Febbre da matrimonio

Mi sono assolutamente fatta prendere la mano… anche se il gran giorno è ancora lontano (in verità ancora non abbiamo neanche la data), non passa giorno (o meglio ora) senza che non pensi al matrimonio che verrà. Purtroppo, data la distanza, non posso dedicarmi ai preparativi in senso pratico, almeno non ancora, ma passo ore e ore su internet, su siti, forum, blog, a farmi una cultura su tutto quello che devo sapere per questo evento così importante.

Logicamente, più mi informo e più mi vengono i dubbi… Al momento i miei quesiti principali sono tre:

  • wedding planner sì o no? 
    • = avrei una persona di riferimento che mi aiuti a gestire il tutto da qui, senza pesare più di tanto su mamma e amiche, che coordini l’evento e che, il giorno del matrimonio, si assicuri che tutto avvenga senza intoppi, salvando a me la fatica di coordinare tutti i fornitori.
    • No = nonostante non mi scocci fare affidamento su un’altra persona, so che alla fine voglio fare le cose a modo mio. Non riuscirei mai a stare con le mani in mano ad aspettare che il planner mi presenti le varie proposte… e se quindi perderò comunque tempo a fare ricerca, allora cosa la prendo a fare questa persona? E poi onestamente, spendere 1000-2000€ in questo modo, mi scoccia parecchio.
  •  villa + catering o agriturismo con cucina interna?
    • Catering =  è più facile modellare il ricevimento a mio piacimento. Il catering mi permetterebbe di evitare le ore al tavolo, e creare un’atmosfera più rilassata e sociale. Inoltre i catering sono abituati a servire grandi numeri di persone contemporaneamente.
    • Cucina interna = in teoria maggiore garanzia di freschezza, i piatti dovrebbero essere tutti cucinati al momento. Se opto per un agriturismo che sia anche azienda agricola, so che i prodotti sono freschi.
  • cerimonia civile in Italia o in Australia?
    • Italia = farei una sola cerimonia, sia religiosa che civile e basta. Evito di dover organizzare la cerimonia + festa anche qui in Australia. Se è difficle organizzare un matrimonio, figuriamoci due! Raddoppiano stress e spese!
    • Australia = dalle prime informazioni che ho raccolto su internet, affinchè il matrimonio in Italia abbia anche valenza civile, io e l’Avvocato dobbiamo fornire un bel pò di documenti. Siccome lui è cittadino australiano e io a quel punto avrò la residenza permanente in Australia, le cose si complicano parecchio. Ci sono documenti aggiuntivi da richiedere ai consolati, che hanno validità solo di 6 mesi, ecc. Facendo la cerimonia civile in Australia, in Italia dovremmo fare solo quella religiosa, per cui i documenti non sono un problema.

Voi che mi consigliate?

0 thoughts on “Febbre da matrimonio

  1. Cara Claudia,

    Prima di tutto, congratulazioni!
    Non avendo ancora pensato ad organizzare il mio matrimonio, non posso raccontarti la mia esperienza personale, per cui la mia opinione si basa sui matrimoni a cui ho partecipato di recente!

    1) Wedding Planner- dopo che la sorella del mio compagno ha letteralmente fatto impazzire tutta la cerchia dei famigliari piu' stretti durante l'organizzazione del suo matrimonio, ti suggerisco di ricorrere a un wedding planner se rientra nel tuo budget. Organizzare il tutto per conto tuo e' estremamente faticoso, soprattutto se sia tu che il tuo groom-to-be lavorate/studiate a tempo pieno.
    2) Villa e catering e' di sicuro un opzione piu' classica, ma un agriturismo ha un fascino particolare. Sei mai stata nella Yarra Valley nel Victoria? Le vinerie locali rivaleggiano la campagna della Toscana! La maggior parte degli agriturismi ospita wedding receptions regolarmente, per cui non credo tu ti debba preoccupare della qualita' del servizio.
    3) Credo che la scelta del luogo dove ospitare la cerimonia non debba essere dettata da quanto sia facile ottenere documenti. Prima di tutto, chiediti cosa tu e Sam vorreste davvero fare; a livello emotivo piu' che pratico/economico. Poi cercherei di compilare una bella lista degli ospiti, e successivamente decidere chi sia disposto ad attraversare mezzo mondo per partecipare all'evento. Ad esempio, ci sono dei parenti/amici a cui tu o Sam siete particolarmente legati e che non possono/vogliono viaggiare?
    Ovviamente questa e' solo la mia opinione!

    Buona fortuna, e soprattutto divertiti ad organizzare il tutto!

    Elena x

  2. Ciao Elena,
    il matrimonio principale sarà sicuramente in Italia. Perciò la ricerca dell'agriturismo, ecc è legata all'Italia. Se qui faremo una cerimonia, sarà una cosa piccola qui a Sydney.
    Circa metà degli invitati verrranno dall'Australia, USA e altri paese d'Europa. Chiaramente a noi farebbe piacere che riuscissero a venire tutti, ma non ce la prenderemo sicuramente se qualcuno non potrà permettersi di fare il viaggio!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *