Consigli pratici #5: come iscriversi a un PhD

L’Australia è l’Eldorado del nuovo millennio, la nuova America per tanti aspiranti emigranti… Ma l’Australia del 2015 non è né l’Australia né l’America del dopo guerra, quando chiunque era bene accetto e si poteva emigrare relativamente facilmente, a patto di potersi permettere il lungo viaggio. L’Australia del 2015 è molto selettiva e rigida per quanto riguarda l’immigrazione: non tutti sono i benvenuti, e anche quelli che lo sono devono comunque passare un lungo e complesso procedimento per passare da residenti temporanei a permanenti. I giovani e meno giovani italiani e stranieri che sognano di mettere radici Down Under sono tantissimi e per farlo sono disposti davvero a tutto. uno dei metodi più comuni per “comprarsi del tempo” e trovare nel frattempo un modo per rimanere, è quello di seguire un corso scolastico e ottenere dunque il visto studentesco. Solitamente però si tratta di corsi brevi, quasi professionali e che raramente risolvono il problema di come rimanere in Australia, però di solito durano solo un anno. Solo pochi i giovani e meno giovani che pensano a un percorso di studi più duraturo (e necessariamente più complesso), e dalle prospettive future molto più promettenti: sto parlando di Master e PhD. Oggi è proprio di quest’ultimo che voglio parlarvi.

Continuate a leggere qui.

8 thoughts on “Consigli pratici #5: come iscriversi a un PhD

  1. Ottima guida, grazie! E che bello anche il. Portale australia. Volevo commentare lì ma non sono iscritta su Disqus. Appena ho un frammento di neurone sveglio ci provo!!
    Io sono tornata a lavoro da due giorni col jet lag… Che fatica! Però sto imparando meglio il lavoro dell’architetto in Australia.
    Il PHD è una possibilità che non ho ancora scartato…sai se ci sono limiti di età e se le borse di studio sono disponibili anche per chi è Permanent Resident?
    Grazie

    1. Bentornata! So bene quanto sia tosto ricominciare con il jetlag! Sicuramente il PhD apre tante porte, ma è ben più duro di come sembra (ma di questo possiamo parlarne in privato se vuoi!). Non ci sono assolutamente limiti di età, anzi, tanti lo fanno a metà o fine carriera! Io ho cominciamo come international student, ma in realtà ci sono molti più posti per studenti locali. Quindi non hai proprio niente di cui preoccuparti! E se hai ulteriori domande chiedi pure!

      1. Grazie! Chissà magari in futuro! Ora ho “bisogno” di un po’ di lavoro in ufficio con dei colleghi, dopo 6 anni di libera professione a casa da sola, anzi con bimbette intorno 😉
        Però mai dire mai…

  2. Ciao Claudia!
    volevo chiederti una curiosità..com’è trasferirsi in Australia con una laurea italiana (farmacia) e un PhD tedesco, facoltà di medicina?

    Grazie mille,
    vale

    1. Ciao Vale, non posso risponderti a questa domanda per esperienza personale perché non è il percorso che ho fatto io. Quello che posso dirti sicuramente è che le lauree medico/scientifiche solitamente qui non sono riconosciute in modo automatico, ma devi fare un lungo e costoso processo di conversione. Non so se questo si applichi anche ai PhD, sorry….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *