitati della città. Questo meraviglioso giardino in stile francese, squadrato e geometrico, è particolarmente fotogenico; e anche se relativamente piccolo, è riccamente decorato con meravigliosi gruppi di statue allegoriche di grande interesse per la loro importanza storica ed artistica. All’interno del giardino si trovano la Galerie Nationale du Jeu de Paume, spazio espositivo dedicato all’arte contemporanea e alla fotografia, e il Musée de l’Orangerie, museo di pittura impressionista e post-impressionista.

Jardins de Luxembourg

Tra i più grandi giardini di Parigi, inaugurato nel 1612 da Maria de’ Medici, il giardino è un luogo fantastico ideale per chi vuole trascorrere qualche ora di relax all’aria aperta. Qui si trova una ricca vegetazione, ma anche statue e monumenti, come la celebre Fontana dei Medici, la Statua della Libertà – riproduzione dell’originale donata agli Stati Uniti-, il busto di Charles Baudelaire, la statua di Beethoven, la Fontana dell’Osservatorio e tantissime altre riproduzioni di personaggi famosi e meravigliose opere. Inoltre, è il giardino del Senato francese, ospitato nel Palazzo del Lussemburgo.

* Altri giardini che valgono una visita sono i Jardins du Trocadéro e gli Champ de Mars, entrambi ai lati della Tour Eiffel, e lo stupendo Jardin des Plantes, il più grande orto botanico di tutta la Francia.

COSA VEDERE A PARIGI: VARIE & EVENTUALI

Bateaux Mouches & Parisiens

Parigi è meravigliosa da qualsiasi angolo la si guardi, ma un punto di vista speciale secondo me lo regala l’ammirarla dall’acqua. Navigare la Senna a bordo dei suoi famosi bateaux è un po’ come andare in gondola a Venezia… ma molto più a buon mercato! Un ponte dopo l’altro, prima una sponda e poi l’altra, vedrete scorrere la meglio-Parigi davanti ai vostri occhi. A destra il Louvre, infinito, e a sinistra il Musée d’Orsay; i giardini di Tuilieres, Place de la Concorde, e poi Ponte Alexandre III, il più bello di Parigi. Finché tra gli alberi e i palazzi non sbuca lei, discreta e inconfondibile: la Tour Eiffel. E poi il ritorno, Les Invalides, il parlamento, Notre-Dame senza il suo gobbo. Se potete, scegliete di fare il giro in barca al tramonto: Parigi sarà ancora più bella! I Bateaux Parisiens si prendono ai piedi della Torre Eiffel, mentre i Bateaux Mouches partono dal Pont de l’Alma. Entrambi offrono anche l’opzione tour + cena. Ingresso a pagamento: € 15/14.

Parigi

Shakespeare and Company

Grazie a Internet, questa piccola libreria è diventata tra i negozi più popolari di Parigi ed è sempre affollata di turisti. Fondata nel 1919 da Sylvia Beach, negli anni venti divenne luogo di incontro per scrittori come Ezra Pound, Ernest Hemingway, James Joyce e Ford Madox Ford. Praticamente è un’attrazione in sé, anche grazie alla menzione nel libro Festa mobile di Hemmingway, dedicato appunto a Parigi. Se volete evitare il peggio della folla, andateci in settimana, anche se non sarete di sicuro gli unici avventori.

* Altri luoghi di interesse particolari di Parigi sono il cimitero del Père-Lachaise – dove riposano grandi come Oscar Wilde, Victor Hugo, Jim Morrison, Edith Piaf e Chiopin -, le catacombe o uno dei molti passages couvertes della città.

DOVE MANGIARE A PARIGI

Le ciel de Paris

Se cercate un ristorante con una vista da mille e una notte, è senza dubbio questo. Le ciel de Paris si trova infatti in cima alla Torre del Montparnasse e a 210 metri d’altezza regala una vista spettacolare su tutta Parigi – con la magnificia Torre Eiffel in primo piano – e oltre (pare che nelle giornate limpide si arrivi a vedere a 40 km di distanza). Il ristorante offre colazione, pranzo, cena e persino il thè del pomeriggio, in un ambiente decisamente raffinato. Il cibo è buono, la scelta abbondante e i costi non proibitivi – ma decisamente alti -, ma in questo ristorante si viene prima di tutto e soprattutto per il suo incredibile panorama.

Fermette Marbeuf

A due passi daegli Champs-Elysées, questo ristorante offre un ambiente raffinato e prestigioso, magnificamente decorato in Art Nouveau, con luci soffuse, vetrate e ceramiche pregiate. La prestigiosa sala del ristorante La Fermette Marbeuf, oggi classificata “monumento storico”, era all’epoca la sala da pranzo dell’hotel Langham in rue Boccador e fu progettata e realizzata nel 1989, da Hurtre, un giovane architetto di talento, e dall’artista Wielhorski. Il magnifico decoro si accompagna ad una cucina bourgeoise molto apprezzata per le sue specialità della casa, elaborate con prodotti genuini e selezionati, e ispirate da modernità e tradizione.

Moulin de la Galette

Nel cuore di Montmartre si trova questo ristorante che sorge al posto di un luogo in cui si andava a ballare nella seconda metà dell’800. Il Moulin de la Galette è stato persino immortalato dal celebre quadro di Renoir “Bal du Moulin de la Galette”, oggi conservato al museo d’Orsay. All’interno, si trovano gli unici due mulini, risalenti al XVIII e al XIX secolo e visibili dalla strada, che hanno sopravvissuto della vecchia area campestre di Montmartre. Il menù offre piatti tipici della cucina francese a prezzi onesti, soprattutto se considerate la zona.

E voilà quello che, a mio avviso, non potete assolutamente perdervi à Paris! La città offre davvero tantissimo, e non vi basterà una vita per visitare tutto. Ma questo è quello rende Parigi tale e non potete lasciare la città senza averci fatto un salto!


Salva questo articolo su Pinterest

46 thoughts on “Cosa vedere a Parigi: le attrazioni da non perdere

  1. Un paio di anni fa sono stata a Parigi con mia sorella e ci siamo regalate un giro lungo la Senna proprio con Bateaux Mouches è stato bellissimo vedere la città da un’altra angolazione.
    Sono stata anche alla Cattedrale di Saint Denis e come dici tu merita davvero di essere vista. Penso che Parigi sia una città che per quante volte viene visitata ha sempre qualcosa di nuovo e di speciale da offrire.

    1. Scoprire Parigi dalla Senna è un po’ come visitare Venezia in gondola: un’esperienza unica!

  2. Anche se sono stata a Parigi mi piace tantissimo leggere le esperienze degli altri viaggiatori. Mi appunto sempre posti nuovi e luoghi che mi sono persa. Soprattutto leggo le cose che nel corso del mio viaggio ho deciso di saltare (per questioni di tempo o di distanza) e mi mangio le mani per non aver dedicato abbastanza tempo a tutto! Io nel Louvre ho “perso” 6 ore, ad esempio!

    1. Penso che su una città come Parigi ci sia sempre moltissimo da “imparare” da altri viaggiatori. E c’è così tanto da vedere che chissà se si può mai dire di averla vista tutta!

  3. Vivo a Parigi da quasi un anno e devo dire che la città non smette di stupirmi ogni giorno con scorci e nuove scoperte! Questi sono sicuramente gli highlights da non perdere quando si visita per entrare nell’atmosfera della città 🙂

    1. Viverla da locale dev’essere sicuramente diverso! Mi piacerebbe scoprire la Parigi meno turistica!

  4. Adoro Parigi, ci sono stata 2 volte e ci tornerei ancora…Ho visto quasi tutte le cose che hai elencato ed altre. La prossima volta voglio andare al centre pompidour!

  5. Quanto vorrei tornare a Parigi! Devo ancora vedere almeno la metà delle cose che ci consigli e devo ancora provare tanti posticino carini dove mangiare! 🤗

  6. Prima o poi riuscirò a visitare Parigi e la tua guida è molto utile per organizzare subito un bell’itinerario nella città!

  7. Amo Parigi, ha un fascino unico ed è sempre bello tornarci! Ci sono stata due volte ma non sono mai riuscita a vedere il Musèe D’Orsay. Rimedierò…

  8. Come si fa a non amare Parigi? Questa una delle riflessioni presenti sul mio blog. È una delle città che più amo nel mondo, ci sono stata un’infinità di volte e ci tornerei domani. Tu hai centrato tutti i punti da non perdere per chi si appresta a visitarla la prima volta con un weekend lungo

    1. Pensa che la prima volta non mi aveva convinto per niente… Pensa dipenda molto da come la si visita e nel mio caso con chi!

  9. E niente. l’ho promesso! A Parigi ci devo tornare. Sono stata 3 volte nella capitale francese e nessuna di queste volte mi ha particolarmente colpito. La trovo una città faticosa.
    Ogni volta che scendi dalla metro per vedere un determinato monumento, ti ritrovi a dover camminare un sacco per raggiungerlo… ma va bene! Ci tornerò!

    1. Per me la prima volta è stata così. Su e giù dalla metro, senza riuscire ad assaporare la città vera. La seconda volta è stata molto meglio… Forse anche perché mi ero sposata qualche giorno prima!

    1. Per me non è stato amore a prima vista la prima volta che ci sono stata, ma la seconda è andata molto meglio!

  10. Sono stata in tutti questi posti a parte un paio che hai nominato!! Mi piacerebbe provare l’esperienza del battello sulla Senna 🙂 dovrò rimediare!!

  11. Ogni volta che leggo un articolo su Parigi mi emoziono sempre: è stata la città dove ho trascorso il mio viaggio di nozze. Mentre tutti andavano in posti esotici con mare e spiagge paradisiache io ho preferito trascorrere 15 giorni nella Città dell’Amore. Ho fatto la turista e ho fatto la parisienne. Rivedere i “luoghi da visitare assolutamente” mi fa sempre un bell’effetto.

    1. Che combinazione: anche noi siamo andati a Parigi per la nostra mini luna di miele dato che per quella vera abbiamo dovuto aspettare quasi un anno!

  12. Sono stata a Parigi due volte e sto già progettando la terza perché le cose da visitare a nella città dell’amore sono infinite e il tempo non sembra mai bastare! Mi segno la cena con vista!

    1. Non ti pentirai della cena al Ciel de Paris, soprattutto se hai una qualche occasione speciale da festeggiare

  13. Sono stata 2 volte a Parigi e l’ho visitata in lungo e in largo, ma le cose da vedere sono infinite e il tempo non basta mai. Di tutte le cose che hai citato ho saltato solo il Museo d’Orsay…sarà per la prossima visita!

    1. Hai ragione, è stato lo stesso per me. Due visite ma non abbastanza tempo per vedere tutto.

  14. Sono alla 29esima volta a Parigi(sia per lavoro che per piacere) e non ne sono ancora stanca. Ogni volta scopro qualcosa di nuovo che mi lascia senza fiato. Parigi è tantissimo da vedere e il tuo elenco è un buonissimo inizio!

  15. Di questi posti mi mancano i giardini, tutti, che per motivi di tempo mi sono persa. E il museo d’Orsay, che mi piacerebbe tantissimo visitare. Bellissima la libreria Shakespeare & Co! Da quanto ci sono stata ogni tanto compro dei libri dal loro sito internet.
    Invece per quanto ritarda il Moulin de la Galette, avevo prenotato un tavolo su consiglio dei miei genitori che ci sono stati diverse volte. La sera della prenotazione però abbiamo trovato tutto sbarrato: porte e cancelli chiusi, ma dalle finestre si vedevano sedie rovesciate a terra e tavoli con su piatti, bicchieri e tovaglioli in disordine. Insomma, come se fosse successo qualcosa di grave e tutti i clienti fossero scappati di corsa. Ancora oggi non so cosa però!

  16. Sono stata a Parigi tre volte, l’amo così tanto che la visiterei ancora. Tra i miei quartieri preferiti c’è Montmartre, infatti al primo soggiorno pernottavo lì 🙂

    1. Montmartre è intramontabile! L’ultima volta ho alloggiato al Quartiere Latino e mi sono trovata molto bene!

  17. Ho visto quasi tutte le attrazioni che hai descritto, però devo confessare che Parigi è una città che non mi prende, non saprei spiegarti perchè!

    1. A me aveva deluso la prima volta, ma l’avevo vista troppo di corsa e non ero riuscita a godermi davvero la città. Vissuta con un altro passo è stata tutta un’altra cosa!

  18. È vero che non basta una vita! Ci ho abitato due anni e ho girato tanto, ma poi a che serve se con il passare del tempo ti dimentichi e devi tornare di nuovo in un posto? 😅 Comunque… tra quelli che hai elencato voto il Pompidou, nel mio cuore da sempre ❤

    1. Vuoi dirmi che sei riuscita a mantenere ricordi belli della città nonostante tutto quello che è successo? Sei una forza!
      Io ci sono stata solo due volte e ci sono ancora tantissime cose che ancora non ho visto. Spero di tornarci presto!

  19. Quante volte bisogna tornare a Parigi per apprezzarla pienamente… Io ci sono stata un sacco di volte, eppure mi manca molto. Per esempio i musei: ho sempre rimandato il Louvre alla visita successiva…

    1. Assolutamente! Io ci sono stata solo 2 volte e sono tante le cose che ancora non ho visto! Ma è un’ottima scusa per tornarci, giusto?

  20. Quanto mi piace Parigi! Avevamo in programma di tornarci questa primavera con i bambini ma la pandemia ha fatto saltare i piani. Poco male, l’occasione non mancherà per perdersi tra le sue meraviglie. Una visita non basterà… bisognerà tornarci alla riapertura di Notre Dame. Grazie per questo tour in una città che adoro fin dal liceo!

    1. Dall’Italia Parigi è fattibile sempre, sono sicura che riuscirete a tornarci molto presto!

    1. Grazie. Ci sarebbe ancora così tanto da vedere ma se includo tutto scrivo un’enciclopedia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.