Perché visitare l’Adelaide Zoo

Avendo aperto i battenti nel maggio 1883, l’Adelaide Zoo è il secondo zoo più vecchio d’Australia dopo quello di Melbourne. Per questo all’interno dello zoo sono presenti cinque edifici che sono stati riconosciuti come luoghi dall’eredità storica importante dal governo dell’Australia Meridionale, tra cui l’ingresso su Frome Road e la vecchia casa degli elefanti. Attualmente lo zoo ospita 300 specie native ed esotiche, per un totale di oltre 1800 animali, ed è gestito oggi senza scopo di lucro. L’Adelaide Zoo è anche un giardino botanico dalla flora sia nativa che esotica di rilievo, come ad esempio il fico della baia di Moreton piantato nel 1877.

So che non tutti approvano i parchi zoologici come quello di Adelaide, ma in questo post voglio presentarvi alcuni peculiarità che vi convinceranno spero a visitare l’Adelaide Zoo.

Panda gigante

Wang Wang è nato il 31 agosto 2005 e Fu Ni il 23 agosto 2006, entrambi al Woolong Giant Panda Research Centre della Cina e sono arrivati all’Adelaide Zoo nel novembre 2009. Wang Wang e Fu Ni sono l’unica coppia di panda giganti da riproduzione dell’Australasia, anche se fino ad ora lo zoo non ha avuto molto successo nel farli accoppiare… Parte di un network internazionale di ricerca, conservazione e riproduzione del panda gigante, lo zoo di Adelaide è uno tra soli 27 zoo in 21 paesi (e l’unico in Australia) ad ospitare questi magnifici animali.

E se avete sempre sognato di poter ammirare da vicino questi giganti buoni, grazie al VIP Panda animal encounter potete farlo! Quest’esperienza vi permetterà di andare dietro le quinte con i loro custodi e incontrare quest’adorabile coppia. Certo, il pacchetto non è proprio a buon mercato, ma quando mai vi ricapita la possibilità di dare la colazione a un panda gigante?

visitare l'Adelaide Zoo

Uccelli

In passato, e in realtà quasi fino al giorno d’oggi, l’Adelaide Zoo era famoso per avere la migliore collezione aviaria di tutti gli zoo australiani. Ma il suo coinvolgimento con il mondo aviario non è sempre stato positivo: intorno alla metà ‘900 infatti, lo zoo era coinvolto nel commercio di uccelli vivi e il 99% dei pennuti australiani destinati all’esportazione passava da Adelaide. In un momento storico in cui la necessità di proteggere la fauna nativa australiana – e gli uccelli in particolare – e controllare il loro commercio diventava sempre più ovvio, l’Australia Meridionale tentennava, ritardando la promulgazione di leggi al riguardo. Bisognerà aspettare fino agli anni ’60 prima che l’amministrazione dell’Adelaide Zoo recuperi la credibilità persa e lo zoo torni a esercitare il proprio ruolo di protettore degli animali.

E sapete qual è stata la punta di diamante della collezione aviaria dell’Adelaide Zoo per quasi 150 anni? La sua famiglia di fenicotteri rosa! Me li ricordo dalla mia prima visita allo zoo nel 2011, ma non avevo idea che i fenicotteri fossero in mostra allo zoo fin dal 1885! Originariamente erano 10 i fenicotteri ospitati, ma la maggior parte morì durante la siccità del 1915. Ne rimanevano solo due nel 2014, quando quello che era considerato il più vecchio fenicottero al mondo – alla veneranda età di 83 anni – morì, seguito, nell’aprile 2018 dall’ultimo superstite. Tristemente da allora l’Adelaide Zoo non ha più ospitato i fenicotteri!

Adelaide zoo
Uno degli ultimi due fenicotteri rimasti

Oggi, nella collezione aviaria dello zoo, spunta in particolare il magnifico ara giallo e blu, Manu: nato nel 2001 e arrivato ad Adelaide l’anno dopo, da più di 10 anni intrattiene i visitatori con il suo spettacolo di volo libero, in cui plana con grazia e bellezza sopra il prato centrale dello zoo. Manu è estremamente intelligente, ha una bellissima relazione con i suoi custodi e si diverte un mondo a mettere in mostra tutte le sue abilità aeree durante il suo spettacolo quotidiano.

Animali del sud-est asiatico

Lo zoo ha da sempre un interesse particolare per la fauna del “supercontinente” Gondwana, che si sarebbe poi separato nell’America del Sud, India, Africa, Australia e sud-est asiatico. Queste regioni infatti sono simili dal punto di vista botanico, e queste somiglianze sono messe in mostra dallo zoo nelle voliere delle foreste pluviali dell’Australia e sud-est asiatico, in cui potete passeggiare liberamente per avere un’esperienza a 360°.

Lo zoo presenta poi un’altra esibizione del sud-est asiatico, che ruota intorno al ficus centenario dove abitano i bellissimi orangutanghi di Sumatra con i buffi siamanghi. Pensate che Puspa, l’unica femmina di orangutango rimasta allo zoo dopo la morte di Karta, è nata nel 1975 e comincia ad essere una signora di una certa età! Scherzi a parte, è un animale veramente bellissimo e potete incontrare lei e il suo partner  Kluet da vicino tramite la Meet the Primates animal experience. Altri animali della regione che potrete vedere sono gli strani tapiri della Malesia insieme ai presbiti dagli occhiali. Lo sapevate che i tapiri sono geneticamente molto vicino a cavalli e rinoceronti?

visitare l'Adelaide Zoo

Wild Nights

Se vivere lo zoo di giorno non è abbastanza, sappiate che l’Adelaide Zoo vi offre la possibilità di passare anche la notte tra gli animali, nei mesi più caldi dell’anno. Un safari notturno vi attende, in cui avrete modo di incontrare alcuni animali da vicino, seguito da una cena a base di barbecue e una notte da passare in una tenda da 2 persone nel giardino sul tetto, da cui ammirare tutto lo zoo. La mattina troverete una colazione continentale ad aspettarvi, seguita dalla possibilità di incontrare i magnifici panda grazie alla Panda and Friends Behind the Scenes Experience. Il secondo giorno poi avrete anche accesso allo zoo per tutto il giorno! Sicuramente un’esperienza come nessun’altra, ma se volete farla anche voi affrettatevi, perché i biglietti vanno a ruba appena vengono messi in vendita!

Fatti curiosi

Nel settembre 1909 un serpente ospitato dallo zoo ingerì un tappeto che pesava 12 pounds, che rimase indisturbato nello stomaco del rettile fino a quando fu rimosso un mese dopo.

Il giorno della Festa della Mamma nel 2009, l’orangutango Karta portò a termine un piano di fuga alquanto geniale: disattivò il recinto elettrificato con un legno e costruì una rampa con piante e altro materiale vegetale per scalare il muro. Dopo un periodo di libertà, rientrò spontaneamente nel suo recinto senza alcun danno.

visitare l'Adelaide Zoo

Ed eccovi alcune delle peculiarità che, a mio parere, dovrebbero spingervi a visitare l’Adelaide Zoo durante la vostra prossima visita in città!


Adelaide Zoo
www.adelaidezoo.com.au
Frome Road, Adelaide SA 5000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.