Mi sento un pò australiana quando…

Ho preso spunto da un post delle mitiche Mimma e Drusilla per questa mia riflessione. Se loro raccontavano cosa le faceva sentire kuwaite, io voglio raccontare cosa e quando mi sento un pò australiana, come quando:

  • bevo un cappuccino in tarda mattinata, o dopo pranzo, o nel pomeriggio…
  • guido e vado in bici senza problemi a sinistra…
  • i miei pasti si sono ridotti al “piatto unico” (anche se ancora non sono arrivata a mangiare la pasta con contorno nello stesso piatto)…
  • metto la crema solare anche solo per camminare 10 minuti sotto il sole…
  • camminando, sto sempre dal lato sinistro del marciapiede, e se devo sorpassare qualcuno, lo faccio a destra…
  • una cena al ristorante comporta sempre avanzi da portare a casa…
  • non è un problema cominciare a bere alle 3 del pomeriggio…
  • faccio la spesa e lascio che la cassiera mi imbusti tutti i miei acquisti…
  • anche per un solo caffè pago con la carta…
  • vado a mangiare in un ristorante e mi porto il vino da casa…
  • è normale prendere un taxi per tornare a casa dopo una serata fuori…
  • faccio la pipì prima di andare al cinema, perchè non c’è l’intervallo…
  • pagare 3 dollari per un caffè è pochissimo, 3.50 è normale ma 4 è troppo caro…
  • l’idea di farmi un’ora sui mezzi pubblici per arrivare in centro mi sembra assurda…
  • una cena dopo le 8 non è minimamente contemplabile…
  • ma soprattutto, ho smesso di pronunciare il mio nome correttamente, preferendo la pronuncia australiana (che suona tipo CLODIA)…

Per fortuna però sono molte di più le cose per cui mi sento ancora italiana!

0 thoughts on “Mi sento un pò australiana quando…

  1. Non so di preciso, ma come negli USA penso che sia in parte dovuto al fatto che il cibo l'hai pagato, quindi è giusto che ti mangi/porti via tutto. E in parte forse per evitare sprechi. Comunque diciamo che anche qui in un ristorante di lusso non chiedo di portarmi via gli avanzi…

  2. fantastico….io adoro scoprire qs cose…fanno capire un sacco di cose. Non so quel'è la mia preferita, se che ti porti il vino da casa o la pronuncia del nome. bellissimo post
    Claudia lo sai che su fb c'è un gruppo che si chiama italian expat blogger? vieni anche tu

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *