Risparmiare a Sydney: come vivere low cost senza farsi mancare nulla

È grande, è lontana, è esotica: l’Australia è da diversi anni ormai la destinazione preferita per backpackers! Sono in moltissimi gli italiani, ma non solo, che ogni anno scelgono questo paese per trascorrere un anno o due con zaino in spalla e contanti limitati: grazie anche al Working Holiday Visa, è infatti possibile viaggiare in lungo e in largo per l’Australia fermandosi qua e là a lavorare per rimpinzare il portafoglio.

La maggior parte di questi viaggiatori prima o poi approderà anche a Sydney, una città che non sempre sa essere gentile con chi ha pochi mezzi economici a disposizione. Parliamoci chiaro: Sydney è una città cara, ma se avete condensato la vostra vita in una valigia e avete il portafoglio leggero, non temete! Riuscirete lo stesso a godere quanto di meglio questa città ha da offrire! Con questi miei 10 consigli è possibile risparmiare a Sydney senza farsi mancare nulla!

1.Come muoversi in città

Per una vita – e finché ho abitato in Italia – il biglietto della metro di Milano costava 1€… capirete quindi il mio shock quando sono arrivata a Sydney e mi è toccato pagare più di 3$ per una fermata di treno. Ebbene sì, i mezzi pubblici a Sydney non sono economici, ma vi costerà sicuramente meno prendere un treno o autobus rispetto a un taxi o Uber. Tra l’altro, usando la Opal card potrete beneficiare di sconti dopo 8 viaggi settimanali, quando raggiungete un certo tetto giornaliero o settimanale, e se viaggiate fuori dagli orari di punta. Se poi volete risparmiare ulteriormente, allora potete sempre comprarvi una bicicletta usata (quelle nuove sono piuttosto care) o andare a piedi!

risparmiare a Sydney
Il traghetto è il mezzo di trasporto pubblico più costoso ma anche il più caratteristico

2. Imparate gratis

Sydney è una città che offre tantissimi corsi e classi, ma questi tendono a essere molto costosi. Per fortuna molte biblioteche e comuni offrono lezioni di inglese – ma non solo – gratis: approfittatene! Queste sono solitamente tarate per i nuovi arrivati – come quelle offerte dal Sydney MCS – e forniscono una formazione di base per chi magari proprio l’inglese non lo mastica. Per farvi un’idea di tutti i corsi gratis disponibili online, guardate qui e se non trovate quello che cercate, provate a informarvi con il vostro comune o biblioteca.

3. Attrazioni

In una città tendenzialmente molto cara, è bello che molte delle principali attrazioni di Sydney siano gratuite! Prendiamo l’Opera House ad esempio: ammirarla da fuori è ovviamente gratis, ma potete anche visitarla dentro senza pagare un centesimo durante l’open day annuale. Attraversare l’Harbour Bridge non vi costa niente, così come visitare il Museum of Contemporary Art e l’Art Gallery NSW. E se ancora non vi basta, potete visitare la Government House con un tour gratuito, i Royal Botanic Gardens sono aperti a tutti gratuitamente, così come l’historic precint di Cockatoo Island. Siete in cerca di altro? Leggete qui per altre idee!

I Royal Botanic Gardens: tra le tante attrazioni della città assolutamente gratis!

4. Coupon e sconti

Agli info point sparsi in giro per la città, ma anche in molti hotel e ostelli, trovate la guida di Sydney, che, oltre ad essere molto utile come guida, offre anche coupon di sconti alla fine. Appena potete, andate in un Visitor Centre e chiedete informazioni e brochure per le varie attrazioni turistiche ed escursioni che vi interessano: spesso infatti ci sono sconti o convezioni in particolari giorni della settimana, oppure potete acquistare un pacchetto per varie attrazioni a prezzi vantaggiosi. Basta fare un minimo di ricerca e si riesce facilmente a risparmiare a Sydney pur facendo un sacco di esperienze e visitando tante attrazioni!

5. Natura

Molte delle attrazioni più belle di Sydney sono naturali: spiagge, parchi nazionali, fiumi, colline, ecc. Se escludiamo il costo del trasporto (o quello di ingresso auto in alcuni parchi nazionali), tutta questa meraviglia è a vostra disposizione assolutamente gratis! Se poi riuscite a visitare i luoghi più lontani – come le Blue Mountains o la Central Coast – la domenica (quando il tetto massimo per usare i mezzi di trasporto è 2.5$), ecco che vi verrà fuori una bellissima gita a quasi costo zero!

Le Blue Mountains: bellezza assolutamente gratis

6. BBQ e BYO

Se volete integrarvi in Australia e risparmiare, imparate subito questi acronimi. Il primo sta per barbecue, che in Italia trovate praticamente in ogni parco e in ogni spiaggia, solitamente gratis e a disposizione di chiunque. Se siete in ostello o comunque non avete accesso a una cucina, invece che mangiare fuori a ogni pasto spendendo una fortuna, andate al supermercato a comprarvi della carne economica e fatevi un bel barbecue all’aria aperta. Più australiano di così! Il secondo termine sta invece per “bring your own“: in questo caso è relativo a quei ristoranti in cui potete portare il vostro vino a costo zero o quasi (in alcuni casi vi faranno pagare il corkage, ma si tratta comunque di una manciata di dollari soltanto). Se volete risparmiare a Sydney ma senza negarvi un bicchiere di vino con la cena, acquistate una bottiglia in un bottle shop e portatevela a cena! Non sarete gli unici, credetemi!

7. Shopping

Vuoi per i limiti del bagaglio in aereo, vuoi per le diverse stagioni, vuoi per quell’aumento di peso che spesso va di pari in passo con il trasferimento all’estero, potreste trovarvi costretti a rifarvi il guardaroba, o per lo meno a comprare qualche capo nuovo. Non disperatevi: Sydney è piena di mercatini in cui potrete facilmente trovare splendidi capi d’abbigliamento e accessori a poco prezzo, nuovi o di seconda mano. I mercatini si tengono solitamente il sabato mattina e ce ne sono sparpagliati per tutti i sobborghi: Glebe, Rozelle, Kirribilli, Paddington, Surry Hills sono solo alcuni dei quartieri in cui trovarli! Se invece siete in cerca di souvenirs a buon mercato, allora recatevi da Paddy’s Markets in Haymarket: non troverete scelta migliore a prezzi così bassi!

Glebe Market

 8. Limitate i vizi

Se da mesi cercate di smettere di fumare e proprio non ci riuscite, venire in Australia potrebbe darvi l’incentivo giusto per riuscirci! Sigarette e tabacco hanno costi da capogiro, che si aggirano dai 15$ ai 26$ a pacchetto, il tabacco dai 25$ ai 60$. La stessa cosa può essere detta per gli alcolici, birra e vino, che tra l’altro possono essere acquistati solo nei negozi per alcolici – chiamati Bottle shops. Insomma, se vi portate dietro dall’Italia questi visti e avete intenzione di continuarli Down Under, preparatevi a pagare cifre molto altre; se invece avete un budget limitato e volete risparmiare a Sydney, è la volta buona che riuscite a smettere di bere e fumare!

9. Ostelli

Beggers can’t be choosers“, si dice in Australia. Sydney è una città in cui gli alloggi sono piuttosto cari, anche quelli condivisi e se avete un budget limitato dormire in ostello potrebbe essere la scelta più sensata. Non solo la maggior parte degli ostelli (e ce ne sono tantissimi in città) si trovano in pieno centro – riducendo o eliminando il costo dei trasporti -, ma questi solitamente offrono sconti su attrazioni e tour per i propri ospiti. Tra l’altro ostello non equivale sempre a feste o dormitori: ci sono alcuni ostelli a Sydney, tra cui il Sydney Harbour YHA, che offrono ottime stanze doppie o singole a prezzi abbordabilissimi, oltre che a spazi in comune tenuti molto bene e panorami da hotel a 5 stelle!

Sydney Harbour YHA
La terrazza del Sydney Harbour YHA, un ostello a 5 stelle!

10. Tap water

Mi aveva stupito già all’epoca in America, ma anche qui in Australia le bottigliette da mezzo litro d’acqua possono costare tranquillamente sui 3-3,50 $ e spesso sono molto più care delle bibite. Un modo semplice e veloce per risparmiare è comprarvi una bottiglietta da poter riutilizzare e riempirla in una delle tante fontane che si trovano nei parchi e nelle spiagge. Inoltre, se andate in un qualsiasi locale, sappiate che l’acqua di rubinetto è gratis e vi verrà sempre data l’opzione di chiederla. Non vi vergognate ad ordinarla: lo fanno tutti, i gestori sono obbligati a fornirla ed è un ottimo modo per risparmiare a Sydney!

Sydney è una città costosa, su questo non ci piove. Se siete studenti, backpackers, tra un lavoro e l’altro, o semplici viaggiatori di passaggio con un occhio al portafoglio, ecco che magari vi preoccuperete di come sopravvivere in città. Ma spero con questi miei consigli su come risparmiare a Sydney di essere riuscita a rassicurarvi un po’! Si può godere lo stesso della bellezza di Sydney anche con un budget limitato!

One thought on “Risparmiare a Sydney: come vivere low cost senza farsi mancare nulla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.