Melbourne… a modo mio!

Sono convinta che una città o la ami o la odi soprattutto sulla base della prima impressione che ti ha fatto… Eppure Melbourne migliora ai miei occhi ogni volta che ci torno… È il terzo weekend che passo in questa città che ho tanto disprezzato durante il mio primo viaggio, e finora sicuramente il migliore. Innanzitutto il tempo ha contribuito e ho potuto godere di 2 giorni di sole e un solo giorno di nuvolo e pioggia. Secondo, ho avuto modo di scoprire angoli finora a me sconosciuti della città (e avrete capito che la cosa mi piace molto). Terzo, sono stata tra amici e dopo la solitudine di Sydney questa novità è senz’altro la benvenuta!

IMG_0566

Durante questo weekend in città sono giunta alla conclusione che Melbourne non è male di per sè, ma non ha quel non so che di speciale che Sydney ha. Melbourne potrebbe essere una qualsiasi città in qualsiasi stato europeo o nord americano. Non ha niente di “australiano”, a mio parere… Ma questa non è necessariamente una brutta cosa. Sicuramente offre molto come città: in Australia è considerata la “capitale culturale” del paese, perché qui succede sempre qualcosa, spettacoli e concerti arrivano sempre prima qui che altrove in Australia, e perché oggettivamente ci sono molti cultural hubs sparsi per la città. Ma Melbourne è una città ‘al chiuso’: sarà per il clima, sarà per cultura, ma la maggior parte della vita sociale qui avviene al chiuso. Che si tratti di ristoranti, teatri, bar o pubs, è indoor che si riuniscono i melbourniani. Al contrario di Sydney, dove tutto avviene all’aperto (grazie anche a un clima più clemente e all’impossibilita di resistere alla bellezza della baia)…

Detto questo, io proprio al chiuso non ci so stare, non in Australia, non quando il tempo me lo consente, e così ho trascinato l’Avvocato in giro per la città prima di venir rinchiusa in un pub per la serata con amici. Prima tappa, OVVIAMENTE, la costa. Melbourne non ha spiagge particolarmente belle, soprattutto se paragonate alle mie zone, ma il mare è sempre mare. E così abbiamo preso il tram fino a Port Melbourne, da dove parte lo Spirit of Tasmania, il traghetto che collega Melbourne all’isola dei diavoletti (la traversata dura 9 ore… perciò a meno che proprio non siate allergici agli aerei, non vi consiglio il traghetto come mezzo di trasporto più efficiente per raggiungere la Tasmania). Da qui ci siamo fatti tutto il lungo mare fino ad Albert Park, che gli esperti riconosceranno come il parco dove si corre il Grand Premio d’Australia! Il parco è ovviamente piuttosto grande, con tanto di campi da golf e lago centrale, che con la città come sfondo mi ricordava un pò Central Park!!!!

IMG_0565

Da Albert Park si arriva al quartiere di St Kilda, dove ci aspettava la nostra seconda tappa: il Luna Park! Curiosità #1: aperto il 13 December 1912, è il più vecchio Luna Park d’Australia ancora funzionante. Curiosità #2: il Luna Park è stato progettato e sviluppato da J D Williams, uno dei fondatori della First National Films che sarebbe poi diventata la Warner Brothers. Curiosità #3: l’attrazione più famosa del parco, la Scenic Railway Roller Coaster, è la più vecchia montagna russa di legno in continua operazione nel mondo e l’unica del suo genere con un frenatore che sta in piedi tutto il tempo nel mezzo del trenino in movimento. Io e l’Avvocato eravamo fortemente tentati dal farci un giro su quel gioiellino, ma dopo aver visto il prezzo (*) abbiamo deciso di lasciare perdere e raggiungere gli amici al pub!

IMG_0564

Ma essendo questa la visita “delle prime volte”, il nostro weekend non è finito qui. Infatti sono finalmente riuscita a fare una sosta alla bellissima Victoria State Library (le due foto a sinistra nel primo collage) – sotto il cui cupolone sarei ben felice di passare le mie giornate da ricercatrice -, e al Royal Exhibition Building. Costruito nel 1880, è proprio qui che si tenne la prima seduta del primo Parlamento australiano, il 9 maggio 1901. Dal 2004 questo bellissimo edificio e i Carlton Gardens che lo circondano fanno parte della lista dei Patrimoni mondiali dell’umanità, il primo edificio australiano ad ottenere questo status.

IMG_0610

Chiaramente una visita a Melbourne non è completa senza un giro sul mitico tram 35, che fa fare gratuitamente il giro della città. Tra le mie tappe preferite c’è sicuramente il Parlamento, così imponente e maestoso. Per fortuna il tram si è fermato qui davanti 10 minuti, così sono potuta scendere a fare qualche foto e a esplorare l’edificio da vicino.

IMG_0612

La mia seconda tappa preferita è invece Federation Square, assolutamente unica nel suo genere, dove strutture e statue moderne e uniche si oppongono a chiese e palazzi storici. Ma la sorpresa più grande di questo weekend melbourniano è stato l’incontro con S. & A. di Sogno Australiano, e con la nostra lettrice E. (una delle mie prime lettrice che non fosse parente o amica). Con S. è stato come se ci conoscessimo già…. Leggiamo i rispettivi blog, ci sentiamo su whazzapp, siamo amiche su facebook… Insomma, il rapporto virtuale già c’era, e questo weekend è diventato reale.

E poi dici virtuale! (cit.)

IMG_0613

E’ stato un bel weekend all’insegna di vecchie amicizie e nuovi incontri, posti già visti e altri appena scoperti, buon caffè e cibo etnico. This is Melbourne… a modo mio!

(*) L’ingresso al Luna Park è gratuito, ma ogni attrazione costa 11$ per adulto.

9 thoughts on “Melbourne… a modo mio!

  1. Nella Melbourne a modo tuo, ritrovo diverse similitudini con la Melbourne di mia sorella. Mi ha fatto piacere leggere di questa città, che spero di conoscere anche io un giorno.
    Bellissimo l’incontro. Credo sia uno degli aspetti più gratificanti del possedere un blog!!

    1. Ma dai, non sapevo tua sorella abitassi qui! Siete proprio sparse in tutto il mondo 🙂 Spero proprio tu abbia la possibilita’ di venire qui prima o poi! Noi ti aspettiamo! Un abbraccio

  2. Next time what about Como House and Rippon Lee owned by the National Trust ? Two houses associated with the opulent times of “Marvellouse Melbourne” back to the 1800s. Third option Woodlands Homestead at Woodlands Historic Park nearby Tullamarine Airport: beautiful house part of Victoria’s Heritage and lots of wild kangaroos grazing all around for You! Werribee Park on the western side of Melbourne, Healesville wild life Sanctuary and Puffing Billy on the other side in the magnificence of The Dandenongs. A step into Sovereign Hill’s streets and you are straight into the goldrush era! With its hundreds of natural and man-made attractions Victoria may offer You stunning ways to delight Your next visit to Melbourne.

  3. Anch’io sono stata a Melbourne la scorsa settimana ma solo per due giorni di passaggio al ritorno da Auckland.
    Sara’ appunto che tornavo da Auckland, che e’ molto tranquilla e silenziosa che Melbourne mi e’ sembrata molto piu’ “grange” rispetto alle altre citta’ australiane. Mi e’ piaciuta anche se non ci vivrei ma soprattutto penso che la usero’ come prolungamento di Adelaide quando mi manchera’ un po’ di vitalita’ e shopping visto che e’ davvero vicina a noi. Pero’ faceva un freddo…ci credo che fanno tutto al chiuso, si gelava!

    1. è sicuramente una città molto vitale, soprattutto se la paragoni ad Adelaide! per il clima è vero, io arrivavo dai 25 gradi di Sydney e non è stato piacevole, ma almeno ho beccato il sole invece che la solita pioggia!

  4. Lo sai che io invece nutro un fascino tremendo per Melbourne?!!! Io sono stata in Australia tantissimi anni fa, ci ho vissuto solo per un paio di mesi, ma Melbourne mi colpì un sacco. Complice anche il fatto che avevamo un’amica australiana che ci ospitò nella sua casa a st. kilda.

    1. Dai? Sicuramente è una città che offre tanto e per molti è la scelta migliore…. Per me al momento no…. Certo, se potessi abitare a St. Kilda sarebbe diverso 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *