Writing for pleasure, writing for a living

La scrittura è sempre stata la mia passione. A scuola eccellevo sempre nei temi, da ragazzina passavo ore a scrivere poesie e racconti, da adolescente mi sfogavo in diari strappalacrime, e infine da neo maggiorenne sono riuscita a far pubblicare il modo primo libro.* Nel frattempo la tecnologia ha fatto passi da gigante, e così ho potuto abbandonare tutte quelle agende trasformate in diari, e trovare sfogo in un blog online, che posso progettare e  plasmare a seconda delle voglie del momento. E così a 24 sono diventata una “blogger” – una categoria e “professione” molto in voga al momento. Pare che siamo proprio in tanti ad avere qualcosa da dire, e, cosa ancora più sorprendente, pare che ci siano altrettante persone interessate a leggerci. Infine a 26 anni sono diventata ricercatrice e la scrittura è finalmente diventata in qualche modo il mio mestiere. Certo, non nel modo in cui vorrei, non con l’obiettivo che sogno da una vita, ** ma è pur sempre la mia occupazione del momento.

unsplash.com
unsplash.com

Scrivo per piacere e scrivo per dovere.
Scrivo di gioie e scrivo di tragedie.
Scrivo di posti che conosco come le mie tasche e scrivo di posti che probabilmente non vedrò mai.
Scrivo di chi popola i miei sogni e scrivo di chi infesta i miei incubi.
Scrivo per raccontare di me e scrivo di tutt’altro che me.
Scrivo in un diario personale e scrivo in un giornale accademico.
Scrivo quanto voglio e scrivo con limiti precisi.
Scrivo come mi viene più spontaneo e scrivo come dettano i canoni accademici.
Scrivo per gratificare me stessa e scrivo per compiacere prestigiosi professori.
Scrivo a chi sa già tutto e scrivo a chi non sa niente.

unsplash.com
unsplash.com

L’importante è che io scriva, sempre e comunque.
Perché la scrittura è una della poche costanti della mia vita.
E allora buon 3 compleanno (anche se con qualche settimana di ritardo) mio caro blog!

Sono contenta di averti nella mia vita!

unsplash.com
unsplash.com

* che probabilmente nessuno ha mai letto a parte i miei familiari e amici più stretti! ma tant’è… Almeno ho un libro pubblicato con il mio nome!
** cosa sogno? Di scrivere un altro libro che qualcuno leggerá e di diventare una travel blogger… O, ancora meglio, di scrivere un libro di viaggio… Il mio mito? Bill Bryson…

14 thoughts on “Writing for pleasure, writing for a living

  1. Travel blogger è il sogno e assieme la pubblicazione di un libro di viaggi. L’utile al dilettevole, insomma, ed è un sogno che appartiene anche a me, quindi ti capisco. Sii ottimista ragazza, che non è mai troppo tardi! 🙂

    1. Temo proprio di no… la casa editrice deve essere fallita anni fa, e su amazon e company risulta ‘non disponibile’… Forse ho una copia elettronica sul mio vecchio pc pero’!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *