Come trascorrere 5 giorni a Città del Messico

Città del Messico, una megalopoli di più di 9 milioni di abitanti, è spesso ignorata come destinazione turistica dai milioni di turisti che ogni anno arrivano visitano il Messico. Per noi invece è stata la prima tappa del nostro viaggio on the road attraverso il paese che abbiamo fatto per la nostra luna di miele. Essendo stata la nostra prima destinazione in Messico, questa città dai mille volti ha un po’ dettato il tono per il resto della vacanza, preparandoci a tutto il meglio che questo incredibile paese ha da offrire.

A seconda del tempo che avete a disposizione, potete ovviamente scegliere di trascorrere più o meno tempo nella capitale. Personalmene, abbiamo trascorso 5 giorni a Città del Messico, tempo perfetto per esplorare tutte le principali attrazioni e i quartieri più interessanti che questa città ha da offrire. Eccovi il nostro itinerario.

Giorno 1: Centro Storico

Un viaggio a Città del Messico non può che cominciare con il suo centro storico, patrimonio dell’UNESCO dal 1987. Al cuore del centro si trova, Plaza de la Constitución, meglio conosciuta come lo Zócalo, una delle più grandi piazze al mondo, costruito sopra quello che fu il centro nevralgico di Tenochtitlán, la capitale della cultura azteca. Imperdibile una visita al Templo Mayor, che conserva i resti dell’antico e imponente tempio preispanico, e alla Cattedrale Metropolitana, che fu appunto costruita sulle rovine del tempio. Il Palacio Nacional è un’altra delle attrattive che non potete perdervi, soprattutto per la serie dei famosi murales di Diego Rivera che lo adornano, e che potete ammirare anche alla Secretaría de Educación Pública. Dallo Zócalo percorrete Calle Madero e arrivate allo splendido Palacio de Bellas Artes, ancora più bello se visto dall’alto della Torre Latinoamericana.


Leggi Anche: nel centro storico il passato riemerge

Cattedrale Metropolitana
Palacio de Bellas Artes
Templo Mayor

Giorno 2: Chapultepec e Museo Nacional de Antropología

Il Bosque di Chapultepec è il polmone verde di Città del Messico e qui i residenti si riversano in massa la domenica (consiglio: da evitare questo giorno se non amate la folla). In questa area potete trovare un giardino botanico, uno zoo (gratis ma molto triste a mio avviso) e svariati laghi in cui potete uscire in pedalò o barca a vela, ma anche dedicarvi alla visita di mostre culturali e sedi museali, come l’imponente Museo de Antropología e Historia. Questo enorme museo (impossibile visitarlo come si deve in un giorno solo) conserva e presenta in modo splendido le tracce del passato del Messico, dalle tribù nomadi preistoriche fino alla conquista spagnola. Respirate a fondo e dirigetevi verso la sommità della collina al centro del bosco, sulla quale sorge il magnifico Castillo de Chapultepec, che in passato fu palazzo imperiale e residenza presidenziale, oggi sede del Museo Nacional de Historia.


Leggi Anche: a spasso per Chapultepec, tra natura e storia

Vista sul Bosque de Chapultepec e sulla città dal Castillo
Il Castillo de Chapultepec

Giorno 3: San Angel & Coyoacan

Per gli appassionati di arte Città del Messico è insolubilmente legata a due artisti che hanno fatto tanto scalpore sulla scena internazionale ma del cui genio artistico non si può assolutamente dubitare: Frida Kahlo & Diego Rivera. I quartieri di San Angel & Coyoacan hanno fatto da sfondo alla vita sentimentale, artistica e politica di Frida & Diego, e valgono una giornata da soli. A San Ángel si trovano le case gemelle dove i due artisti hanno vissuto tra il 1934 e il 1940. Proseguendo da San Ángel lungo Avenida de la Paz che poi diventa la splendida Avenida Francisco Sosa, arrivate a Coyoacan, dove si trova la “Casa Azul”, dove Frida nacque, visse e morì. Per volontà di Diego, dopo la morte della pittrice, la casa fu trasformata in un museo e tutto è rimasto esattamente com’è stato lasciato all’epoca. E se avete ancora un po’ di tempo, potete visitare anche la Casa Museo Leon Trotsky, dove il rivoluzionario russo amico di Frida e Diego visse durante il suo esilio in Messico e dove fu assassinato nel 1940.


Leggi Anche: La Città del Messico di Frida e Diego: San Angel & Coyoacan

Le case gemelle di San Ángel
Plaza Hidalgo, Coyoacan
La Casa Azul di Frida

Giorno 4: Teotihuacan

Anche nota come Città degli Dèi, Teotihuacàn custodisce le vestigia di una delle civiltà più antiche dell’America Centrale. Situata nella Valle del Messico, a circa 40 Km a nordest di Città del Messico, è un’imperdibile gita fuori porta dalla capitale, che potete fare in completa autonomia o tramite tour guidato. Nonostante l’antica città di Teotihuacàn ricoprisse oltre 36 km2, al giorno d’oggi quello che è visitabile del sito giace tutto intorno alla Calzada de los Mueros, su cui si affacciano tutti i maggiori e più famosi monumenti di Teotihuacàn. L’attrazione principale del sito, è sicuramente la Piràmide del Sol, la terza piramide più larga al mondo, dopo quella di Cheope in Egitto e quella di Cholula in Messico. Speculare a quella del Sole si trova la Piràmide de la Luna, più piccola della prima ma dalle dimensioni più proporzionate. Altre attrazioni del sito sono il Palacio de los Jaguares, il Palacio de la Quetzalpápalotl e la Ciudadela.


Leggi Anche: Il sito di Teotihuacàn a Città del Messico

Piràmide del Sol
Dettagli della Citadel
La Calzada de los Mueros e la Piramide de la Luna visti dalla Piramide del Sol

Giorno 5: Xochimilco

Il quartiere di Xochimilco è patrimonio dell’UNESCO dal 1987 insieme al centro storico di Città del Messico. Questo quartiere è famoso tra i turisti per il suo parco turistico lacustre di grandissimo fascino percorribile attraverso i suoi canali su barche dai colori sgargianti e per il suo strabiliante mercato dei fiori. Non per niente, il nome del quartiere significa proprio “nel campo di fiori”! Una vera e propria oasi di colore nel mezzo della megalopoli che è Città del Messico! Navigando i canali a bordo di una tradizionale trajineras (barche dal fondale piatto adatte a questi canali poco profondi) potete scoprire le chinampas, piccole isole artificiali usate per coltivare fiori, verdure e piante ornamentali e scoprire di più sul passato del quartiere, un tempo dominato dall’acqua, e sull’ecosistema unico che lo ha reso patrimonio dell’umanità.

From Wikimedia Commons, the free media repository

Ed eccovi il nostro itinerario per trascorrere 5 giorni a Città del Messico. Se avessimo avuto uno o due giorni in più avremmo incluso nell’itinerario anche una tappa a Puebla (come gita in giornata oppure con una notte in città), ma siamo sicuramente contenti del tempo passato a Città del Messico e non possiamo che consigliarvi di visitare questa vibrante città se ne avete l’occasione!

6 thoughts on “Come trascorrere 5 giorni a Città del Messico

  1. ALtro che ignorarla, la città è bellissima… come del resto tutto il Messico! Resta uno dei miei tanti sogni di viaggio che chissà se riuscirò mai ad avverare, ed ha davvero un posto nel mio cuore. Teotihuacan sembra davvero un luogo magico e suggestivo… che meraviglia!

    1. A me Citta’ del Messico e’ piaciuta davvero tantissimo, ma tutto il resto del Messico ancora meglio!

  2. Sono stata in Messico, qualche anno fa. Atterrata a Cancun, ho viaggiato nello Yucatan e poi nel Chiapas. Una tappa a Città del Messico era prevista, ma poi per varie ragioni ho deciso di andare verso sud e scoprire le bellezze del Guatemala. Prima o poi devo tornare nel Paese, anche per Città del Messico!

    1. Sicuamente il Guatemala è valso la visita! Non vedo l’ora di tornare in Centro e Sud America per scoprire altri affascinanti paesi!

  3. Se chiudo gli occhi e penso al Messico, la prima immagine che mi viene in mente, è quella che sogno fin da bambino:la siesta.
    A parte questo, devo dire che hai descritto molto bene il tuo tour e inserito delle foto davvero belle…
    Mi piacerebbe molto visitare il Messico e la capitale rientra sicuramente nel programma. Anche perché bisogna fare delle scelte di mete

    1. Devo dire che a Città del Messico di gente che faceva la siesta non ne ho vista in giro… ma forse nella capitale è normale!
      A parte gli scherzi, se ne avrai occasione ti consiglio tantissimo di visitare il Messico, perchè è un paese davvero stupendo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.