Visitare la Daintree Rainforest, nel Queensland tropicale

La foresta pluviale della Daintree è un museo vivente, dato che è vecchia di centinaia di milioni di anni, e alcune delle specie di flora e fauna ancora in vita all’interno della foresta sono davvero fossili viventi. Si tratta di un ecosistema di 1200 chilometri quadrati, ed è più vecchio e diverso anche di quello della Foresta Amazzonica! Sono migliaia i tipi di uccelli, piante, fiori, marsupiali, rettili e insetti assolutamente unici di questo angolo di Queensland, e poterli vedere nel loro ambiente naturale è assolutamente un privilegio. La foresta è enorme e sono moltissimi i punti di accesso, oltre che ai tour che vi permettono di esplorarla.

Ecco la mia piccola guida per visitare la Daintree Rainforest, nel cuore del Queensland tropicale.

Raggiungere la Daintree Rainforest

Il Daintree National Park si trova tra gli 80 e i 150 chilometri a nord di Cairns ed è facilmente raggiungibile in auto da Cairns o Port Douglas percorrendo la scenografica Captain Cook Highway. Non esistono mezzi pubblici che vi portano in questo angolo di Queensland, e tour organizzati sono la vostra unica alternativa al guidare voi stessi.


Leggi anche: Breve guida a Cairns

La Daintree Rainforest è divisa in due sezioni: Mossman Gorge and Cape Tribulation. La prima sezione ruota intorno al Mossman Gorge Centre, da cui ogni 15 minuti partono pulmini elettrici che portano i visitatori a scoprire circa 2 chilometri di parco (le auto private non sono ammesse nel parco tra le 8 e le 18). Da qui partono poi vari sentieri che si addentrano nel cuore della foresta, di lunghezza varia, ma in generale tutti molto facili come terreno e pendenza; è inoltre possibile partecipare a delle dreamtime walks, ovvero tour guidati indigeni volti a esplorare come l’ecosistema della Daintree ha sostenuto le popolazioni aborigene Kuku Yalanji per millenni.

La seconda parte del parco invece inizia al Daintree River, fino a Cape Tribulation: è qui che la Daintree Rainforest incontra l’oceano e ci sono diverse passeggiate che portano dalla foresta direttamente in spiaggia, come quella a Myall Beach. In questa sezione si trova il rinomato Daintree Discovery Centre, un ottimo punto di partenza per scoprire questo straordinario ecosistema, soprattutto se avete poco tempo a disposizione. A Cape Tribulation  finisce la strada asfaltata e a nord di questa cittadina si può proseguire solo in 4×4 fino a Bloomfield.

Visitare la Daintree Rainforest

Gli animali della Daintree Rainforest

Il Daintree National Park è casa per un gran numero di animali endemici – ovvero che non si trovano da nessun’altra parte del mondo. Ad esempio qui vivono i canguri arboricoli e i simpatici quoll, ma tra i tantissimi animali che popolano questa foresta, i più caratteristici sono sicuramente i coccodrilli e i casuari. Quest’ultimi sono in via d’estinzione – anche grazie ai maiali selvatici che infestano la foresta e divorano le preziose uova di questo animali – e un incontro con questo enorme uccello parente dello struzzo e dell’emù è davvero un evento estremamente raro, oltre che pericoloso. I casuari infatti evitano i contatti con gli uomini a meno che non si sentano minacciati, e in quel caso i maschi possono diventare estremamente aggressivi e con il loro lungo artiglio possono infierire ferite anche mortali. Detto questo, se riuscirete ad ammirare questo splendido animale nel suo ambiente naturale, sarete stati davvero fortunati e sarà stata sicuramente un’esperienza memorabile. Noi, ahimè, non abbiamo avuto la fortuna di fare questo incontro purtroppo…

Per quanto riguarda i coccodrilli invece, il luogo migliore per vedere i primi è senza dubbio lungo il fiume Daintree. Anche qui c’è un’ampia scelta di tour che vi porteranno su e giù lungo il fiume alla ricerca dell’infausto rettile: tra le varie agenzie, noi abbiamo scelto Crocodile Express, perché questa compagnia offre la possibilità di fare un secondo giro in barca, da fare entro un mese dal primo. Con due diversi punti di partenza, i tour coprono ben 12 chilometri di fiume, offrendo una maggiore possibilità di vedere coccodrilli. Tenete a mente però che questi animali sono al 100% selvatici e non c’è modo di prevedere se, dove e quanti ne riuscirete a vedere durante l’escursione. Potreste però vedere altri animali tra le moltissime specie di uccelli, serpenti, rane che popolano questa zona. Se, come noi, siete da queste parti solo in giornata, fate il primo giro in barca la mattina presto dal punto di partenza vicino al traghetto, e il secondo al pomeriggio dal Daintree Village.

Le piante primitive della Daintree Rainforest

12 delle 19 famiglie di piante primitive al mondo si trovano nella Daintree Rainforest e sono conosciute come “dinosauri verdi”. Scampate alle ere glaciali che hanno colpito il pianeta, diverse specie di piante si trovano ora esclusivamente in aree molto isolate all’interno della foresta. Alcune, come il Noahdendron nicholasii e l’Idiospermum australiense – scoperti nella Daintree rispettivamente nel 1981 e nel 1972 – non esistono da nessun’altra parte al mondo e la loro presenza in questo angolo di Queensland ha sicuramente contribuito a rendere la Daintree patrimonio dell’umanità.

Gli amanti della botanica troveranno davvero il loro paradiso da queste parti e sicuramente potranno apprezzare a pieno l’importanza di queste piante primitive – che ancora oggi ci permettono di capire e studiare l’evoluzione delle piante da fiore, iniziata 120 milioni di anni fa. Ma anche i comuni mortali che di piante e botanica ci capiscono poco rimarranno a bocca aperta davanti alla vastità e alla primordialità della vegetazione della Daintree.

Visitare la Daintree Rainforest

Le località della Daintree Rainforest

Impossibile chiamarle cittadine, ma anche paesi mi sembra esagerato. Si tratta più che altro di agglomerati di case con qualche servizio pubblico!

Cape Tribulation

Questo promontorio ottenne il suo nome nefasto nel 1770 quando il Capitano James Cook colpì la barriera corallina al largo del Capo, forando lo scafo dell’Endeavour. Oggi, per raggiungere Cape Tribulation bisogna attraversare il Daintree River e l’unica opzione è usare la chiatta funicolare che attraversa il fiume in neanche 5 minuti. Il traghetto è in funzione ogni giorno dalle 5 del mattino a mezzanotte e costa 17$ a tratta o 30$ ritorno per macchina. E proprio questo è il punto più a nord della costa est raggiungibile su strada asfaltata: da qui in poi troverete solo sterrato!

Arrivati a Cape Tribulation troverete 2 interpretive walks: la Dubuji Boardwalk (1.8 km di passerelle attraverso la foresta e le mangrovie, che finisce a Myall Beach) e la Maardja Botanical Walk (composta da passerelle e sentiero nella foresta costiera, a 10 minuti a sud della cittadina). La cittadina di Cape Tribulation non offre granché, ma vi consiglio Mason’s Cafè per i loro hamburger esotici, il loro watering hole nella foresta e un pezzo di storia: i Mason infatti sono stati i primi bianchi a stabilirsi nella valle nel 1932 e per molti anni la loro barca era l’unico mezzo di trasporto da e per la zona del Cape.

Visitare la Daintree Rainforest
Cape Tribulation

Daintree Village

Il Daintree Village è l’originale insediamento della regione, stabilito dai tagliatori di  legno nel 1870. Oggi è un villaggio bizzarro nel cuore della foresta, lungo il Daintree River, ed è il  luogo di partenza perfetto per esplorare la foresta e il fiume in cerca di coccodrilli. Qui si trovano un pub, un piccolo “supermercato”, alcuni ristoranti e negozi e gallerie d’arte, oltre a varie agenzie che organizzano tour della zona.

Mossman

Questa piccola cittadina ruota intorno al mulino che macina lo zucchero delle canne da zucchero di tutta la regione. Qui si trovano vari negozi – incluso un vero e proprio supermercato -, ristoranti e alloggi, che rendono Mossman il più grande centro commerciale tra Port Douglas e Cooktown. Mossman Gorge è a 10 minuti dal paese ed offre stupende passeggiate nella foresta e laghetti dove nuotare.

Ed eccovi la Daintree Rainforest in breve: un angolo di Queensland, di Australia e di mondo assolutamente unico e importante nel suo genere. Io purtroppo ho avuto solo modo di esplorarla in un solo giorno, tempo decisamente non sufficiente ma abbastanza per capire quanto spettacolare sia!


Post scritto in collaborazione con il Daintree Discovery Centre

8 thoughts on “Visitare la Daintree Rainforest, nel Queensland tropicale

  1. Concordo con il commento precedente… È davvero un viaggio da sogno con scenari incredibili, soprattutto per noi che leggiamo dall’Italia. Chissà se visiterò mai l’altra parte del mondo, intanto mi riempio gli occhi e il cuore con questi bellissimi post!

    1. Grazie mille Letizia. Pensa che non sono neanche poi tanti i turisti che arrivano fin qua in questo angolo di Queensland ed è un vero peccato -per loro, ma forse un beneficio per la natura

    1. Ci sono piante che davvero ti lasciano a bocca aperta… e lo dice una che preferisce mille volte la fauna alla flora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.