Il Powerhouse Museum di Sydney

Sono settimane che la pioggia ormai non ci dà tregua. La mattina neanche guardo le previsioni del tempo, perché so già cosa mi attenderà: pioggia, pioggia e ancora pioggia. Sydney siede nella fascia sub-tropicale, ma ogni tanto ci fa credere di essere ai tropici con queste piogge monsoniche senza sosta. E se in settimana questo schifo di tempo è tollerabile, nel weekend proprio non si può sopportare. E in qualche modo bisogna pure intrattenersi… E allora ecco che lo scorso weekend siamo finalmente andati al Powerhouse Museum, uno dei musei più popolari di Sydney.

Insieme all’osservatorio di Sydney, il Powerhouse Museum fa parte del Museum of Applied Arts & Sciences. Questo museo è spesso descritto come un museo delle scienze, ma in realtà il Powerhouse non è solo questo, perché offre esibizioni che includono pezzi relativi all’arte, scienza, comunicazioni, trasporti, arredamento, tecnologia, spazio e motori. Esiste in una forma o nell’altra da 125 anni e ospita circa 400.000 artefatti di cui la maggior parte sono in mostra nella sede attuale del museo, un’ex centrale per tram elettrici che risale al 1902.

Non sono una fan della scienza o della tecnologia, e non sapevo bene cosa aspettarmi da questo museo, ma sono rimasta particolarmente colpita dalle sue esibizioni. Ci sono diverse aree del museo particolarmente interessanti.

Powerhouse Museum
Space

Spazio

La mostra sullo spazio mi è piaciuta un sacco, un po’ tipo un mini-museo della NASA a Sydney! Come si vive e lavora nello spazio? Cosa mangiano gli astronauti nella ISS? Come dormono? E quando gli scappa? Quante volte ci siamo fatte queste e altre (più intelligenti) domande sulla vista degli astronauti? La mostra del Powerhouse risponde a tutte queste domande ricreando fedelmente gli ambienti dove vivono e lavorano gli uomini nello spazio, incluso un laboratorio spaziale a gravità zero (unico del Powerhouse Museum di Sydney) che vi darà l’illusione di essere senza peso attraverso effetti speciali. Non un’esperienza adatta ai deboli di stomaco (io dopo qualche minuto sono dovuta uscire perchè si ha davvero l’impressione di girare nello spazio) ma sicuramente interessante e divertente. Ci sono ovviamente anche molti oggetti di memorabilia associati alle diverse missioni nello spazio, come una muta sovietica, muta ed kit di emergenza, detriti provenienti dalla Luna in prestito dalla NASA, oltre a moltissimi video e pannelli informativi che vi toglieranno ogni dubbio sulla veridicità dei viaggi dell’uomo in spazio. Al Powerhouse Museum c’è anche un laboratorio in funzione in cui ricercatori di robotica lavorano alla prossima generazione di rovers per le missioni su Marte.

powerhouse museum
Mars Yard

Locomotive No. 1

Una delle attrazioni preferite del museo da sempre, questa locomotiva fa parte del primo treno a vapore di Sydney e quindi d’Australia. Risalente al 1855, si tratta di un vero e proprio pezzo di storia australiana! L’esibizione ricrea un viaggio da Sydney a Parramatta nel 1863 (14 miglia compiute in 50 minuti), a bordo del treno che all’epoca era diviso in 3 classi. I visitatori possono sbirciare nei vari scompartimenti e ascoltare conversazioni tipiche del 19esimo secolo a bordo di un trano del genere. È molto raro per un paese o città di conservare la sua prima locomotiva, ma in Australia e a Sydney abbiamo questa fortuna! Il treno a cui apparteneva la Locomotive No. 1 fu ritirato dal servizio nel 1877, dopo 22 anni e 250.468 chilometri sulle rotaie. Dal 1884 è proprietà del museo ed è una delle attrazioni preferite per grandi e piccini.

powerhouse museum
Locomotive No. 1

Strasburg Clock

Il terzo oggetto che ho particolarmente apprezzato del museo è lo Strasburg Clock, uno degli oggetti più popolari del Powerhouse Museum. Si tratta del modello del famoso orologio stronomico della cattedrale di Strasburgo, costruito da Smith, un orologiaio di Sydney nel 1887. Comprato nel 1990 dal governo del NSW per £700 e subito messo in mostra nel museo, è da sempre tra i preferiti del pubblico. La cosa buffa è che pare che Smith non abbia mai visto l’orologio originale in persona, ma che si sia basato solo su una cartolina e un libro.

Al museo si puó vedere l’orologio in funzione 6 minuti prima dello scoccare di ogni ora: nella prima alcova vedrete sfilare i 12 apostoli sotto la supervisione di Gesú ed eventualmente anche del diavolo, mentre nell’alcova sottostante ruotano – ogni quarto d’ora – figurine rappresentanti le 4 fasi della vita umana. Altri dettagli dell’orologio indicano la posizione del sole, luna e delle stelle sopra Sydney, oppure la posizione dei pianeti rispetto al sole. Si tratta di un orologio incredibilmente interessante, soprattutto se pensate a quando é stato creato!

powerhouse museum
Strasburg Clock

Ma il Powerhouse Museum offre molto altro, tra esibizioni permanenti e temporanee (al momento c’é ad esempio una mostra molto bella sugli antichi egizi!). Per i bambini c’é un’area gioco e interattiva veramente interessante, il che rende questo museo un’attrazione perfetta per grandi e piccini!


Informazioni utili

Powerhouse Museum
500 Harris St, Ultimo NSW
https://maas.museum/powerhouse-museum/
Aperto tutti i giorni 10.00-17.00
Biglietto di ingresso: adult $15, studenti sopra i 16 anni $8, sotto i 16 anni gratis

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *