Ricetta pasquale: costolette di agnello impanate

Volente o dolente, da quando vivo fuori casa devo provvedere al mio sostentamento. In casa mia non c’è mai stata troppo la cultura dei pasti lunghi ed elaborati, per lo meno in settimana. Con due genitori che hanno sempre lavorato fino a tardi, la cena è sempre stata un affare semplice, una pasta o una bistecca facevano il loro dovere. Idem per le mie nonne: entrambe hanno sempre lavorato in negozio e questo ha inciso non poco sulla loro disponibilità a cucinare manicaretti prelibati dopo il lavoro. Vorrei poter dire di aver passato la mia infanzia a osservare la mia mamma o la mia nonna cucinare per ore e ore, ma così non è stato. Da mia mamma ho imparato qualche piatto, che faccio e rifaccio, di soluto con successo, ma per il resto ho dovuto imparare da me.

Con un fidanzato abituato a mangiare un piatto diverso ogni sera (grazie cara suocera per quella bella abitudine… se gli avessi insegnato a rifarsi il letto sarebbe stato più utile!) non ho potuto accontentarmi di quei due o tre piatti che sapevo fare ad occhi chiusi. Ho dovuto, ahimè, mettermi a sgobbare. La mia preparazione cena funziona così: vado al supermercato nel weekend e compro più o meno qualsiasi cosa sia in offerta nel reparto carne o pesce (ancora meglio se è in super sconto perché sta per scadere), senza preoccuparmi di cosa farci. Giornalmente faccio un viaggio nel mio freezer, decido cosa sacrificare quella sera e poi navigo il web in cerca di ispirazione. Per adesso ha quasi sempre funzionato. L’Avvocato non sa quasi mai cosa lo aspetterà per cena, io ho scoperto/inventato tantissime ricette nuove, e i nostri palati/pance non si annoiano mai. Devo dire che sono piuttosto soddisfatta di questo mio aspetto da cuoca!

Ieri sera ad esempio ho cucinato i Lamb Loin Chops, ovvero le costolette d’agnello. Molto pasquale, vero? Di solito faccio quelle di maiale, ma quelli di agnello penso di non averle mai fatti. Ho trovato qualche ricetta su internet, ma nessuna mi convinceva a pieno, e così l’ho modificata a MODO MIO. Invece che usare il classico uovo per la panatura, ho deciso di usare il miele, che rende la carne leggermente dolce e diversa. Io le ho cotte in forno per evitare di doverle friggere, ma potete cuocerle come meglio vi pare. Il risultato: approvato al 100%! Eccovi la mia ricetta:

Ingredienti (per 2 persone):

  • 4 costolette d’agnello
  • Miele
  • Pangrattato
  • Sale e pepe q.b.
  • 1 rametto di rosmarino tritato

Procedura:

Preriscaldate il forno a 180°C. In una ciotola o una fondina versare il pangrattato, sale, pepe e rosmarino. Mescolate bene gli ingredienti per ottenere una panatura omogenea. Cospargere le costolette con un po’ di miele. Non è necessario abbondare, è sufficiente che tutta la carne sia ricoperta. Ad una ad una intingete le costolette nel composto di pangrattato e premete bene, in modo da ottenere una panatura uniforme per tutte le costolette. Quando avrete finito con tutte le costolette, ponetele in una teglia ricoperta con carta da forno. Cuocete in forno per circa 20/30 minuti (a seconda dello spessore della carne e dei vostri gusti), girando la carne a metà cottura. Servite con verdure di contorno.

Eccovi il risultato finale (la foto non è la mia ma il risultato è esattamente lo stesso):

http://blog.giallozafferano.it/loti64/costine-di-agnello-impanate-nel-pane-aromatizzato/
http://blog.giallozafferano.it/loti64/costine-di-agnello-impanate-nel-pane-aromatizzato/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *