Alla scoperta del Lago di Garda: Sirmione

In quella che è da sempre terra di frontiera fra Lombardia e Veneto, sul lato meridionale del Lago di Garda e allungata verso il suo centro, si trova la splendida Sirmione. Uno dei posti più belli e caratteristici del Lago di Garda, oltre che una delle mete più turistiche del bresciano, Sirmione è incontro magico tra l’acqua turchese e una terra cantata dai poeti oltre duemila anni fa.

Bellissima meta turistica ma altrettanto amata dai locali, Sirmione sorge su una sottile lingua di terra che divide il basso Lago di Garda tra i golfi di Peschiera e Desenzano. Le vestigia romane e medievali e le acque termali rendono questo comune italiano un luogo di villeggiatura molto ambito e frequentato da vacanzieri di ogni età. Noi l’abbiamo scoperta in una fredda giornata d’inverno e ora vi racconto quello che dovete sapere per passare una splendida giornata nella magica Sirmione.

Con quale gioia e felicità ti rivedo Sirmione,
gioiello delle penisole e delle isole,
fra tutte quelle che il duplice Nettuno accoglie nei chiari laghi e nei vasti mari!
A stento credo di aver lasciato la Tinia e le terre bitinie
e di rivederti fuori da ogni pericolo.
Salve, o bella Sirmione, gioisci del tuo signore;
e gioite voi, o Lidie onde del lago: risuonate, risate tutte della casa.
– Caio Valerio Catullo

Sirmione

Dove parcheggiare a Sirmione

Il primo scoglio per chi si accinge a visitare Sirmione è dove parcheggiare la proprio auto, possibilmente senza lasciarci un patrimonio. Essendo la cittadina situata sulla punta di una penisola ed essendo il centro storico vietato alle auto, l’accesso a Sirmione è ristretto e le opzioni per il parcheggio abbastanza limitate. Mettetevi il cuore in pace: al 99,9% dovrete ricorrere a un parcheggio a pagamento. I posti auto gratuiti vicini al centro infatti sono limitati solo a una decina di posti sul Lungolago Armando Diaz, che naturalmente si riempiono prestissimo la mattina.

Per quanto riguarda i posteggi a pagamento, questi sono numerosi ma, soprattutto durante la bella stagione, si riempiranno velocemente. Tenete presente che più vi avvicinate al centro e più pagate, con le tariffe orarie che vanno dai 1,80 per i parcheggi più lontani (lungo la via XXV Aprile fino a Porto Galeazzi, a un paio di chilometri e passa dal centro) ai 2,20 per quelli più vicini (i principali sono il Parcheggio Monte Baldo e il Parcheggio GrifoParking).

Una valida alternativa durante il periodo estivo è l’utilizzo del servizio bus navetta che collega la frazione Colombare (Piazza Campiello) al Centro Storico (Largo Faselo). La navetta ha una frequenza di circa 15/20 minuti e un costo di € 1,00 se disponete già di  biglietto di corsa semplice acquistabile a terra al prezzo di oppure € 1,50 se acquistato direttamente a bordo autobus. La navetta impiega solo 7 minuti per raggiungere il centro, e dato che in zona Colombare i parcheggi sono gratuiti, quest’opzione è sicuramente tra le meno stressanti e costose.

Cosa vedere a Sirmione

Castello Scaligero

Il castello o rocca scaligera accoglie i visitatori al loro arrivo di Sirmione e non potrebbe dare un benvenuto migliore. Si tratta infatti di una delle più spettacolari e meglio conservate rocche scaligere del Garda, nonché straordinario esempio di fortificazione lacustre. Costruito nella seconda metà del ‘300 per volere della famiglia dei Della Scala di Verona all’ingresso del borgo medievale, appartiene al castello una darsena che ancora oggi racchiude una piccola porzione del lago. E, leggenda vuole, che il castello ospiti anche un fantasma!

Il castello è per fortuna visitabile ancora oggi. Dal cortile centrale si accede da un lato al mastio e ai camminamenti di ronda, e dall’altro al secondo cortile e alla darsena. La spettacolare vista che si gode dall’alto del mastio (alto 37 metri) e delle mura sul borgo di Sirmione, darsena e su tutto il lago vale senza dubbio la ripida salita per arrivare alla sua cima. Dal 2018 poi è visitabile anche la darsena (accompagnati da una guida), che solo nell’ultimo secolo è tornata ad ospitare le acque del lago. Due camminamenti percorrono la darsena su 3 lati e una nuova scala posta nella torretta di nord-est permette di ammirare il castello e il lago da una prospettiva tutta nuova!

Non adatto a passeggini e carrozzelle, che possono essere parcheggiati all’ingresso. Tenete a mente che per accedere al mastio e alle mura ci sono numerose scale ripide: se soffrite di vertigini o avete mobilità ridotta, probabilmente avrete difficoltà ad arrivare in cima.

Biglietti: € 6 euro ingresso singolo (€ 3 ridotto) o € 14  (€ 6 ridotto) con Grotte di Catullo di Sirmione e Villa Romana di Desenzano. La darsena è visitabile con biglietto aggiuntivo a € 2 e con accompagnamento da parte del personale del museo. Chiuso il lunedì – ultima entrata la domenica alle 12.45.

Centro storico

Il centro storico di Sirmione è un dedalo di viuzze, accompagnato da scorci sul lago e tavolini all’aperto in cui godersi un aperitivo o un caffè. Impossibile passeggiare per i vicoli acciottolati del centro e non imbattersi in una gelateria o in un negozio di souvenir: Sirmione è senza dubbio una località molto turistica! Ma il centro storico di Sirmione offre senza dubbio bellezze artistiche di inestimabile valore culturale, panoramiche di straordinaria bellezza e numerosi edifici religiosi di grande pregio storico.

Tra le attrazioni che meritano una visita nel centro storico c’è la Casa di Maria Callas, dove la Divina era solita passare le vacanze negli anni ’50 e il cui vero nome è Villa Meneghini, la Chiesa di San Pietro in Mavino, una chiesa antichissima che conserva alcuni affreschi molto importanti del ‘300, e la Chiesa di Santa Maria della Neve, che offre interessanti affreschi risalenti al ‘300 e ‘400. Se preferite invece una passeggiata più defilata e tranquilla, vi consiglio allora la passeggiata panoramica sul lungolago, la Passeggiata delle Muse, che dal centro storico giunge fino al Lido delle Bionde.

Terme di Sirmione

Per molti Sirmione è conosciuta in primis per le sue terme, considerate tra le migliori in Italia. La sua reputazione si deve soprattutto all’acqua termale sulfurea salsobromoiodica, conosciuta per le sue proprietà preventive e terapeutiche, in uso alle terme. Ma se le Terme di Sirmione visitabili oggi sono senza dubbio strutture moderne dotate di ogni comfort, il legame della città con le sue acque termali è vecchio di almeno 130 anni! Una lunga storia che collega il Rinascimento a oggi e all’offerta di Terme di Sirmione che comprende salute, benessere, ospitalità e prodotti a marchio. La struttura termale più conosciuta è senza dubbio l’Aquaria Thermal SPA, ma esistono anche altri due centri termali (più tradizionali e convenzionati con il Sistema Sanitario Nazionale) Virgilio e Catullo, oltre che i quattro hotel: il cinque stelle Grand Hotel Terme, i quattro stelle Hotel Sirmione e Promessi Sposi e Hotel Acquaviva del Garda e il tre stelle Hotel Fonte Boiola. Infine, per godere dei benefici delle terme anche a casa, esistono due linee composte al 100% di acqua termale: una curativa, Acqua di Sirmione, e una dedicata alla bellezza, Aquaria Thermal Cosmetics.

Grotte di Catullo

All’estremità settentrionale della penisola di Sirmione, si trovano le Grotte di Catullo, ma non lasciatevi trarre in inganno dal nome: l’area archeologica conserva in realtà i resti di un’imponente villa romana risalente al I secolo a.C. La sua caratterizzazione come “grotte” risale agli esploratori che per primi si imbatterono nel ‘400 nei resti della villa, ormai coperti dalla vegetazione, e li scambiarono per grotte naturali. Anche l’attribuzione della villa a Catullo non è esatta, poiché il poeta morì prima della sua costruzione. Insomma, un nome che non vi preparerà per niente allo spettacolo di questa antica dimora, collocata in una posizione eccezionale a dominare l’intero bacino del Lago di Garda. Il sito archeologico occupa un’area di circa 2 ettari ed è circondata da uno storico uliveto composto da oltre 1500 piante; infine, qui si trova anche il piccolo ma rilevante Museo archeologico di Sirmione, che espone reperti provenienti da Sirmione e da alcuni siti del basso Garda.

Non adatto a passeggini e carrozzelle: nonostante avessimo chiesto alla biglietteria e fossimo stati rassicurati che avremmo potuto vedere “la maggior parte” del sito con il passeggino, in realtà abbiamo dovuto constatare che la maggior parte del sito ha scale. I punti più belli sono accessibili solo tramite ripide scalinate e il terreno è in generale molto sconnesso e su ghiaia, quindi non raccomandabile a passeggini e carrozzelle.

Biglietti: € 8 ingresso singolo (€ 2 ridotto) o € 14 (€ 6 ridotto) con Castello Scaligero di Sirmione e Villa Romana di Desenzano. Chiuso il martedì.

Spiagge di Sirmione

Se visitate Sirmione in estate e avete abbastanza tempo a disposizione, sicuramente non dovete farvi mancare una capatina in una delle otto bellissime spiagge della cittadina. Alcune sono ben attrezzate con ogni genere di comfort e servizi, altre sono spiagge libere ma che meritano comunque una visita. La più popolare, e tra molti considerata la più bella di tutto il Lago di Garda, è senza dubbio il Lido delle Bionde, famosa per le sue acque cristalline e per i comfort che offre, tra cui anche uno dei migliori ristoranti di Sirmione, dove gustare ottime specialità di pesce in un luogo romantico. La più suggestiva però è, a mio avviso, l’esotica Spiaggia Giamaica, che si trova sulla punta della penisola di Sirmione, presso le Grotte di Catullo: la spiaggia è caratterizzata da imponenti e maestosi lastroni rocciosi, ed è raggiungibile esclusivamente quando le acque del lago sono più basse o con barca. Indubbiamente è una spiaggia da godersi a pieno! Se visitate Sirmione nella bella stagione, non dimenticatevi il costume da bagno perché le sue spiagge e acque limpide meritano davvero un tuffo!

Tour in barca

Sirmione è bella, bellissima, da qualsiasi punto la si guardi. Ma forse una prospettiva privilegiata è quella che la ammira dalle acque del lago che la circonda. Sono infatti moltissimi i tour della città che la circumnavigano in barca, tutti con partenza presso il porticciolo collocato sul Lungolago Armando Diaz, appena fuori dal centro storico. Sirmione Tours, Taxi-boat Sirmione, Bertoldi Boats e Sirmione Boats sono solo alcune delle compagnie che organizzano tour di gruppo intorno alla penisola di Sirmione per € 10 a testa per adulto (€ 5 ridotto) dalla durata di 25 minuti. Partendo dal porto del Castello Scaligero, le barche risalgono la penisola passando dalla Casa di Maria Callas, dal centro termale Aquaria e dalle Grotte di Catullo, per poi cercare tra le onde le bollicine che  indicano la sorgente sulfurea Boiola, da cui nasce la benefica acqua termale di Sirmione, prima di ritornare al porto.

E questo, in breve, è quello che non potete assolutamente perdervi in una giornata a Sirmione, una delle perle del Lago di Garda!

2 thoughts on “Alla scoperta del Lago di Garda: Sirmione

  1. Sfatiamo finalmente il luogo comune che il lago sia un luogo triste. Sirmione è un luogo e pieno di vita, oltre che colorato e stimolante. Concordo con le tue impressioni: sono sempre molto contenta di farci un giro quando posso.

    1. Ho passato tutta la mia infanzia facendo lunghi mesi di vacanza sul lago, percio’ forse e’ per questo che per me i laghi non sono per niente luoghi tristi! E il Lago di Garda ancora meno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.