Musica, attesa e lacrime

Per l’orrore dei miei futuri suoceri (=musicisti classici professionisti), io non sono mai stata un’amante della musica classica. L’unico legame che ho con questo genere di musica risale ai miei anni di danza classica, ma, ahimè, sono passati da un pezzo. Non andrei mai a un concerto di musica classica di mia spontanea volontà e anche l’opera classica non rientra tra i miei spettacoli preferiti – molto meglio un balletto o un musical….

pixabay.com
pixabay.com

Eppure questo pomeriggio mi sono ritrovata ad ascoltare alcuni dei brani più classici per i matrimoni, tra cui l’Ave Maria di Schubert, la Sonata Chiaro di Luna di Beethoven, Largo di Händel e chiaramente le varie marce nuziali… e mi sono commossa…

Mi sono immaginata tra 8 mesi esatti, camminare lungo quella navata di quella chiesa, che ha fatto da contorno a momenti felici e momenti di dolore, con il mio fratellone al mio fianco, e il mio amore là in fondo ad aspettarmi, parenti e amici venuti da tutto al mondo intorno a noi… e mi sono emozionata… tanto…

Non vedo l’ora che venga quel giorno… Non vedo l’ora di pronunciare il nostro sì… Non vedo l’ora che cominci il mio futuro con lui…

E nel frattempo lascio che queste noti dolci mi cullino e asciughino le mie lacrime di gioia…

3 thoughts on “Musica, attesa e lacrime

  1. La tua emozione è palpabile Claudia!! Non ho mai vissuto la preparazione di una matrimonio, mi sono sposata due volte [con lo stesso uomo!!] ed entrambe le volte senza programmi.
    Sarà il tuo giorno, sarai bellissima e sarà tutto perfetto!!

    1. Guarda, a volte vorrei scappare e sposarmi solo io e lui, senza tutto il casino, gli obblighi e le tradizioni di un matrimonio in Italia! Però allo stesso tempo vorrei il matrimonio che ho sempre sognato da bambina… non è semplice organizzare le cose da qui, ma faccio del mio meglio e spero che quel giorno sarà come lo abbiamo sempre immaginato!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *