Chi sono

MilanoMia madre probabilmente vi dirà che fin da bambina ero incontrollabile. Sicuramente vero. Sono nata selvaggia. Sono un Sagittario, segno di fuoco, con mentalità aperta che spinge a viaggiare, vivendo con entusiasmo ma senza troppo radicarsi nelle esperienze. E così ho sempre cercato di prendere il largo, scoprire, fare esperienza. Milano mi è sempre stata stretta, non mi sono mai ritrovata nella frenesia e caos della città, e così mi sono messa a cercare nuovi orizzonti. Ho avuto la fortuna di avere una famiglia che mi ha dato tantissimo, sia a livello materiale, che di supporto. Oltre a viaggiare tanto insieme, mi hanno permesso di spiccare il volo da sola quando avevo solo 16 anni, con un progetto di scambio scolastico.

image_3Grazie all’associazione no-profit AFS/Intercultura, ho potuto frequentare la 4 liceo in una High School americana, a Port Townsend, vicino a Seattle, nello stato di Washington. Scopo di quest’esperienza non era solamente imparare la lingua, ma entrare nel vivo di culture diverse; conoscere la storia moderna come i ragazzi francesi, la fisica come gli studenti cinesi, l’arte che viene insegnata nelle scuole russe o finlandesi, la geografia in Australia, le scienze naturali in Tailandia… L’impatto che questa esperienza ha avuto sulla mia vita é stato devastante: da aspirante medico che ero, sono finita poi a iscrivermi alla facoltá di Scienze Politiche, corso di laurea in “Scienze Internazionali e Istituzioni Europee”.

image_1E non mi sono più fermata. Durante l’ultimo anno di triennale ho partecipato al progetto Erasmus per un semestre di studio allo IEP di Grenoble, nel sud-est della Francia. E’ stata un’esperienza molto interessante, che è andata a complementare quella in America, seppure molto diverse tra loro. Quel semestre in Francia mi ha permesso di conoscere una diversa realtà universitaria, ma, cosa molto più importante, una diversa realtà umana. Se il mio anno negli USA era stato incentrato sulla realtà americana, il semestre in Francia è stato decisamente dedicato alla multiculturalità. C’era un gran bel numero di studenti da tutto il mondo, dal Messico al Canada, da praticamente ogni paese d’Europa, dall’Asia all’Australia. Ed è proprio lì che ho conosciuto l’Avvocato, brillante studente australiano di scienze politiche, francese e giurisprudenza.

AdelaidePer amore suo ho cominciato a fare la spola tra Milano e Adelaide, dove lui viveva. Prima come turista e poi come studentessa, tramite un programma di scambio della mia università con l’University of South Australia. Infine, nel giugno 2011, terminata la mia laurea specialistica in “Relazioni Internazionali” a Milano, ho deciso di emigrare in Australia per amore, per avere più opportunità di lavoro e una qualità di vita migliore rispetto all’Italia. Ho lasciato la mia Milano con un biglietto di sola andata e tante speranze nella valigia. Dopo centinaia e centinaia di curriculum inviati e application compilate, tutto quello che sono riuscita a trovare sono stati due lavori in bakeries (bar/panetteria/pasticceria), per 6 mesi alla volta e un posto come insegnante di italiano e francese in una scuola privata di lingue per altri 6 mesi.

SydneyNel frattempo l’Avvocato si è laureato e ha cominciato a cercare lavoro come avvocato. Dopo qualche mese di ricerca, finalmente è arrivata la buona notizia e così abbiamo caricato la macchina all’inverosimile e abbiamo guidato per 3 giorni alla volta di Sydney, dove ci siamo trasferiti a ottobre 2012. Per fortuna è arrivata anche una buona notizia per me: mi hanno offerto un posto per un dottorato di ricerca in giurisprudenza all’University of Sydney, con borsa di studio completa! Ho iniziato a marzo 2013, con un programma di 3 anni (poi diventato 3 anni e 10 mesi) sul tema dei bambini soldato. E’ un tema ambizioso, ma che mi appassiona molto, da quando ho toccato l’argomento per la tesi di specialistica. Mi appassiona molto l’ambito dei diritti dei minori e spero che questa nuova esperienza di permetta di entrare in quel mondo e fare qualcosa di concreto per garantire un futuro migliore a quanti più bambini possibile.  A inizio 2017 ho consegnato la tesi di dottorato e ho cominciato a lavorare per Medici Senza Frontiere, dove provo a fare la mie parte per un mondo migliore.

Nel frattempo, a inizio 2014 abbiamo adottato uno splendido micione chiamato Bailey, nel 2015 io e l’Avvocato ci siamo sposati e qualche mese dopo sono diventata cittadina australiana.

Questo blog nasce come piattaforma di comunicazione con la mia famiglia e i miei amici sulla mia vita Down Under. Da semplice racconto della mia quotidianità, si è poi allargato a includere riflessioni sulla cultura australiana, sul confronto tra il mio paese d’origine e quello di adozione, e molto altro ancora. Scrivo per passione e perché spero che interessi a qualcuno, ma se così non fosse, vi do il permesso di saltare a piè pari i post più noiosi!

Buona lettura!

 Claudia

38 thoughts on “Chi sono

  1. Com’e’ avvincente la tua vita e quante altre avventure vivrai sicuramente! Sono molto curiosa di leggere e conoscere lo stile di vita di una milanese che vive in Australia soprattutto se quella milanese e’ “open mind” e “cittadina del mondo” come sembri tu…complimenti! 😉

  2. Ciao Claudia, grazie per aver visitato il mio blog lavaleandherworld e per aver iniziato a seguirmi. Io sono una milanese che vive a Melbourne da quasi 2 anni. Ho letto la tua storia e il post sulla neve in Australia! Mi sento vicino alla tua apertura mentale e alle tue esperienze, ti seguiro’! E in bocca al lupo per il dottorato che mi rendo conto tu abbia gia’ iniziato!

      1. Ciao Claudia, direi di si’!Mi trovo bene a Melbourne, e’ una citta’ molto interessante, piena di vicoli e posticini nascosti e molto viva!Se non sei mai stata, devi vederla, ma soprattutto viverla per qualche giorno!

        1. Ci sono stata un paio di volte e devo dire che non mi ha mai fatto una splendida impressione. O meglio, è una bella città (clima a parte), ma non mi sa di Australia, è una città che potrebbe essere ovunque in Europa o Nord America. Detto questo, ci tornerò a settembre per qualche giorno, e spero che questa volta splenda il sole!

      2. Scusa, e’ passato qualche giorno… si’ Melbourne e’ famosa per le sue 4 stagioni in un giorno, ma che a volte sorprende anche positivamente 🙂 Diciamo che sicuramente non ha la baia spettacolare di Sydney, ma ha molto altro che pero’ di solito si scopre fermandosi qualche giorno in piu’ o vivendoci e adottando il suo stile di vita. Se torni, fammi sapere!

  3. Ciao! Grazie per aver iniziato a seguire il mio blog, faccio altrettanto perché lo trovo molto interessante, leggendolo ho già scoperto parecchie cose di Sydney che non sapevo 🙂 e poi…gran bella presentazione!!

  4. Claudia, non avevo capito che avevi trascorso la 4a liceo proprio a Port Townsend. Ci credo che ti sei innamorata degli States: l’Olimpic peninsula e` forse il mio posto favorito negli USA. ( veramente tutto Washington State!) Dobbiamo scrivere ( se non lo hai gia` fatto) un post a quattro mani sulla “tua” area, che ne dici?

    1. Eh sì, ho avuto la fortuna di andare in un paradiso! Mi è rimasto davvero nel cuore e non vedo l’ora di tornarci! E tu come mai ci sei stata? In vacanza? Volentieri, scriviamo pure un post!!!!

  5. inizio a seguire il blog con piacere in quanto amante dei blog di viaggio e soprattutto da 23enne appena ”sbarcata” a Sydney alla ricerca di un lavoro/alloggio combattendo con la nostalgia della prima settimana da sola dall’altra parte del mondo 🙁

  6. Ciao. Ho appena scoperto il tuo blog e ti anticipo che ti farò mille domande in qualità di mamma di due bimbe piccole che ha appena ottenuto con il marito il visto permanent resident e sta per mollare tutto e volare downunder: tanta gioia ed una fifa blu! 😉 La nostra destinazione prescelta sarebbe Perth, ma devo ammettere che anche Sidney ci era piaciuta moltissimo…speriamo di trovare un lavoro già dall’Italia e che questo ci aiuti nella difficile scelta della città su cui puntare!

    1. Ciao, innanzitutto congratulazioni al marito per avere ottenuto la pr: non è mica roba da tutti e non sai quanti vi invidieranno! Per il resto, sarò ben contenta, se sarò in grado, di rispondere a tutte le domande che avrai! Sono stata a Perth un paio d’anni fa e mi è piaciuta tantissimo. Penso che se dovessi scegliere tra le due, sarebbe molto difficile! Perth è molto più vivibile di Sydney, ma è anche molto isolata. Tuo marito ha già un lavoro?

  7. Grazie per la risposta. Ottenere il visto è stata lunga e dura, ma ce l”abbiamo fatta! Io ho fatto il lavoro di migration agent per la famiglia e sono molto orgogliosa del risultato. Mio marito sta mandando cv a manetta, anche se trovare lavoro offshore non è facile, confermi? A breve inizierò a mandarli anche io.
    Lui è ingegnere meccanico e svolge il ruolo di project e contract manager nel campo dell’oil&gas. Io sono architetto e mi occupo di progettazione sostenibile e risparmio energetico.
    Noi abbiamo visitato l’Australia per 40 giorni ormai 8 anni fa. Perth ci era piaciuta moltissimo soprattutto per il verde ed il mare da favola. Melbourne è affascinante, Sydney è unica. Decidere però dove andare a vivere così a scatola chiusa non è facile. Molti ci consigliano un giro di ricognizione a Perth, ma non sapendo se magari troveremo lavoro in un’altra città non ci sembra avere molto senso. Inoltre in 15 giorni puoi solo che fare il turista!
    Ovviamente la domanda che ci poniamo è: se andiamo a Perth e non troviamo lavoro? se anche lo troviamo e poi Perth ci va stretta perché isolata da tutto e troppo easy?
    Insomma la voglia di partire è tantissima, le cose da gestire anche…help!!! 😉 Grazie

    1. Ho letto sul tuo blog la tua trafila per il visto. Complimenti! Sicuramente non è facile trovare un lavoro dall’Italia, ma mai dire mai! Molti datori di lavoro sono molto restii a offrire un lavoro solo sulla base di colloqui via skype, ma potete fare da li dei colloqui preliminari, e poi una volta che sarete qui fare quelli conclusivi. Però direi che firmare un contratto dall’Italia sarà molto difficile!
      Per quanto riguarda la scelta della città, ovviamente non è facile scegliere solo sulla base di un viaggio di qualche giorno quasi 10 anni fa, ma pensa che c’è chi si trasferisce qui senza mai aver messo piede prima in Australia! L’unico consiglio che ti posso dare è di informarti bene su Perth, sulla richiesta di lavoro nei vostri settori, la qualità delle scuole, ecc. Nulla vi impedisce di spostarvi un domani, ma immagino che con due bimbe piccole non sia facilissimo.

  8. Bellissimo questo blog, ti ho appena scoperta.. Anche io sono di Milano e anche io ho fatto il quarto anno di superiori all’estero, mi ritrovo tanto nei tuoi racconti. E l’Australia è nel mio mirino, prima o poi ci arrivo a visitarla!

  9. ciao Claudia, ho appena scoperto il tuo blog e mi sembra parecchio interessante. Anch’io vivo down under con marito e 3 figli, stiamo a Melbourne e alle volte ci fermiamo a pensare a quanto siano diverse queste città. in bocca al lupo per il tuo PhD

  10. Ciao! Sono una comasca emigrata a Madeira (Portogallo), alla ricerca di blog di altri expats, e sebbene l’Australia non rientri tra i paesi dove ho vissuto (per ora!) mi sono immediatamente appassionata… Ti seguirò! 🙂

    1. Ciao, benvenuta sul mio diario e grazie per aver deciso di seguirmi. Immagino quindi non sia la prima volta che espatri? Dove sei stata fino adesso?

      1. Grazie Claudia! Dopo la laurea specialistica nel 2010 ho vissuto qualche mese a Parigi, poi ho cominciato a viaggiare insieme al mio ragazzo: ho trascorso tre anni fra Egitto, Tailandia, Malesia e Indonesia. Per ora ci siamo stabiliti a Madeira, ma ti confesso che ogni tanto la voglia di ripartire mi riassale! 🙂

          1. Già… e ormai è quasi un anno che sono ferma nello stesso posto! (tranne un capodanno a Bruxelles) Tra i progetti per il futuro prossimo però c’è anche l’Australia! 🙂

  11. Si, mi hai proprio conquistato, sono davvero curiosa di leggerti e scoprire le tue nuove avventure. PS io ho l’ascendente Sagittario, qualche turbamento interiore in effetti c’è…:-)

  12. Ciao, ti seguo da un bel po’ ma non avevo mai letto questa presentazione. Mi incuriosisce tanto la vita in altri paesi e in particolare in una terra così lontana come l Australia infatti leggo sempre con molto interesse i tuoi articoli, arrivandoci dalla tua pagina FB. Ora che so anche un po’ di più della tua vita ti seguirò con ancora più piacere. Complimenti per le tue scelte coraggiose e la tua vita piena di traguardi conquistati e belle esperienze!
    Ciao!

    1. Ciao Luna, grazie mille per seguirmi e per le tue parole gentili. Spero di riuscire a scrivere sempre cose interessanti e piacevoli per chi mi legge e ogni commento è ben accetto! Un abbraccio!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *