Un libro in valigia: “Disgrace” di J.M.Coetzee

Quanto una delle volontarie dell’ufficio, durante la mia prima settimana di lavoro, mi ha offerto questo libricino da leggere, non ci ho dato molto peso e per un paio di mesi è rimasto a prendere polvere sulla mia scrivania. Ma un paio di settimane fa ho deciso finalmente di prenderlo in mano e ho divorato “Disgrace” di J.M.Coetzee in un battibaleno. D’altronde io sono fatta così: quando un libro mi prende non riesco a metterlo giù e per me questo è in assoluto il miglior tipo di libro! Continue reading “Un libro in valigia: “Disgrace” di J.M.Coetzee”

Un libro in valigia – “Nemmeno troppo lontano” di Maddalena Mariani

 Cari lettori, scusate la mia assenza nella rubrica “Un libro in valigia”. La visita della mia mamma, l’inizio del nuovo lavoro, e qualche bega qua e là hanno decisamente ridotto il mio tempo a disposizione per leggere e scoprire nuovi mondi. Ma torno oggi con un libro molto piacevole e di facile lettura – perfetto per l’estate che vi state godendo – che, pur parlando di viaggi, è ambientato nella mia regione d’origine: la Lombardia. Si tratta di “Nemmeno troppo lontano”, primo libro di Maddalena Mariani.

“Nemmeno troppo lontano: il giro della Lombardia in bicicletta, in solitaria e senza soldi” è il racconto semiserio di 14 giorni di viaggio e 34 tappe tra antichi borghi e piccole città della Lombardia, in sella e una bicicletta da cicloturismo di seconda mano e con meno di 30 € in tasca.  Maddalena ha 23 anni ed è reduce da una grande delusione d’amore, ha un conto corrente praticamente in rosso ma un impellente bisogno di partire. La meta?

C’è solo un posto dove puoi andare quando non hai un soldo in tasca, il cielo sputa come un lama e non sai se sei ancora capace di andare in bicicletta: no, non è quello. Sto parlando di un posto nemmeno troppo lontano.

Invece di imbarcarsi in avventure estreme e scoprire posti esotici e lontani, Maddalena (conscia del proprio budget, del tempo a disposizione ma anche della propria inesperienza come ciclista) decide di esplorare la bellezza della regione in cui vive, quella Lombardia così spesso bistrattata e ignorata, dominata dalla Milano industriale e surclassata delle molte regioni decisamente più turistiche.

Con un occhio sul blasonatissimo e onnipresente club I borghi più belli d’Italia e l’altro bellamente abbandonato al caso, una lista di ospiti scelti su couch surfing e uno zaino in spalla decisamente preparato a caso, in una mattina d’autunno Maddalena inforca la sua bici Alfonso e lascia Milano, diretta alla sua prima meta: Varese. Forse non la meta turistica per eccellenza, ma con ironia e sarcasmo e un pizzico di serietà, Maddalena ci aiuta a scoprire i gioielli nascosti della mia regione.

Ho apprezzato molto lo stile ironico e leggero di Maddalena, il suo modo di far intravedere le bellezze che si nascondono dietro le città più ignorate della Lombardia. Riderete con lei ai suoi strani incontri e agli imprevisti che costelleranno la sua avventura, ma apprezzerete insieme a lei la generosità dei suoi ospiti e la bellezza del nostro territorio. Da Milano a Varese a Bergamo e da Brescia a Mantova passando da Cremona e Pavia, ho preso tantissimi appunti leggendo questo libro e sono tanti i posti che ora non vedo l’ora di vedere al mio prossimo rientro a Milano!

Un libro bello da leggere, perchè va bene scoprire le bellezze del mondo, ma ancora più bello scoprire quelle vicino a casa, no?

Continue reading “Un libro in valigia – “Nemmeno troppo lontano” di Maddalena Mariani”

Un libro in valigia: “How to walk a puma” di Peter Allison

Australiano di nascita, giapponese di passaggio e africano di adozione, il giorno del suo 19esimo compleanno Peter Allison lanciò una monetina. Testa sarebbe partito per l’Africa, croce per il Sud America, i due posti che voleva assolutamente vedere nella sua vita. Testa fu e Allison partì per il Botswana dove diventò una guida per safari (e di cui racconta nel suo primo libro Whatever You Do, Don’t Run e Don’t Look Behind You). Sedici anni dopo fu finalmente la volta del Sud America partendo da Santiago in Cile, alla scoperta di questo continente così selvaggio e unico. “How to Walk a Puma And Other Things I Learned While Stumbling Through South America” di Peter Allison è il racconto dei suoi due anni in Sud America. Continue reading “Un libro in valigia: “How to walk a puma” di Peter Allison”

Un libro in valigia: “Looking for Alibrandi” di Melina Marchetta

Era il dicembre 2008 quando ho messo piede per la prima volta sul suolo australiano. Da lì a qualche ora sarei tornata a fare coppia con il mio Avvocato e avrei cominciato a scoprire con i miei occhi cosa significa vivere Down Under. Ed è stato proprio durante quella mia prima vacanza ad Adelaide che ho scoperto un capolavoro e un classico della letteratura australia: “Looking for Alibrandi” di Melina MarchettaContinue reading “Un libro in valigia: “Looking for Alibrandi” di Melina Marchetta”

Un libro in valigia – “Latinoaustraliana” di Marco Zangari

Il caso, ancora una volta, mi ha fatto incontrare “Latinoaustraliana” di Marco Zangari, il primo libro di questo autore italiano ma residente in Australia. In questo lungo (ma estremamente scorrevole) libro, Marco descrive, attraverso il personaggio di Mattia, quella che viene definita generazione ‘Working Holiday’ in Australia, ovvero tutti quei ragazzi ancora ventenni che decidono di fare un anno Down Under, spesso nella vana speranza di poterci rimanere per sempre. Continue reading “Un libro in valigia – “Latinoaustraliana” di Marco Zangari”

Un libro in valigia – “Mornings in Jenin” di Susan Abulhawa

A luglio, mentre ero di passaggio in Italia, alla Feltrinelli di Milano per caso mi capitò tra le mani questo libro. C’era un’offerta, 2 libri a 10 euro, e presa dalla nostalgia per la carta e libri in italiano, ho afferrato i due titoli che più mi attrassero. “Ogni mattina a Jenin” era uno di questi, scelto per il modo diverso di affrontare un argomento trito e ritrito, ma anche tristemente sempre attuale come il conflitto israelo-palestinese.

Continue reading “Un libro in valigia – “Mornings in Jenin” di Susan Abulhawa”

Un libro in valigia – “Tracks” di Robyn Davidson

Al ritorno dal mio Erasmus in Francia, quando il cuore giá batteva per il mio Avvocato, e il mio primo viaggio nella terra dei canguri era giá in fase di programmazione, mi sono recata nella biblioteca del mio paesello in cerca di maggiori informazioni sull’Australia e tra i pochi volumi disponibili mi sono imbattuta in “Orme”di Robyn Davidson. Nonostante questo libro risalga al 1980, nel 2013 é stato adattato a film, e da allora la storia di Robyn e dei suoi 4 cammelli é diventata molto piú conosciuta. Continue reading “Un libro in valigia – “Tracks” di Robyn Davidson”

Un libro in valigia – “Paris Letters” di Janice MacLeod

Torna la mia rubrica mensile con Un libro in valigia. Oggi vi voglio parlare di un libro che mi è capitato tra le mani per caso, ma che mi è molto piaciuto. Come per “Lunch in Paris“, anche in questo caso il libro è per la maggior parte ambientato a Parigi, una città che sto (ri)scoprendo anche grazie a queste ultime letture. Si tratta di “Paris Letters” di Janice MacLeod. Continue reading “Un libro in valigia – “Paris Letters” di Janice MacLeod”

Un libro in valigia – “Lunch in Paris” di Elizabeth Beard

Questo libro mi è piaciuto tantissimo, e non solo perchè è ambientato a Parigi e perchè ruota intorno al cibo. Questo libro mi è piaciuto tantissimo perchè racconta la realtà quotidiana dell’expat medio, tra luoghi nuovi, incomprensioni linguistiche, amicizie da instaurare e, soprattutto, un futuro nuovo ancora tutto da scrivere. “Lunch in Paris” di Elizabeth Beard è la storia di un’americana alla scoperta di Parigi, un pasto alla volta. Continue reading “Un libro in valigia – “Lunch in Paris” di Elizabeth Beard”

Un libro in valigia – “Into the wild”

Eccomi al secondo appuntamento della mia rubrica Un libro in valigia. Oggi voglio presentarvi un libro che sicuramente in molti conoscerete già, anche perchè ha inspirato l’omonimo film molto famoso nel 2007. Si tratta di “Into the Wild” (titolo italiano “nelle terre estreme”) di Jon Krakauer. É la storia di Chris McCandless, giovane neolaureato che a 22 anni, dopo aver tagliato i ponti con la famiglia e aver donato in beneficienza i $25.000 che aveva in banca, parte alla volta del Far West americano prima di sbarcare in Alaska per la sua “ultima grande odissea”. Continue reading “Un libro in valigia – “Into the wild””