48 ore per scoprire Los Angeles

Per concludere in bellezza le tre settimane di viaggio di nozze in Messico, l’Avvocato ed io ci siamo concessi un paio di giorni a Los Angeles, approfittando dello scalo obbligatorio prima di rientrare a Sydney. La città degli angeli non è mai stata in cima alla lista dei paesi che mio marito voleva visitare, mentre per me ha sempre avuto un fascino che solo chi è cresciuto con Will il principe di Bel Air, Baywatch, Beverly Hills 90210 e O.C. può capire. Per quanto pacchiana e superficiale, non vedevo l’ora di passeggiare tra le vie della città che in assoluto ha occupato la maggior parte dei film e telefilm che ho visto. Macchina-muniti (essenziale per visitare Los Angeles), queste sono le tappe che abbiamo visitato nel giro di 48 ore.

Hollywood

Chinese TheatreHollywood è forse la zona più famosa di Los Angeles e una delle più famose nel mondo. E’ infatti il cuore dell’industria cinematografica americana e mondiale e qui vi alloggiano numerosi attori e produttori famosi. Avendo preso un appartamento con AirBnB proprio sulla stravagante Hollywood Bld, le celebrità di Hollywood erano davvero a portata di mano. Un must per ogni visitatore è la passeggiata lungo la Hollywood Walk of Fame, dove più di 2.400 personaggi del mondo dello spettacolo sono immortalati su un marciapiede con delle simboliche stelle. Non pensate che sia chissà che, le stelle sono più di quelle che pensate, da entrambi i lati della strada, ma i marciapiedi non sono tenuti poi così bene. Molti senzatetto vivono su questa strada, e capite bene che i marciapiedi siano tutto fuorchè puliti. Ma sicuramente cercare la stella della vostra stella preferita è un must divertente di ogni viaggio a Los Angeles.

Se siete degli appassionati di cinema, non perdetevi le mani e le impronte più famose nei pressi del bizzarro Teatro Cinese di Grauman, dove assistere a interessanti proiezioni e incontrare molti sosia di star del mondo dello spettacolo. Questo è il luogo delle innumerevoli anteprime e serate di gala, oltre che delle 200 impronti di mani, piedi e autografi di celebrità.

Dolby theatreE sulla scia di celebrità e serate di gala, accanto al TLC trovate il Dolby Theatre, dove si tiene ogni anno la famosa cerimonia degli Oscar. Il resto dell’anno il Dolby è sede di un cinema e centro commerciale, e dalla cui terrazza si vede la famosa scritta sulle colline di Hollywood.

Griffith Observatory

griffith observatoryGriffith Observatory è al tempo stesso un osservatorio, un planetario e un museo d’astronomia situato a Griffith Park, dove si gode di una splendida vista del centro di Los Angeles e dove troneggia il vero simbolo di questo quartiere di Los Angeles, la famosa Hollywood Sign, ossia la famosa scritta Hollywood. L’attrazione è gratuita, ma se volete dare uno sguardo al cielo notturno, soprattutto in estate, mettetevi in fila prima di sera; chiudono la fila dopo un certo numero di persone. Comunque una visita val la pena per vedere l’edificio stesso e il magnifico panorama che permette di ammirare.

Beverly Hills

beverly hillsSono cresciuta guardando Beverly Hills 90210 e non vedevo l’ora di fare un giro tra le vie e le colline di questo quartiere così famoso. Che poi in realtà non c’è niente da vedere: le villone sono nascoste da grandi cancelli e muri alti, e senza sapere chi vive dove non è che il giro sia poi così interessante. Ma almeno potrete dire di essere stati nella stessa via dove vive Leo Di Caprio, Sandra Bullock o chiuque stimoli la vostra fantasia. E da Beverly Hills è un attimo arrivare a Bel Air, altro quartiere facoltoso e famoso per la serie “Will, il principe di Bel Air”.

E poi eccovi a Rodeo Drive è una famosa via di Beverly Hills che fa parte del cosidetto Golden Triangle della California. Il Golden Triangle è delimitato dall’incrocio del Santa Monica Boulevard, Wilshire Boulevard e North Beverly Drive. In Rodeo Drive e nelle vie limitrofe si trovano le più famose boutiques del mondo con firme prestigiose come Armani, Valentino, D&G, Louis Vuitton, Gucci, Bulgari, Polo Ralph Lauren, Prada. Rodeo Drive è conosciuta come la zona più costosa al mondo per chi ama spendere acquistando i capi più prestigiosi all’ultima moda e per questo motivo è una delle strade più frequentate dalle star di Hollywood.

rodeo driveMolte donne sognano di passeggiare come Julia Roberts nel film Pretty Woman sulla Rodeo Drive e darsi allo shopping sfrenato, ma poche possono permettersi di acquistare i capi unici realizzati dagli stilisti più famosi. E da non perdere è proprio il Regent Beverly Wilshire, l’hotel dove Richard Gere e Julia Roberts soggiornarono in Pretty Woman.

Santa Monica

Santa MonicaFra i luoghi di interesse di Los Angeles, Santa Monica è un’altra attrazione che difficilmente si riesce a trascurare. Santa Monica è una tranquilla città balneare affacciata sulla meravigliosa Baia di Santa Monica. Le favorevoli condizioni climatiche, la bellezza del litorale, l’efficienza dei servizi e le briose vie pedonali hanno fatto diventare Santa Monica una rinomata località turistica, una delle principali mete di Los Angeles. Ciò che rende famosa questa località è sicuramente il celebre molo, il Santa Monica Pier. È il più antico molo per imbarcazioni da diporto della West Coast, una lunga passerella percorsa arricchita da un luna park vecchio stile pieno di attrattive, di svaghi e di ristoranti specializzati nella cucina a base di pesce. Ed è proprio qui che termina (o inizia a seconda del vostro percorso) la leggendaria strada Route 66.

E poi c’è la spiaggia, larga e sabbiosa, frequentata da migliaia di turisti ogni giorno e portata alla ribalta mondiale dalle riprese effettuate per la nota serie TV Baywatch, interamente girata su queste coste. Altro punto importante di Santa Monica coincide con la 3rd St Promenade, una vivace isola pedonale piena di artisti di strada, cinema, bar e negozi.

Pacific Highway 1

pacific 1Partendo da Santa Monica, prendete la Pacific Coast Highway, solitamene trafficata. Questa autostrada è già di per sé un’attrazione! Si incontra subito la Getty Villa, museo dedicato all’arte antica, principalmente greca e romana (vedi sotto). Dopo la sosta culturale, non potete far altro che dirigervi verso una delle tante spiagge della città. Tra le preferite ci sono Lagoon State Beach, Zuma Beach e Paradise Cove se vi piacciono gli stabilimenti attrezzati. E ovviamente Malibù, famosa naturalmente per le sue spiagge e anche perché è residenza di molte stelle del cinema e dello spettacolo in genere. Le spiagge di Malibù sono le migliori spiagge di Los Angeles dove fare il bagno e prendere il sole. Situate a ovest della città infatti, hanno come sfondo le frastagliate montagne della Santa Monica Mountains National Recreation Area.

The Getty Centre + Villa & gli altri musei

Tra le cose da vedere a Los Angeles non fatevi mancare il Getty Center, che è l’invidia dei musei di tutto il mondo per le sue donazioni generose. Ospita ricche collezioni e ha alcune imponenti opere che coprono un vasto arco di storia, dal Rinascimento ai giorni nostri. Tra queste ci sono alcuni dipinti di Rubens, una coppia realizzata da Gainsborough, e una spolverata di impressionisti, tra cui Monet, Renoir, Cézanne e Van Gogh. Le arti decorative francesi e una collezione fotografica valgono sicuramente la pena di essere viste. E non dimenticate di scovare Miró e Moore nel bel giardino di sculture. La Getty Villa invece, lungo la Pacific Highway 1, è un museo ospitato in un edificio strutturato come un’antica villa romana, che vanta più di 44.000 opere di arte antica (principalmente di arte romana, greca ed etrusca) che coprono un periodo che parte dal 6500 a.C. fino al 440 d.C. Infine, tra gli altri musei che vale la pena di visitare ci sono il Los Angeles County Museum of Art con i famosi lampioni.

LA museums
immagini prese dal web

Insomma, Los Angeles offre molto da fare e da vedere. Se siete di passaggio qui sicuramente troverete come occupare il tempo. Che sia la mia città preferita? Assolutamente no. Una città interessante, sicuramente sì.

ps. in tutto questo, noi siamo riusciti a infilare anche una capatina al Citadel Outlet per un po’ di sano shopping. Consiglio vivamente!

2 thoughts on “48 ore per scoprire Los Angeles

  1. Nonostante sia stata diverse volte negli Stati Uniti, non ho mai scelto Los Angeles come destinazione per via di tutte le cose negative che di solito si sentono dire: non ha un centro, è dispersiva, non è niente di particolare. Ma nonostante non mi dispiacerebbe dedicare un paio di giorni a questa città, soprattutto dopo aver passato anni – come dici tu – tra Principe di Bel Air e Beverly Hills 90210 (e pure Melrose Place…). Direi che forse Santa Monica e Malibu sarebbero le zone che potrebbero piacermi di più.
    Buona giornata!
    Silvia.

    1. Se avessimo potuto noi avremmo sicuramente scelto San Francisco invece che LA per questa tappa, ma facendo buon viso a “cattiva” sorte ci siamo dovuti accontentare di LA. Secondo me se si parte con i presupposti giusti e’ una citta’ interessante da vedere… e sicuramente i quartieri sulla costa hanno un’atmosfera tutta loro!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *