Firenze in un giorno

Per molti stranieri, Firenze è un po’ la città-simbolo dell’Italia, forse ancora più di Roma. Io l’ho scoperta tardi, da neo-diciottenne reduce dal mio anno di scambio in America, stanca di sentirmi ripetere durante i miei soggiorni all’estero quanto fosse bella Firenze. Io ero già innamorata di Roma da tempo, la mia città-simbolo l’avevo già trovata ed avevo timore che la Città dei Gigli potesse rubarle il podio. Così non fu, la Città Eterna domina ancora il primato del mio cuore, ma Firenze è una città bellissima che merita senza dubbio di essere visitata – anche se magari non nel pieno dell’estate perché fa caldissimo!

Visitare Firenze in un giorno non è sicuramente facile, il tempo è troppo poco per poterla visitare come si deve. Ma se una gita in giornata è tutto quello che potete permettervi, eccovi l’itinerario per sfruttare al meglio le ore a disposizione e vedere il meglio che la città ha da offrirvi.

Basilica di Santa Maria Novella

Usciti dalla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella vi troverete davanti il primo capolavoro di Firenze: la bellisima Basilica di Santa Maria Novella. Architettonicamente è una delle chiese più importanti in stile Gotico in Toscana e al suo interno racchiude capolavori straordinari. Molto interessante è poi anche il Museo di Santa Maria Novella, che consente l’accesso anche al Chiostro dei Morti, il celebre Chiostro Verde, il Cappellone degli Spagnoli, la Cappella degli Ubriachi ed il Refettorio.

Firenze in un giorno

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Conosciuta ai più semplicemente come il Duomo di Firenze, la Cattedrale si raggiunge a piedi in 10 minuti dalla stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, percorrendo una delle vie più eleganti di Firenze. A differenza degli altri monumenti della piazza il Duomo è a ingresso gratuito, ma per questo a volte si forma una lunga coda per entrare. Neanche a dirlo, la Cattedrale è una delle più belle e grandi cattedrali europee, con la sua caratteristica facciata a mattoncini bianchi e neri e la cupola realizzata da Brunelleschi. Se vi sentite in forma potete salire fino in cima alla cupola del Duomo (463 scalini) per godere una vista magnifica di tutto Firenze!

Campanile di Giotto

Accanto al Duomo si trova il Campanile di Giotto che si può visitare scalando 414 scalini: una bella impresa ricompensata dalla spettacolare vista su tutta Firenze. Realizzato a base quadrata, larga circa 15 metri, il Campanile svetta con i suoi 84,70 metri di altezza a lato della Cattedrale, con cui ha in comune il caratteristico rivestimento, realizzato con marmi bianchi, rossi e verdi. In cima alla Torre di Giotto ti aspettano una meravigliosa vista panoramica sulla città e sulle colline circostanti, per non parlare della prospettiva unica da cui potrai ammirare la stessa Cattedrale e la Cupola.

Firenze in un giorno

Battistero di San Giovanni

Di fronte al Duomo si trova il Battistero di San Giovanni, uno dei monumenti più importanti di Firenze. Decorato esternamente con marmi bianchi di Carrara e marmi verdi di Prato, caratteristici dell’architettura romanica fiorentina, il Battistero è famoso soprattutto per le sue tre grandi porte, rinomate per le loro ricche decorazioni. Se non avete tempo di entrare nel monumento, perdete almeno qualche minuto ad osservare da vicino i dettagli esterni del Battistero: sono davvero magnifici!

Piazza della Signoria

Prendete Via dei Calzaiuoli e in men che non si dica arriverete nel centro del mondo politico di Firenze: Piazza della Signoria. Piazza della Signoria è stata al centro della vita politica di Firenze fin dal XIV secolo, ha visto realizzarsi importanti eventi storici e grandi trionfi e i palazzi e le statue che la adornano ne sono testimonianza. C’è la copia del David di Michelangelo (l’originale si trova alla Galleria dell’ Accademia), posizionato di fronte a Palazzo Vecchio a simboleggiare il potere della Repubblica fiorentina in contrasto con la tirannia dei Medici. C’è la Fontana di Nettuno di Ammannati che ricorda le ambizioni marittime dei Medici, e c’è la Loggia dei Lanzi, un vero e proprio museo all’aperto.

Firenze in un giorno

Galleria degli Uffizi

Dopo esservi rifocillati con un bel panino alla porchetta (o qualsiasi altra cosa piaccia al vostro stomaco) presso All’antico vinaio, eccovi pronti per quella che per molti è la prima attrazione di Firenze: la Galleria degli Uffizi. Museo di fama mondiale, ospita straordinarie collezioni di sculture antiche e di pitture che vantano alcuni capolavori assoluti dell’arte di tutti i tempi (vedi Giotto, Botticelli, Leonardo, Raffaello, Michelangelo, Caravaggio e molti altri). Viste le code interminabili per entrare al museo, vi consiglio caldamente di  prenotare i biglietti online che vi permetteranno di accedere direttamente all’ora prestabilita saltando la fila!

Ponte Vecchio

Dagli Uffizi bastano pochi passi per arrivare sulla sponda dell’Arno, dominato in questo punto dallo splendido Ponte Vecchio, simbolo eterno della città. L’unico ponte ad attraversare l’Arno a Firenze fino al 1218, fu anche l’unico ponte a non essere distrutto durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Una passeggiata lungo questo ponte decisamente unico e una sbirciatina alle sue botteghe orafe, sono decisamente must di ogni viaggio a Firenze!

 Palazzo Pitti & Giardino di Boboli

Attraversato il Ponte Vecchio, continuate a diritto in via dei Guicciardini, che vi porterà fino a Palazzo Pitti, uno dei palazzi signorili più famosi di Firenze. Oggi Palazzo Pitti ospiti alcuni dei più importanti musei di Firenze, tra cui la Galleria Palatina, gli Appartamenti Reali e la Galleria d’Arte Moderna. Il palazzo si affaccia poi sul famoso Giardino di Boboli, che è molto di più di un semplice giardino, ma un vero parco monumentale. Boboli è un magico intreccio di “verdi architetture” ornate di sculture, che alle sue origini ispirò molti dei giardini reali europei, tra cui Versailles.

Piazzale Michelangelo

Proseguendo lungo l’Arno fino al quartiere di San Niccolò si arriva alla porta di San Niccolò in Piazza Poggi  che, durante l’epoca medievale, costituiva una delle porte di accesso alla città. Da qui partono le scalinate monumentali dette Rampe del Poggi che portano al belvedere più famoso di tutta la città: Piazzale Michelangelo. Al Piazzale si può accedere anche in auto percorrendo l’alberato Viale Michelangelo, realizzato in quegli stessi anni, oppure tramite autobus.

Abbazia di San Miniato al Monte

Da qui procedete su per Viale Galileo (sulla vostra destra, con il panorama di Firenze alle vostre spalle) e poi, sulla lunga scala che conduce alla perla nascosta di questa città meravigliosa: l’Abbazia di San Miniato al Monte. A parte l’indiscutibile vista su tutta la città e i monti circostanti, visita una visita anche la chiesa, comunemente considerata uno degli esempi di architettura romanica toscana pià belli ed architettonicamente elaborati. Inoltre è degno di note il Cimitero delle Porte Sante che sta alle spalle della chiesa. Paragonabile forse al Monumentale di Milano, ospita le salme di personaggi noti come Carlo Collodi (autore di Pinocchio), Giovanni Spadolini (Presidente del Consiglio dei Ministri), Enrico Coveri (stilista), Famiglia Vespucci e tanti altri.

Basilica di Santa Croce

Ritornando giù verso il cuore della città, attraversate di nuovo l’Arno e dirigetevi verso la Basilica di Santa Croce, la più grande basilica francescana del mondo. L’edificio è splendido, sia dentro che fuori, oltre al fatto di essere il luogo di sepoltura dei grandi e potenti di Firenze: Michelangelo, Rossini, Macchiavelli, Foscolo, Alfieri e Galileo Galilei. Santa Croce poi ospita letteralmente un immenso patrimonio artistico, con affreschi di Giotto, rilievi di Donatello e una cappello di Brunelleschi, tra le molte altre bellezze.

Da qui potete fare ritorno alla Stazione di Santa Maria Novella attraverso le tipiche e pittoresche stradine del centro città, ammirando tutti i principali monumenti fiorentini illuminati nel buio della sera. Et voilà Firenze, in tutto il suo splendore!


Alcune info utili

Per salire sulla cupola del Duomo è obbligatorio prenotare online l’orario di visita, ed è altamente consigliato anche farlo per il campanile di Giotto. Il biglietto unico del Grande Museo del Duomo dà accesso a tutti i monumenti (Cattedrale, Cupola, Battistero, Campanile, Cripta e Museo del Duomo) ed ha validità di 72 ore dal primo ingresso

Se avete intenzione di visitare Uffizi, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli vi consiglio di acquistare il biglietto cumulativo per 38 euro, valido per 3 giorni consecutivi che permette di accedere una sola volta a ognuno dei musei.

Commento personale: gli Uffizi sono un museo molto grande e molto interessante, e per questo meriterebbero davvero di essere visti con calma. Se avete una sola giornata a disposizione, non avrete che il tempo per una visita molto superficiale alla galleria. Molto meglio tornarci quando avete più tempo per apprezzare i capolavori che contiene.

2 thoughts on “Firenze in un giorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.