Guida alla prigione di Fremantle

Situata a circa 20 km da Perth, Fremantle è una graziosa città sul mare nel Western Australia, una cittadina che merita sicuramente una tappa di almeno un’intera giornata. Una delle cose assolutamente da non perdere è la visita alla prigione di Fremantle che oggi rappresenta un sito turistico di notevole importanza.

Durante il mio recente viaggio a Perth ho finalmente avuto l’occasione di visitare questo bellissimo sito storico e oggi voglio raccontarvi perché anche voi dovreste includerlo nelle cose assolutamente da fare a Fremantle!


Leggi anche: Una Giornata A Fremantle

Storia della prigione di Fremantle

Con l’arrivo dei primi coloni inglesi nella zona di Fremantle nel 1829 e in previsione dello sbarco dei galeotti britannici negli anni a venire, inizialmente la Round House, il più vecchio edificio costruito nell’Australia Occidentale risalente agli anni 1830-1831, fu la prima prigione utilizzata. Nel frattempo, con l’arrivo dei prigionieri di Sua Maestà, cominciò la costruzione della prigione tra il 1851 ed il 1859 ad opera proprio di quei galeotti che qui sarebbero stati imprigionati. A differenza della Round House che poteva ospitare solamente 8 prigionieri, nella prigione di Fremantle potevano essere alloggiati circa 1000 detenuti.

Quando, nel 1868, il trasporto di galeotti inglesi in Australia cessò, oltre 9.700 prigionieri britannici erano sbarcati nell’Australia Occidentale. Considerata un carcere di massima sicurezza, dal 1888 la gestione della prigione passò nelle mani del governo federale e divenne il principale carcere dell’Australia Occidentale. Fatto interessante: durante la Seconda Guerra Mondiale, la prigione di Fremantle fu parzialmente utilizzata come centro di detenzione militare da parte del Dipartimento di Difesa e un grande numero di italiani-australiani, considerati ‘enemy aliens’ fu incarcerato qui durante la guerra. A seguito di tutta una serie di rivolte e una crescente preoccupazione per le condizioni di vita dei prigionieri, nel 1983 una Royal Commission ordinò la sua chiusura, che avvenne definitivamente nel 1991.

Questo carcere è la più grande struttura costruita dai prigionieri nell’Australia Occidentale e la miglior conservata di tutto l’emisfero sud,e dal 2010 fa parte dei siti dell’UNESCO.

Visitare la prigione di Fremantle

Ad oggi è possibile scegliere tra diversi tour della prigione, ognuno unico nel suo genere.

  • Il Convict Prison Tour illustra la prima parte della storia della prigione, dalla sua costruzione negli anni 1850 fino 1886 quando la prigioni passò nelle mani del governo federale.
  • Il Behind Bars Tour invece presenta la storia moderna della prigione come carcere di massima sicurezza, dal 1887 fino alla chiusura nel 1991.
  • Il True Crime Tour presenta le storie di alcuni dei prigionieri più famosi, tra cui bushrangers, assassini e ladri i cui crimini hanno appassionato l’intera comunità.
  • Il Tunnel Tour è un tour assolutamente unico nel suo genere, in quanto porta ad esplorare il labirinto di tunnel sotterranei della prigione costruiti dai prigionieri. Questo tour ha requisiti fisici specifici, data la durata e il tipo di esercizio fisico richiesto.
  • Il Torchlight Tour vi porta alla scoperta del lato più oscuro della vita dei prigionieri, tra depressione e dolore, esecuzioni andate male ed innocenti imprigionati per errore. Si tratta di un tour serale che si tiene solo un paio di sere la settimana.

I primi 3 tour hanno un costo individuale di $22 per adulto, $32 per due oppure $42 per tutti e tre. Ognuno di questi tour ha una durata di un’ora e un quarto. Il Tunnel Tour costa $65 e dura due ore e mezza, mentre il Torchlight Tour $28 e dura un’ora e mezza. Consultate il sito per gli orari e i giorni dei tour.

All’interno della prigione di Fremantle

Per la mia prima visita alla prigione ho optato per il Convict Prison Tour, perché partire dagli inizi mi sembrava la cosa più ovvia da fare. In questo post vi parlerò quindi solo della mia esperienza attraverso questa visita guidata, non potendo – per ora – commentare sulle altre.

Accompagnati da una delle preparatissime guide e dal suo mazzo di chiavi che aprirà e richiudere ogni porta e cancello, inizia la visita alla prigione dal suo  enorme cortile anteriore. La grande facciata bianca, le moltissime finestre delle celle che la costellano, l’alto muro di cinta che lo circonda e il filo spinato che lo sovrasta: tutto parla di sofferenza, di prigionia, di tristezza. D’altronde, si tratta di un carcere di massima sicurezza, non ti una sala giochi! Ma a te visitatore un po’ (tanta) tristezza questo posto la mette, soprattutto varcata la soglia dell’edificio principale.

Cella singola e cella condivisa

Vi troverete esattamente al centro di questo enorme edificio, 4 piani di corridoi lunghissimi su cui si affacciano una dietro l’altra le decine e decine di porticine delle celle. Tra un piano e l’altro le reti, a salvare la vita di chi in questa prigione non è riuscito a trovare la speranza di un futuro migliore. La vita dei detenuti all’interno era durissima, sia per i prigionieri inglesi prima che per quelli autoctoni dopo. Considerate che, dal giorno dell’apertura a quello di chiusura della prigione, ovvero per un secolo e mezzo, tutte le celle erano prive di bagno. Un piccolo lavandino è tutto il lusso che queste celle fornivano, oltre a un secchio per i bisogni… e questo fino al 1991!

Ma questo è niente confronto alle punizioni che venivano ritualmente affibbiate ai prigionieri più indisciplinati: dalle catene con pesi legate alle caviglie con cui i prigionieri dovevano comunque fare lavori forzati per mesi e mesi a lunghi periodi di isolamento in celle completamente al buio (o, al contrario, tenute illuminate 24h), da cibo e acqua ridotti alle fustigazioni… la prigione di Fremantle non era certo un posto dove comportarsi male! E ci sono ovviamente anche quelli che in questa prigione sono stati condannati a morte, con l’ultima esecuzione capitale compiuta nel 1964!

Le celle di isolamento

Interessante scoprire i contrappassi di queste punizioni, ovvero le due cappelle – quella principale protestante e quella più piccola cattolica – dove i prigionieri religiosi potevano trovare un po’ di conforto. E poi la biblioteca, le docce, il cortile posteriore, e tutte le altre aree dove i prigionieri trascorrevano il loro tempo fuori dalle celle.

Cappella protestante e cattolica

E questa è solo una minima parte di quello che potete visitare e scoprire durante uno dei vari tour offerti alla prigione di Fremantle. Personalmente sono uscita da questa visita molto soddisfatta, un po’ amareggiata per la vita condotta tra queste mura, ma anche arricchita per la conoscenza ricevuta su questo pezzetto di storia. Cercherò certamente in futuro di tornare per completare gli altri tour guidati e se passate da Fremantle, vi consiglio caldamente di non perdervene almeno uno!


Informazioni utili

Fremantle Prison
1 The Terrace, Fremantle, WA
www.fremantleprison.com.au
Aperto tutti i giorni 9.00-17.00

4 thoughts on “Guida alla prigione di Fremantle

  1. Noooo il Tunnel Tour! Già lo adoro, ma sembrano uno più bello dell’altro! Ottimo post e grazie per le dritte! Ho una passione per i posti dalla storia oscura, se così si può dire, andrò sicuramente a visitare questa prigione!

    1. Anche a me piacciono molto i luoghi che hanno una storia da raccontare, e questa lo ha sicuramente! Tutti i tour sono davvero unici e interessanti, magari aver avuto il tempo per farli tutti! Ma è una buona scusa per ritornarci un’altra volta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.