Come organizzare il viaggio di nozze in Messico

A più di 8 mesi dal nostro matrimonio, è finalmente quasi giunta l’ora del nostro viaggio di nozze. Se mi seguite saprete già che ci siamo sposati in Italia, il che ovviamente ha richiesto soldi e ferie per il viaggio, e dato che l’Australia non prevede il congedo matrimoniale, non abbiamo potuto fare la luna di miele subito dopo in matrimonio. Ci siamo dovuti “accontentare” di qualche giorno a Parigi e Nantes, rimandando il viaggio vero al 2016. Finalmente il 2016 è arrivato e con esso il nostro viaggio di nozze. La meta prescelta (dopo un lungo dibattito): il Messico!

Innanzitutto perchè abbiamo scelto il Messico? Dovete sapere che l’Avvocato ed io abbiamo idee molto diverse su quello che è il viaggio ideale. Lui preferisce le città e la cultura; io il mare e la natura. Conciliare le due cose non è stato facile, e dopo aver scartato il safari in Africa (che è stata la nostra scelta per qualche mese) abbiamo optato per il Messico. Che, ai nostri occhi, rappresenta il connubio perfetto tra cultura e natura. Non è stato semplice mantenere l’equilibrio tra questi due aspetti, e l’ideazione dell’itinerario ha richiesto parecchio sforzo, ma sono molto soddisfatta del risultato finale.  Data la meta, la durata del viaggio, e il mancato aiuto da parte del marito, l’organizzazione del viaggio non è stato un gioco da ragazzi. Come mi sono organizzata, quindi?

La scelta dell’itinerario

Per prima cosa bisognava decidere l’itinerario. Non avendone già uno in testa, ho cercato su forum, blog e simili esempi di itinerari già fatti. Io conoscevo una coppia che ha fatto un viaggio on the road in Messico, e per il resto mi sono affidata a blogger (ad esempio questo, questo, o questo). Il mio consiglio è di prediligere itinerari creati da individui piuttosto che da tour operator ed agenzie viaggi, perchè  tendono a essere più realistici e “personali”, rispetto a quelli standard proposti a tutti.

Il nostro viaggio durerà 19 giorni effettivi in Messico (senza considerare i giorni di arrivo e partenza) + 2 giorni a Los Angeles. Per soddisfare la voglia di cultura e storia, trascorreremo i primi 5 giorni a Città del Messico e dintorni, prima di volare a Palenque e cominciare il tour on the road di Chiapas, Yucatan e Quintana Roo. Gli ultimi 7 giorni finalmente li passeremo in un resort al mare, tra relax e visita a siti Maya e siti naturalistici in zona.

questo sarà il nostro itinerario
questo sarà il nostro itinerario

Alla ricerca di informazioni

Per arrivare al nostro itinerario definitivo ovviamente abbiamo ho fatto tantissima ricerca. Guardando tutti gli itinerari trovati qua e là, la prima cosa che mi sono chiesta è che tipo di vacanza cercavamo noi, e in che maniera questi itinerari esistenti si conciliavano con le nostre esigenze. Pian piano ho ristretto il campo alle zone del Messico che ci interessavano, e da lì ho cominciato a fare ricerca seria, sia online che su guide varie.

Online mi sono affidata, oltre ai blog di viaggio, ovviamente a Trip AdvisorThorn Tree forum della Lonely Planet. Quest’ultimo è stata davvero una rivelazione! Esiste un forum per ogni nazione, e quello del Messico è davvero molto attivo. Ma la cosa bella è che gli utenti sono davvero esperti di quel paese (o almeno per quanto riguarda il Messico), lo conoscono bene, ci viaggiano (o vivono) spesso, e possono davvero rispondere a qualsiasi domanda. E io ne ho fatte davvero di sciocche! Insomma, è un ottimo luogo per cercare consigli e togliersi i dubbi, molto meglio che Trip Advisor da questo punto di vista! Ad esempio, prima di decidere l’itinerario definitivo, ho scritto sul forum un paio di alternative, e grazie ai commenti degli altri utenti sono riuscita ad arrivare alla soluzione ottimale! L’unico difetto, se proprio vogliamo trovarglielo, è che nel mio caso sono tutti fan di Città del Messico, o fosse per loro dovrei passare l’intera vacanza a esplorare la città!

Ovviamente mi sono anche affidata alla guide cartacee, sia della Lonely Planet (regalo di R. per la festa post matrimonio) che di altre marche trovate in biblioteca. Me le sono davvero divorate tutte, prima di arrivare a fare la scelta definitiva sulle tappe del viaggio.

picjumbo.com
picjumbo.com

Prenotazione macchina, voli e hotel

Come per qualsiasi altro viaggio che faccio e ho fatto, per prenotare i voli mi sono affidata a motori di ricerca come kayakskyscanner. Ovviamente ce ne sono mille altri, e sono sicura che li conoscete tutti (vedi momondo, expedia, etc.); per non complicarmi la vita però ho deciso di affidarmi solo a questi due e di attivare dei price alerts che mi avvisavano ogni volta che il prezzo di un determinato volo aumentava o diminuiva. L’ho trovata una cosa molto utile e sono soddisfatta dei prezzi che sono riuscita ad ottenere in questo modo.

Nella seconda parte del nostro viaggio in Messico e a Los Angeles tra l’altro noleggeremo una macchina, e questo è stato un tasto un po’ dolente perchè su tanti forum e blog relativi al Messico ho letto che non è semplicissimo noleggiare un’auto. Le fregature sono all’ordine del giorno, e ho letto di ogni riguardo a tutte le compagnie di noleggio, da quelle locali a quelle internazionali. Insomma, la possibilità di essere fregati c’è sempre, ma per ridurre i rischi abbiamo deciso di affidarci a compagnie note. Il dubbio era tra Hertz e Europcar, ma alla fine abbiamo scelto la prima per il prezzo.

Infine, per quanto riguarda gli hotel, anche qui è stato un esercizio combinato tra vari siti. Quelli a cui mi sono affidata alla fine sono stati booking.comhotels.com. La cosa utilissima di questi siti è che (di solito) permettono di prenotare senza pagare e/o di cancellare la prenotazione fino a una certa data con piena restituzione di ciò che si è pagato. Ovviamente prima di prenotare mi sono affidata anche alle recensioni di Trip Advisor, sia mai! Per le notti a Los Angeles invece abbiamo prenotato tramite Airbnb, che abbiamo usato molte volte in giro per il mondo e con cui ci troviamo davvero bene.

Solo in un caso ho prenotato direttamente con l’hotel in questione perchè, dopo averli contattati e chiesto un preventivo per viaggio di nozze, mi hanno fatto un prezzo più basso di quello che avevo trovato sui vari siti. Dato che questi motori di ricerca si prendono una percentuale della vendita, per hotel piccoli spesso conviene contattare direttamente l’hotel nell’eventualità che facciano un prezzo più basso per evitare di pagare la commissione.

una delle mie tabelle di lavoro
una delle mie tabelle di lavoro

Varie ed eventuali

Il nostro viaggio sarà soprattutto fai da te, ma in qualche occasione ci affideremo a delle agenzie per fare dei tour, per semplicità o mancanza di alternative. D’altro canto, questa sarà la nostra luna di miele, quindi qualche sfizio ce lo dovremo pure togliere, no? Per il momento ne abbiamo prenotati solo 2, e lo abbiamo fatto tramite un’agenzia viaggi convenzionata con l’hotel dove staremo a Palenque. Abbiamo deciso di farlo da qui, onde evitare di avere intoppi poi dopo, dato che avremo ben poco lì e non vogliamo rischiare che i tour siano pieni. A parte questi, sto cercando di prenotare un altro tour alla Biosfera di Sian Ka’an, ma sono ancora alla ricerca della compagnia migliore. Ovviamente le ricerche le faccio su Trip AdvisorThorn Tree forum. Non nego la possibilità che, una volta arrivati al resort a Tulum, non faremo ancora qualche tour guidato dall’hotel, ma decideremo al momento.

Pago adesso o pago dopo? Il Messico non è esattamente la meta più sicura che ci sia. Certo, noi andremo in zone prettamente turistiche, ben lontane dalle aree di traffico di droga, ma resta comunque un paese a rischio. Ovviamente prenderemo tutte le precauzioni del caso, ma la possibilità di venire derubati è purtroppo reale. Quindi il vantaggio di prenotare e pagare prima del viaggio è che, qualora ci dovessero rubare soldi e carte di credito, avremmo lo stesso un tetto sotto cui dormire, un mezzo di trasporto ed eventualmente un tour già pagato. Ovviamente pagando prima c’è sempre il rischio che la compagnia non sia affidabile, o che ci sia qualche intoppo. Ma non sono forse queste le cose che fanno di un viaggio un’avventura? Ovviamente, dato quello che ho appena detto sul Messico, la prima cosa in assoluto che abbiamo comprato è stata una buona assicurazione viaggi!

E questo è tutto…. ora non ci resta che preparare le valige!

16 thoughts on “Come organizzare il viaggio di nozze in Messico

      1. Beh, considera che avevo 15 e 17 anno quando ci sono andata, quindi magari i miei suggerimenti potrebbero non essere adatti…io ho adorato la visita ai siti Maya, come Tulum, Chichen Itza, e tanti altri…è una cultura davvero affascinante! Non mancare la visita (e il bagno) in qualche chenote, meraviglie naturali… e poi, mi ricordo di aver trascorso una giornata indimenticabile al parco Xel-Hà (http://www.xelha.com/), una vera e propria oasi dove si possono praticare tantissime attività a contatto con la natura, se vuoi dai un’occhiata al sito, sia mai che ti interessi! Non vedo l’ora di leggere i futuri post su questo viaggio 🙂

  1. Complimenti per l’alto livello di organizzazione! Io sono in procinto di preparare un viaggio coast to coast negli stati uniti l’estate prossima…e qui ho trovato spunti utili sui motori di ricerca! PS se ti servono consigli su Los Angeles, noi siamo ormai locali 😉

    1. Sono contenta che tu abbia trovato il post utile! Il coast to coast negli USA è uno dei miei sogni. Io ho abitato nello stato di Washington e ti consiglio davvero di non perderlo, se riesci! Sicuramente ti chiederò info su LA!

Leave a Reply to Neogrigio Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *