Contributi

Forse vi ricorderete la mia ultima brutta esperienza con i datori di lavoro italiani. E forse vi ricorderete anche che già in passato avevo preso provvedimenti per tutelarmi da chi si voleva approfittare di me. Ebbene sì, ce l’ho fatta anche questa volta. O per lo meno, il primo capitolo si è chiuso, con il pagamento dei contributi.

E già che ci siamo, faccio una piccola digressione su questo argomento, che magari potrà interessare i neo arrivati in Australia o chi sta pensando a un’esperienza lavorativa quaggiù. Indipendentemente dal tipo di contratto che avete (casual, part time o full time), indipendentemente dal visto con cui siete qui (sempre ammesso che voi possiate lavorare in regola), il vostro datore di lavoro è tenuto per legge a pagarvi i contributi, che qui si chiama superannuation. Dal 1 luglio 2014 vi spetta il 9.5% del vostro salario lordo orario come superannuation, se avete guadagnato almeno 450$ lordi nel mese (cioè, se un mese lavorate meno di quella cifra, per quel mese non verrete pagati i contributi). Il datore di lavoro deve pagare i contributi ogni quadrimestre in un fondo da voi scelto, o, in assenza di questo, in uno da lui scelto. Tutto qua. Per maggiori informazioni, vi rimando al sito dell’ATO.

2 thoughts on “Contributi

  1. Grazie mille per questo articolo, mi ero persa le tue esperienze con italiani 🙂

    p.s. guarda che non appena scendiamo a sidney (credo verso gennaio!) ti contatto 😉

    1. purtroppo non ho avuto belle esperienze… e per questo ora sono molto diffidente dagli italiani qui! assolutamente, non vedo l’ora di conoscerti di persona!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *