Niente da perdere

Giovedì pioveva, il ciclone Debbie che nei giorni prima aveva colpito il Queensland aveva portato piogge anche a Sydney. Indossavo un tailleur nuovo, blu, dal bel taglio, comprato quando speravo di ottenere il lavoro per cui avevo fatto un colloquio. Colloquio che era andato molto bene, avevo fatto ottima figura e i 3 che mi avevano intervistato sembravano soddisfatti e contenti delle mie risposte. Ho aspettato due settimane per il risultato di quel colloquio. Ero nei top 3 candidati, ma alla fine hanno scelto un’altra persona con più esperienza nell’ambito del local government. The story of my life. Continue reading “Niente da perdere”

L’esame

REMINDER – Citizenship test @ 9.20 Thursday (13/08/2015)

Esattamente 24 ore prima del mio appuntamento per sostenere il test per la cittadinanza ho ricevuto questo SMS che me lo ricordava. Peccato che tra la tanta tecnologia che abbiamo al giorno d’oggi, ma mail in cui me lo comunicavano non mi era mai arrivata. Grazie al cielo hanno questo sistema di reminders che mi ha lettarlmente salvato le chiappe!

E così questa mattina mi presento all’ufficio del dipartimento dell’immigrazione di Sydney per finalizzare la mia domanda di cittadinanza e sostenere il test. Ieri ho studiato tutto il booklet che il dipartimento fornisce per prepararsi, e ho fatto parecchi test di prova online. Passati tutti con successo. Sono preparata. Ma l’ansia da prestazione rimane! Soprattutto quando, come in questo caso, la posta in gioco è davvero alta.

Arrivo fuori dall’ufficio con largo anticipo e mentre inganno l’attesa guardo quel palazzone e ripenso a tutte le volta che negli ultimi 3 anni sono venuta qui, quando ero ancora in attesa di visto di coppia, per modificare i miei dati, per chiedere il permesso per uscire dal paese, per portare nuovi documenti richiesti. Sono stata a lungo (ma non così a lungo come tante altre persone) una residente temporanea, sempre con un visto da richiedere e una scadenza da rispettare. Tutto questo sta per finire. Quando non riesco più ad aspettare salgo al quarto piano, un piano a cui accedo per la prima volta. Dal piano terra a cui sono sempre stata confinata in tutti questi anni, posso finalmente accedere ai piani alti. Mi sembra un segnale.

image

Continue reading “L’esame”