Perché scegliere Sydney come meta d’espatrio

Sono passati 6 anni ormai da quando l’Avvocato ed io abbiamo fatto armi e bagagli, salutato la casa dei suoceri ad Adelaide e siamo approdati in quel di Sydney dopo 3 giorni on the road nel nulla australiano. Il motivo della nostra scelta per Sydney rispetto ad altre destinazioni australiane è allo stesso tempo romantico e pratico: romantico perché di Sydney mi ero innamorata durante il mio primo viaggio, e pratico perché a Sydney mi avevano offerto la possibilità di fare un PhD con borsa di studio.

A parte questo direi che la nostra scelta non era stata particolarmente ponderata. Eravamo giovani, il nostro futuro era tutto ancora da scrivere, e la scelta era ricaduta su Sydney semplicemente perché all’epoca ci sembrava la destinazione migliore tra quelle valutate. Ma se non siete incoscienti impulsivi come noi, e preferite ponderare meglio le vostre scelte – sopratutto se dovete lasciare l’Italia e rivoluzionare tutta la vostra vita – allora eccovi dei motivi un po’ più pratici per scegliere Sydney come meta d’espatrio.

1. Sydney è la città più importante d’Australia (ma non ditelo ai Melbourniani), anche se non ne è la capitale. Al di là del fatto che questo fa sì che a Sydney arrivino più eventi, concerti e spettacoli vari, per me la conseguenza più importante è che Sydney offre più opportunità lavorative e di crescita. Le maggiori compagnie australiane e internazionali hanno sede a Sydney e questo potrebbe facilitare un eventuale trasferimento dall’estero.

2. La natura è parte integrante della città. Per me l’aspetto più bello e unico di Sydney è l’accessibilità dell’acqua praticamente ovunque: dalle moltissime spiagge metropolitane, alla baia che si snoda verso la periferia ai diversi fiumi che raggiungono la periferia. Senza ovviamente contare i moltissimi parchi che puntellano la città qua e là, e le Blue Mountains alle spalle di Sydney che permettono una fuga nella natura davvero alla portata di tutti!

3. Uno stile di vita più rilassato. Venendo da Milano, che ho sempre detestato per il suo stile di vita frenetico e stressante, la prima cosa che ho apprezzato dell’Australia – ma che si può applicare tranquillamente a Sydney – è il suo ritmo più rilassato e la sua qualità di vita più alta. Non solo gli orari lavorativi (salvo ovvie eccezioni che ci sono sempre) sono più umani, ma qui il tempo libero da dedicare a famiglia, amici e hobbies ha tornato ad avere il giusto valore e il giusto posto all’interno della vita quotidiana.

4. La multiculturalità si respira ad ogni passo. Sydney è veramente una città multiculturale, con moltissime minoranze e quartieri etnici. Dalla zona italiana a quella cinese, da quella coreana a quella libanese, passando per il quartiere francese e quello vietnamita. Insomma, a Sydney i bianchi anglosassoni dovete quasi andare a cercarveli! Ovviamente questo può non piacere a tutti, ma per me è una delle più grandi risorse della città. Innanzitutto a partire dal cibo. Da quando vivo in Australia ho veramente smesso di cercare e di scegliere la cucina italiana, perché sono davvero troppe le offerte là fuori per limitarmi solo alla nostra!

5. Gioielli architettonici sparsi per tutta la città. Se i simboli di Sydney sono indubbiamente l’Opera House e l’Harbour Bridge – capolavori indiscussi di architettura – la città offre però moltissimi altri edifici che qualsiasi amante del genere apprezzerà. Tra i miei preferiti ci sono sicuramente il bellissimo e storico Queen Victoria Building e il moderno e bizzarro Dr Chau Chak Wing Building, ma anche tutti gli edifici del 18° secolo in The Rocks e le bellissime villette vittoriane che si trovano in tutti i sobborghi della città.

6. Sydney è sicura. Da donna lasciate che vi rassicuri: a Sydney potete tranquillamente girare da sole, di giorno e di notte, a piedi o sui mezzi pubblici, senza che vi succeda niente. Ovviamente Sydney è una città grande, ci sono zone più sicure e altre frequentate da gente meno raccomandabile, e sicuramente anche qui esiste il crimine. Io però non mi sono mai sentita in pericolo andando in giro da sola. Altro che l’ansia di Milano!

7. Il clima è splendido durante il lungo periodo primaverile ed estivo e mite in inverno. Essendo in una zona semi-tropicale, l’umidità è maggiore che in altre città australiane (vedi Adelaide o Melbourne), ma questo vuol dire anche che le temperature sono piacevoli tutto l’anno. D’estate sono pochi i giorni in cui si raggiungono i 40° e in inverno le minime raramente scendono sotto i 5°. Per chi non ama gli estremi e per chi sogna di vivere 6 mesi in maglietta ed infradito, direi che Sydney è davvero perfetta!

8. Open-minded e orientata al futuro. Vedi per i punti sopra, Sydney ha davvero una mentalità spensierata, libera e open-minded. A differenza di altre città come Perth e Adelaide, Sydney è davvero proiettata verso il futuro. È aperta alle novità che arrivano dal resto del mondo e fa il possibile per tenere il passo con il resto dei big internazionali. Nonostante l’Australia sia decisamente isolata dal resto del mondo e spesso ci si senta lontani da alcuni eventi globali, tra le città australiane Sydney è quella che a mio avviso garantisce un maggior collegamento con il resto del pianeta, anche se solo in senso figurato.

9. Si lavora il giusto. Come dicevo al punto 1, Sydney offre moltissime opportunità dal punto di vista lavorativo, oltre al fatto che per la maggior parte delle compagnie internazionali la sede principale (se non unica) in Australia si trova appunto a Sydney. Insomma, a Sydney si lavora eccome, ma si lavora il giusto. Tutti gli uffici pubblici e la maggior parte dei negozi chiudono alle 5 o poco dopo, il che lascia un bel po’ di tempo per socializzare, fare sport o semplicemente stare in famiglia! Ovviamente ci sono sempre le eccezioni che confermano la regola, e conosco moltissime persone che lavorano più di 12 ore anche qui, così come in Italia e nel resto del mondo. Ma diciamo che, volendo generalizzare, qui a Sydney si dà al lavoro la giusta importanza.

10. A Sydney non manca proprio nulla. La qualità della vita è ottima, si trovano ristoranti per tutti i gusti, grattacieli, parchi immensi, vita mondana e vita da spiaggia, buon vino, caffè all’italiana, dolci fantastici e soprattutto la gente è rilassata! Altro che i milanesi imbruttiti che alle 8.30 del mattino sono già pronti a lamentarsi di qualsiasi cosa. Poi diciamocelo, di cosa mai ci si potrebbe lamentare in una città così? Forse giusto dei prezzi degli immobili… ma questa questione la lasciamo per un’altra volta!

Questi 10 e molti altri sono i motivi che mi hanno spinto, 6 anni fa, a scegliere Sydney invece che altre città australiane. Certo, la città non è perfetta, nessuna lo è, ma in questi anni da Sydneysiders mi ha dato davvero tutto quello che avrei potuto desiderare e non la cambierei con nessuna città al mondo… almeno tra quelle che ho visitato fino ad ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.