Di amore e memoria: Wendy’s secret garden

Dalla stazione del treno di North Sydney scendo verso la baia, la discesa naturale della collina mi guida e perdermi è in possibile. Qualche gradino senza indicazione mi conduce a una terrazza verde e a un panorama che mi lascia a bocca aperta. Allora è qui che vive l’altra metà del cielo (aka i ricchi di Sydney)! Quando riesco a staccarmi dalla vista sull’Harbour Bridge e sulla baia, scendo qualche altro gradino e mi trovo catapultata in un altro mondo: eccomi finalmente al giardino segreto di Wendy!

Wendy è Wendy Susan Whiteley, (ex) moglie e musa ispiratrice del defunto Brett Whiteley, rinomato artista d’avanguardia australiano, e madre dell’attrice Arkie Whiteley. Nonostante avessero divorziato 3 anni prima, quando nel 1992 Brett morì per un’overdose di eroina, Wendy concentrò il suo dolore in un progetto ambizioso in sua memoria: trasformare un pezzo di terra abbandonata trasformata in discarica tra la sua casa e la ferrovia che la separava dalla baia. Il terreno era soffocato dalle erbacce, e costellato da vecchi rottami e pattumiera; alcuni senzatetto a volte dormivano qui e la compagnia delle ferrovie che possedeva questo lotto non aveva nessuna intenzione di bonificare la zona. Ma almeno non alzarono nessuna obiezione quando Wendy decise di abbellirla.

Wendy's secret garden

Wendy trattò il giardino come un enorme dipinto, che modellò piantando, potando, spostando cose e lasciando che alla fine fosse la natura a fare il suo lavoro. Nell’arco di 15 anni Wendy trasformò una discarica in un posto incantato, con panchine nascoste, sentieri segreti, e scorci spettacolari sulla baia di Sydney.

Il giardino di Wendy racchiude molte sculture interessanti: alcune artistiche, altre fatte di materiali riciclate, alcune create da Wendy, altre composte da oggetti trovati durante i lavoro. Ci sono panchine e tavoli qua e là nel giardino, che offrono ai visitatori la possibilità di fare un bellissimo picnic o magari di trovare l’inspirazione per lavorare.

Wendy's secret garden

Nel 2001 un tumore rapido e letale si portò via Arkie, la sua unica figlia. Devastata da questo nuovo dolore, Wendy decise di seppellire le ceneri di sua figlia, così come quelle di Brett, nel suo amato giardino. In seguito Wendy sparse proprio qui anche le ceneri dei suoi genitori, della sua gemella Joyce e del suo amato cane. Alla veglia di questa tragedia Wendy si dedicò con rinnovato entusiasmo al suo giardino, come tributo ai grandi amori della sua vita.

La mia visita al giardino di Wendy è stata molto toccante e per tutto il tempo non ho fatto che pensare alla forza di questa incredibile donna, che ha saputo trasformare il dolore e la sofferenza in un qualcosa di stupendo per tutta la società. Grazie Wendy per questo bellissimo regalo che hai fatto alla città di Sydney!

One thought on “Di amore e memoria: Wendy’s secret garden

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *