Il meglio di Hobart in 2 giorni

Non vi ho nascosto che con Hobart sia stato amore a prima vista. Al di lá di quello che ha colpito me, é innegabile che la graziosa capitale della Tasmania, e la seconda piú vecchia capitale d’Australia (dopo Sydney), offra molto a turisti e locali. Anche se non ha le pretese (e le potenzialitá) di molti capitali australiane e internazionali, Hobart ha una cultura molto attiva e tante attrazioni per ogni gusto. Sulla base del mio recente viaggio, eccovi i miei suggerimenti su cosa vedere, fare e mangiare a Hobart in 2 giorni. 

Salamanca Place

Questa pittoresca piazza, costellata da ex fabbriche e magazzini, é un classico esempio di architettura coloniale australiana. Risalente al 1830, durante il periodo buio della caccia alle balene Salamanca era al centro del commercio di Hobart. Entro la metá del 20esimo secolo molti dei magazzini erano caduti in disuso, prima di essere restaurati negli anni ’70. Se avete intenzione di passare solo 2 giorni in cittá, assicuratevi che questi includano il sabato per non perdervi quella che é in assoluto l’icona di Hobart: Salamanca Market. Amato da turisti e locali in egual modo, é operativo ogni sabato dell’anno dal 1972! Chiamarlo mercato é riduttivo, con piú di 300 bancarelle qui troverete venditori di prodotti d’arte e artigianato locali, oltre a fantastici prodotti e delicatezze della zona. Da provare sono i piatti a base di wollaby (una versione piccola del canguro) che abbiamo trovato solo qui in Tasmania. Aperto dalle 8 alle 15.00, assolutamente da non perdere! Ma assicuratevi di ritornare anche quando il mercato non c’è, per ammirare i palazzi e i magazzini tutto intorno alla piazza con calma!

hobart

Sullivans Cove / The Hobart Waterfront

Il lungomare di Hobart, Constitution Dock, é il cuore scintillante (ma ancora operativo) della cittá. Da Salamanca Place, una passeggiata veloce vi porterá oltre il Brooke Street Pier e una replica della capanna dell’esploratore australiano Douglas Mawson in Antarctica, fino a Hunter Street. Questa consiste in una schiera di ex magazzini in stile giorgiano, inclusa la vecchia fabbrica della marmellata Henry Jones IXL, che oggi sono parte della scuola d’arte della University of Tasmania. Il lungomare ospita una serie di bar, ristoranti e locali, oltre ad essere il punto di arrivo e di partenza per catamarani, water taxi e traghetti (incluso quello per il museo MONA). É tradizione, se venite a Hobart, prendere una porzione di fish&chips da uno dei tanti negozietti sulla riva e gustarvelo con i piedi a penzoloni, mentre barche di ogni dimensione vi passano davanti. Questa zona diventa particolarmente attiva nella settimana successiva a Sydney, quando i pontili si riempiono di yachts della famosa regata Sydney to Hobart Yacht Race, e vi sembrerà quasi di stare a Montecarlo!

MONA

Il piú grande museo privato d’Australia, il Museum of Old and New Art é una galleria con personalitá. L’atmosfera unica di MONA é resa ancora piú particolare dal fatto che il museo si trova sottoterra, scavato nella roccia della scogliera. Scendendo verso gli abissi sembra proprio di entrare in un mondo a parte, che ruota intorno ai temi dell’amore, al sesso e alla morte. Non per niente il proprietario David Walsh l’ha definito “una versone adulta e sovversiva di Disneyland”, e dopo averlo visitato posso confermare che qui non ci porterei mia madre! A parte gli scherzi, MONA é sicuramente un museo controverso e particolare, che puó piacere o non piacere, ma che é impossibile non apprezzare. Le mostre sono in continuo aggiornamento, quindi vi consiglio di visitarlo ogni volta che potete per vedere cosa offre di nuovo! Raggiungibile in 15 minuti di macchina dal centro cittá, oppure con un traghetto speciale dal Brooke Street Pier, é assolutamente un’esperienza da non perdere. Gratis per i residenti in Tasmania e per gli under 18.

Hobart

Battery Point

Questo vecchio quartiere marittimo nel centro di Hobart fu abitato fin dall’inizio del ‘800 e ad oggi mantiene l’architettura coloniale e quell’atmosfera storica che lo rendono uno dei quartieri storici piú affascinanti di tutta l’Australia. Connessa a Salamanca Place tramite i Kelly Steps, una stretta scalinata risalente al 1839, Battery Point é un insieme di viuzze, bellissimi cottage ed edifici storici. Perdetevi per le sue vie, ammirate le sue case e i suoi giardini curati, e poi ritrovati ad Hampden Road, la strada principala di Battery Point. Assolutamente da non perdere é Arthur Circus, una piazzetta circondata da splendidi cottages risalenti agli arbori della colonizzazione di Hobart, ma la mia attrazione preferita di Battery Point rimane Jackman & McRoss Bakeries, una panetteria/café dove é un piacere cominciare la giornata o prendersi una meritata pausa dal tanto girovagare.

a spasso per Battery Point

Mount Wellington

A soli 20 minuti di macchina dal centro di Hobart, Mount Wellington si “erge” a 1270 metri sul livello del mare e domina la cittá e l’intera penisola. Assolutamente accessibile sia in macchina che a piedi (se avete le gambe e i polmoni per questa bella sfacchinata), dalla sua cima si gode un panorama mozzafiato sulla cittá sottostante e tutta la Tasman Peninsula. Se siete fortunati, in una giornata limpida riuscirete a vedere da Port Arthur a Bruny Island! Un’incredibile riserva naturale a un tiro di schioppo dalla cittá, una visita al Mount Wellington dovrebbe essere aggiunta a qualsiasi visita a Hobart.

Hobart vista dall’alto di Mt Wellington

Altre attrazioni di Hobart

Prima o dopo l’ascesa a Mount Wellington, concedetevi una pausa alla Cascade Brewery, il più vecchio (1832) birrificio d’Australia e ancora operativo. Potete seguire un tour guidato del birrificio oppure gustare le sue squisite birre al caffè di fronte.

Se invece preferite qualcosa di dolce, vi consiglio di visitare la Cadbury Chocolate Factory, una fabbrica del cioccolato (la marca più famosa qui in Australia e che mi è valsa il soprannome) che non ha niente a che invidiare a Willy Wonka. Non è più possibile visitare la fabbrica, ma è possibile partecipare a una sessione informativa e ovviamente comprare le loro prelibatezze!

Tralasciando il mangiare e il bere, se avete del tempo da ammazzare potete visitare i Royal Tasmanian Botanical Gardens: risalenti al 1818, contano più di 600 speci di piante native ed esotiche. Interessante è la Subantarctic Plant House, che presenta la vegetazione nelle zone subantartiche e il giardino giapponese.

Infine, interessante è la visita alla Female Factory, una fabbrica a cui venivano destinate le prigioniere donne di Hobart. Circa il 25% di tutti i prigionieri trasferiti in Tasmania erano donne, e per questo la Female Factory è stata riconosciuta come importante sito storico della Tasmania.

Hobart in 2 giorni
la Cascade Brewery dal giardino del caffè

Mangiare fuori

La prima cosa che noterete del cibo in Tasmania, é l’abbondanza di prodotti locali. Troverete sí le grandi catene e i grandi nomi, ma sono molto piú abbondanti i negozi e i prodotti a km 0. Dal supermercato al piccolo caffé, dal ristorante al negozio di liquori, tutta l’attenzione é rivolta ai prodotti tipici della zona. E a ben vedere! La Tasmania infatti produce alcuni tra i migliori prodotti di tutta l’Australia: che sia vino o formaggio, ostriche o frutta, miele o cioccolato, un viaggio in Tassie é veramente una festa per il palato. Lasciate a casa dieta e bilancia e fatevi prendere per la gola. Per colazione/brunch/pranzo ci sono moltissime opzioni in tutto il centro: Jackman & McRoss in Battery Point é diventato il nostro punto di riferimento, ma merita una menzione anche il Machine Laundry Café di Salamanca Square, dove potete mangiare mentre fate il bucato! Un fish&chips lungo il lungomare é un must per pranzo, mentre per cena avete solo l’imbarazzo della scelta lungo Elizabeth Street in North Hobart.

Hobart in 2 giorni
Colazione da Jackman & McRoss… un must!

Questo è quello che vi consiglio di fare/vedere/mangiare a Hobart in 2 giorni. Ovviamente tanto dipende dalla stagione e dai vostri interessi. Qualsiasi siano le vostre preferenze, sono sicura che non rimarrete delusi da questo gioiellino di città!

p.s. 2 giorni sono sufficienti per visitare la città di Hobart, ma ovviamente se avete più tempo potrete esplorare i dintorni che meritano assolutamente! Stay tuned e vi racconterò di più!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *