Perché scegliere Sydney come meta d’espatrio

Sono passati 6 anni ormai da quando l’Avvocato ed io abbiamo fatto armi e bagagli, salutato la casa dei suoceri ad Adelaide e siamo approdati in quel di Sydney dopo 3 giorni on the road nel nulla australiano. Il motivo della nostra scelta per Sydney rispetto ad altre destinazioni australiane è allo stesso tempo romantico e pratico: romantico perché di Sydney mi ero innamorata durante il mio primo viaggio, e pratico perché a Sydney mi avevano offerto la possibilità di fare un PhD con borsa di studio. 

A parte questo direi che la nostra scelta non era stata particolarmente ponderata. Eravamo giovani, il nostro futuro era tutto ancora da scrivere, e la scelta era ricaduta su Sydney semplicemente perché all’epoca ci sembrava la destinazione migliore tra quelle valutate. Ma se non siete incoscienti impulsivi come noi, e preferite ponderare meglio le vostre scelte – sopratutto se dovete lasciare l’Italia e rivoluzionare tutta la vostra vita – allora eccovi dei motivi un po’ più pratici per scegliere Sydney come meta d’espatrio.

1. Sydney è la più importante d’Australia (ma non ditelo ai Melbourniani), anche se non è la capitale. Al di là del fatto che questo fa sì che a Sydney arrivino più eventi, concerti e spettacoli vari, per me la conseguenza più importante è che Sydney offre più opportunità lavorative e di crescita. Le maggiori compagnie australiane e internazionali hanno sede a Sydney e questo potrebbe facilitare un eventuale trasferimento dall’estero.

2. La natura è parte integrante della città. Per me l’aspetto più bello e unico di Sydney è l’accessibilità dell’acqua praticamente ovunque: dalle moltissime spiagge metropolitane, alla baia che si snoda verso la periferia ai diversi fiumi che raggiungono la periferia. Senza ovviamente contare i moltissimi parchi che puntellano la città qua e là, e le Blue Mountains alle spalle di Sydney che permettono una fuga nella natura davvero alla portata di tutti!

3. Uno stile di vita più rilassato. Venendo da Milano, che ho sempre detestato per il suo stile di vita frenetico e stressante, la prima cosa che ho apprezzato dell’Australia – ma che si può applicare tranquillamente a Sydney – è il suo ritmo più rilassato e la sua qualità di vita più alta. Non solo gli orari lavorativi (salvo ovvie eccezioni che ci sono sempre) sono più umani, ma qui il tempo libero da dedicare a famiglia, amici e hobbies ha tornato ad avere il giusto valore e il giusto posto all’interno della vita quotidiana.

Per continuare a leggere, cliccate qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.