Checking in: Little National Hotel di Canberra

Tra tutte le città (degne di questo nome) e State Capitals d’Australia, Canberra è secondo me la più ignorata, bistrattata e sconosciuta. Ed è un bel problema, considerando che Canberra è la capitale d’Australia. Certo, la sua reputazione non va molto al di là del fatto di essere la capitale politica ed amministrativa, oltre che per essere la “bush capital” del paese. Canberra è raramente una destinazione turistica, raramente è meta finale di viaggi in giro per l’Australia, anche a causa della sua location un po’ fuori mano.

Continue reading “Checking in: Little National Hotel di Canberra”

Checking in: Hotel Zenti’k Project di Valladolid

Con questo post inauguro oggi la rubrica Checking in in cui vi andrò a raccontare di volta in volta hotel, b&b e simili che ho (ap)provato per voi e che hanno reso i miei viaggi particolamente interessanti e/o piacevoli. Cominciamo con l’hotel Zenti’k Project di Valladolid, sicuramente il più interessante e particolare hotel della nostra luna di miele in Messico. Continue reading “Checking in: Hotel Zenti’k Project di Valladolid”

Expo Milano 2015 e la delinquenza degli albergatori

Ho colto l’occasione di questo viaggio in Italia per organizzare il mio matrimonio dell’anno prossimo. Essendo il mio fidanzato australiano, ed avendo viaggiato e vissuto in vari paesi del mondo, una buona parte dei nostri invitati verrà dall’estero. Dovendo quindi cercare un hotel nella zona sud-ovest di Milano per gli ospiti, qualche settimana fa abbiamo fatto una tristissima scoperta. Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 a Milano (e in particolare proprio nei dintorni della zona dove abito io) si terrà l’Expo, che dovrebbe portare a Milano centinaia di espositori e (sperano) milioni di visitatori da 144 paesi del mondo. Milano è in fervore da anni, da quando si è aggiudicata l’esposizione, e i progetti per la riqualificazione della città hanno veramente reso la vita impossibile ai milanesi. Ma tutto si dovrebbe risolvere l’anno prossimo, quando la città dovrebbe essere al suo meglio.

01_Cover_Logo_1280x400_OK

Chiaramente quando ho cominciato a pianificare il matrimonio per il 2015 a Milano, ero perfettamente conscia dell’Expo, ma ne vedevo solo i lati positivi. Pensavo alla linea 5 della metro che finalmente sarà completata, alle strade pulite, ai parchi curati, ecc. Non pensavo minimamente che questa fiera avrebbe potuto mettere seriamente in pericolo il mio matrimonio. E così torniamo alla questione alberghi. Dovendo appunto alloggiare i miei ospiti stranieri, ho cominciato a cercare qualche hotel in zona. E ho avuto uno shock allucinante. Alberghi in paesi come Settimo Milanese, Cornaredo, Cusago, Magenta, ecc che oggi chiedono 50€ a notte per una doppia, per il 2015 hanno il CORAGGIO di chiederne più di 600€. Avete capito bene, non 60€, ma 600€, o anche 750€. A notte. Per una camera matrimoniale. In paesi di campagna fuori Milano. E quelli che non chiedono queste cifre assurde, dichiarano di essere tutti pieni, avendo venduto tutte le camere anni fa. SEMPLICEMENTE ASSURDO, INACCETTABILE E CRIMINALE.

Cattura Cattura2

Non so se questo sia legale o meno, se sia solo una bolla di sapone che poi scoppierà prima di maggio, fatto sta che non trovo per nulla accettabile che un hotel alzi in maniera stratosferica i prezzi per un intero anno a causa di questa fiera. Soprattutto in questi tempi di crisi, in cui la gente fa fatica ad arrivare a fine mese. Ma chi pensano che prenda una camera con vista tangenziale per 720€ a notte senza mezzi di trasporto comodi? L’emirato arabo? Non penso proprio. Non so quale sia la stretegia di questi hotel, non so se credono davvero di poter vendere 250 camere a oltre 700€ a notte. Quello che so è che ad andarci di mezzo sono persone, come me, che non c’entrano niente con l’Expo, e che sono costrette a pagare uno sproposito per un hotel in zona. C’è veramente da vergognarsi!