Incertezza

Quando ti accorgi che “we’ll see” (= vedremo) è diventato il tuo motto quotidiano, vuol dire che in quel periodo le cose hanno preso un verso un po’ particolare. Ed io sono mesi che mi ritrovo a dirlo diverse volte al giorno… La verità è che dopo 3 anni di relativa stabilità e sicurezza dal punto di vista lavorativo (sia per me che per l’Avvocato) e di residenza, questo 2016 ha portato grandi incertezze. E la cosa mi destabilizza molto!

Perché sono ormai al terzo anno del mio PhD, tra meno di 6 mesi la mia borsa di studio terminerà ed entro l’anno spero bene di riuscire a consegnare questa dannata tesi. E poi? E poi spero proprio di riuscire a trovare un lavoro. Per il momento ho fatto domanda per due lavori fantastici e un altro che è saltato fuori all’improvviso. Un altro poi, quello che più farebbe al caso nostro, aprirà a luglio. Tutti comincerebbero a febbraio dell’anno prossimo. Per scaramanzia ovviamente ancora non vi anticipo niente. Vi posso dire però che se dovessi avere uno dei due lavori per cui ho già fatto domanda, mi dovrei trasferire in un’altra città australiana, con la possibilità poi di un periodo all’estero.

Il che ovviamente complicherebbe le cose per il lavoro dell’Avvocato. Ci sono delle decisioni di carriera che deve prendere, ma è difficile fare  progetti di coppia quando non si sa dove saremo tra un anno! Abbiamo sogni e progetti ma sono tutti campati per aria, dipendenti tutti da quel “se” su cui non abbiamo nessun controllo. E sento tantissima pressione su di me, perché so che tra i due l’ago delle bilancia sono io: lui in quanto avvocato ha la sua carriera qui a Sydney abbastanza pianificata davanti a sé. Ma io di certo proprio non ho niente. Non so se avrò un lavoro, quale sarà e dove sarà. Sono la wild card della coppia da cui dipende essenzialmente il futuro di entrambi. E non è proprio un peso leggero da portare sulle spalle…

 

 

 

13 thoughts on “Incertezza

    1. Eh già… a volte è bello vivere un po’ alla giornata e non dover pensare troppo al futuro… ma altre volte vorrei avere un po’ più di sicurezze…

  1. Capisco benissimo! Purtroppo credo sia un po’ la vita di chi sceglie una professione poco stabile (accademia in testa). Pero’ vedrai che qualcosa andra’ bene… in bocca al lupo!

  2. Non è facile non sapere cosa ci riserva il futuro, l’unica cosa è sperare che non riservi piattume, non c’è niente di peggio, un nuovo progetto, un cambiamento, nuova energia, sono indispensabile per vivere meglio.
    Noi siamo in fase piattume e stiamo davvero male!!!

  3. Arrivo con ritardo su questo post, ma mi ci ritrovo tanto. Io e il Guerriero siamo nella vostra stessa situazione, sempre a vivere alla giornata in un “vedremo” dietro l’altro. Il PhD in questo caso è lui, con tutte le incertezze che si aprono una volta consegnata la tesi e inizia la grande ricerca… In bocca al lupo!

    1. Non arrivi in ritardo, perchè la situazione è sempre quella! Passa il tempo, la scadenza si avvicina, ma opportunità per il dopo ancora non ci sono… ripongo tutta la mia fiducia in un paio di risposte che aspetto per settembre! E in bocca al lupo al Guerriero! x

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *