Visitare le Cascate del Niagara

La maggior parte dei turisti che visitano USA e Canada lo fanno in cerca di quella bellezza naturale e quegli spazi immensi che hanno reso l’America Settentrionale così famosa in tutto il mondo. Ma per trovarla spesso bisogna allontanarsi dalle principali città e “lasciarsi la civiltà alle spalle”… Un’attrazione in particolare, invece, condivisa proprio da entrambi i paesi, permette di ammirare da vicino uno degli spettacoli più incredibili al mondo senza allontanarsi troppo da mete turistiche più urbane: le Cascate del Niagara.

Collocate a soli 31 km da Buffalo o 130 km da Toronto, le Cascate del Niagara sono una destinazione perfetta sia per chi visita il nord-est degli USA oppure il sud-est del Canada. Esistono molti tour che le raggiungono in giornata dalle principali città della zona – e sicuramente vale la pena di vederle anche solo per un giorno, come d’altronde abbiamo fatto noi – ma se avete una macchina a vostra disposizione, questa di permetterà di visitare questa regione con più calma e libertà.

Eccovi tutto quello che dovete sapere prima di visitare le Cascate del Niagara.

Qualcosa di più sulle Cascate del Niagara

Le Cascate del Niagara si trovano nel Nord America, al confine tra la provincia dell’Ontario in Canada e lo stato di New York in USA, sull’estremità meridionale della gola del fiume Niagara, un fiume che scorre dal Lake Eire verso il Lake Ontario, due immensi laghi “in comproprietà” tra Stati Uniti e Canada. Le Cascate del Niagara in sono composte da tre cascate diverse: sul lato canadese si trovano le imponenti Horseshoe Falls, mentre sul lato USA di trovano le American Falls e le più piccole Bridal Veil Falls.

Geologicamente, le Cascate del Niagara nacquero come risultato di due diversi fenomeni: il ritirarsi dei ghiacciai durante l’ultima era glaciale e l’afflusso d’acqua dalla neonata regione dei Grandi Laghi, che scolpì un lungo percorso attraverso la scarpata del Niagara in direzione dell’Oceano Atlantico.

Quello che ne risultò sono delle cascate non eccezionalmente alte (solo 51 metri), ma stupefacenti dal punto di vista dell’ampiezza e vastità, tale da registrare il più alto flusso d’acqua nel mondo. L’impressionante portata delle Cascate del Niagara è infatti di 2270 litri d’acqua al secondo, che viaggiano a una velocità di 65 chilometri per ora… che rappresenta 1/5 di tutta l’acqua dolce del mondo!

Da che lato visitare le Cascate del Niagara?

Normalmente chi visita le Cascate del Niagara sceglie di farlo da un lato solo, perché per vederle da entrambi bisogna passare la frontiera tra USA e Canada, che richiede il visto. In occasione della nostra visita però, essendo già in possesso del visto USA, siamo riusciti ad attraversare la frontiera a piedi – ovvero, abbiamo attraversato a piedi il Rainbow International Bridge – dal Canada agli USA e ritorno. Se avete la possibilità di farlo anche voi, ve lo consiglio caldamente, perché l’esperienza e l’atmosfera dai due lati delle cascate sono profondamente diverse.

Frontiera tra USA e Canada sul Rainbow Bridge

Niagara Falls dal lato canadese

La cittadina di Niagara Falls dal lato canadese offre sicuramente la vista migliore – e quella più conosciuta – sulle cascate, e per questo è solitamente la cittadina più popolare tra le due. Senza dubbio per quanto riguarda le cascate, questo è il lato migliore da cui ammirarle! Ma per il resto, la canadese Niagara Falls è un mix tra Las Vegas e un parco dei divertimenti: ho trovato la cittadina molto kitch, tra casinò, giostre, attrazioni e un’infinità di negozi di souvenir. Tra le principali attrazioni non legate alla cascate ci sono  la Skylon Tower e la Skywheel. La prima è una torre panoramica con osservatorio alta oltre 200 metri, da cui potrete godere dall’alto il panorama sulle splendide cascate del Niagara. La SkyWheel invece è una ruota panoramica che permette ai visitatori di ammirare le cascate a ritmo lento, godendosi così anche il più piccolo dettaglio, mentre ci si lascia lentamente trasportare dalla ruota.

Alcune delle attrazioni di Niagara Falls Canada

Se volete rimanere a contatto con la natura, nel lato canadese vengono offerte numerose attrazioni per scoprire e ammirare il fiume Niagara da vicino: tra queste ci sono la WildPlay MistRider Zipline to the Falls, la Whirlpool Aero Car, il Whirlpool Adventure Course e la White Water Walk. Trovate tutti i dettagli sul sito del Niagara Parks.

Niagara Falls dal lato USA

Al contrario di Niagara Falls Canada, il lato americano è molto più “sobrio” di quanto uno potrebbe aspettarsi. Nonostante la cittadina di Niagara Falls USA offra tutti i servizi e le attrazioni di cui qualsiasi turista possa avere bisogno, i 400 acri lungo il fiume Niagara e in prossimità delle cascate infatti sono parte del Niagara Falls State Park, il più vecchio parco statale degli USA. Le attrazioni all’interno del parco sono numerose e tutte uniche nel loro genere: oltre a Maid of the Mist e Cave of the Winds – di cui vi parlerò sotto -, potete accedere allo storico Niagara Scenic Trolley, che vi farà fare il giro di tutto il parco nella comodità di questo pulmino, oppure ammirare dall’alto entrambe le cascate American e Horseshoe dal Tower’s Observation Deck. La bellezza e particolarità del lato USA, a mio avviso, è proprio il fatto di permettere di ammirare da vicino la sorgente di queste splendide cascate, ovvero il fiume Niagara.

Tutte le attrazioni dal lato USA, inclusa Maid of the Mist, Cave of the Winds, Niagara Adventure Theater, Niagara Gorge Discovery Center, Aquarium of Niagara e Niagara Scenic Trolley, possono essere visitate con il Niagara Falls USA Discovery Pass ma l’ingresso generale al parco è gratuito.

Ammirare le Cascate del Niagara da vicino

In battello (da entrambi i lati)

Da entrambi i lati si può accedere all’attrazione principale delle Cascate del Niagara: Maid of the Mist dal lato USA e Hornblower Niagara Cruises dal lato canadese. Questo giro in battello di mezz’ora è in assoluto il modo migliore – nonché l’unico che ci vada così vicino – per vedere da vicino e per apprezzare la potenza delle cascate. Pensate che è addirittura l’attrazione turistica più vecchia del Nord America! Il poncho blu o rosso è la divisa d’obbligo e accessorio essenziale se non volete inzupparvi tutti mentre la barca si avvicina alle cascate! L’itinerario in crociera vi porterà di fronte alle American Falls, alle Bridal Veil Falls e poi fino alle possenti cascate canadesi: le Horseshoe Falls. Il giro finisce nel punto in cui lo avete iniziato. 

NB: entrambi i battelli sono in operazione generalmente da aprile a novembre solamente!

A bordo di Maid of the Mist

Journey Behind the Falls (lato Canada)

Se volete ammirare le Cascate ancora più da vicino (o se le visitate quando i battelli non sono operativi) non perdete l’occasione per toccare – letteralmente – la potenza della cascate con mano da sotto e da dietro! Dopo essere scesi di circa 45 metri con l’ascensore, i visitatori hanno accesso a due punti d’osservazione e due portali collocati direttamente dietro le cascate, attraverso un tunnel scavato nella roccia oltre 130 anni fa. L’intera visita dura dai 30 ai 45 minuti e vi verrà fornito un poncho per proteggervi dall’acqua delle cascate. 

NB: in inverno il punto d’osservazione inferiore è chiuso e per questo il biglietto di ingresso ha un costo inferiore. 

Cave of the Winds (lato USA)

Attrazione simile alla precedente ma sul versante americano è il Cave of the Winds, all’interno di Goat Island. Nella Grotta dei Venti, aperta da metà maggio a fine ottobre, un sentiero di passerelle vi porterà a pochi metri dalle American Falls quasi al livello del fiume Niagara. L’immancabile poncho vi riparerà dal grosso dell’acqua della cascata sul celebre Hurricane Deck! 

NB: in inverno la passerella in legno che conduce alle cascate viene smontata ma avrete la possibilità di usufruire comunque del Cave of the Winds Gorge Trip che vi permetterà di osservare le cascate dalle piattaforme panoramiche. In questo caso il biglietto di ingresso ha un costo inferiore. 

Goat Island (lato USA)

Goat Island è uno dei punti panoramici più frequentati dai turisti che visitano il versante americano delle maestose Cascate del Niagara. Questo perché, trovandosi lungo il corso del fiume (Niagara), separa le Horseshoe Falls dalle Bridal Veil Falls e offre delle terrazze panoramiche privilegiate per poter osservare da vicino lo spettacolo della natura che vi circonda. Su quest’isola si trova non solo la Cave of the Winds, ma anche Terrapin Point, uno dei punti panoramici più popolari del versante americano delle Niagara Falls che vi porterà praticamente al livello delle note Horseshoe Falls. Da Goat Island poi potete raggiungere anche la piccola Luna Island, che si trova a cavallo fra le Bridal Veil Falls e le American Falls ed è quindi un punto di vista privilegiato per osservare dall’alto questa parte delle Cascate del Niagara.

Senza dubbio la mia visita alle Cascate del Niagara è qualcosa che porterò con me molto a lungo. D’altronde, un simile spettacolo naturale è difficile da dimenticare! E se ancora non ci siete stati, vi consiglio di cuore di organizzare un viaggio a Niagara Falls quanto prima, perché, purtroppo, queste magnifiche cascate sono destinate a scomparire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.