Primo matrimonio in famiglia

Adoro i matrimoni… Sarò pure un’inguaribile romantica, ma per me il giorno in cui due persone si impegnano davanti a famiglia e amici (oltre che alla legge e a Dio se il matrimonio è religioso) di amarsi e onorarsi per il resto della loro vita, è un giorno carico di magia.
Quando poi il matrimonio è tra due persone che sono praticamente famiglia per me, tutto questo assume ancora più importanza. R. (sorella dell’Avvocato) e S. ieri sono ufficialmente diventati marito e moglie. Dopo 5 anni insieme, dopo aver vissuto a Londra e poi essersi trasferiti ad Adelaide, dopo aver comprato un rudere con grandi sogni per il futuro, dopo un anno e mezzo di preparativi, ieri hanno finalmente coronato il loro sogno.
È stata una giornata molto lunga, cominciata molto presto con l’arrivo della sposa e delle damigelle a casa dei suoi genitori (dove stavamo io e l’Avvocato, oltre ad altri 8 parenti) per prepararsi. La mattina è volata via tra trucco, parrucco, foto e consegne dell’ultimo minuto. La sposa era sorprendentemente tranquilla, mentre lo sposo un po’ più agitato di quello che mi sarei aspettata. Le ragazze erano assolutamente perfette, la sposa immensamente bella. La cerimonia si è tenuta in un parco molto bello, accanto a un laghetto e a un giardino roccioso. Tutto il lavoro di preparazione di noi fratelli e sorelle ha decisamente pagato: il luogo era perfetto, romantico e semplice come volevano gli sposi. L’espressione di S. quando ha visto arrivare la sua R. in fondo alla navata non aveva paragone: uno sguardo di puro amore e dedizione, così puro e sincero…
 
La funzione si è svolta senza intoppi… ma chiaramente non poteva mancare la gaffe del nome sbagliato… povero S.!!!! Non è stata propriamente colpa sua: R. ha 4 nomi e cercando di ricordarseli tutti lui si è dimenticato il primo!!!! Diciamo che ha sicuramente rotto la tensione, fornito un aneddoto per gli anni a venire e fatto piangere dalle lacrime il padre della sposa per il resto della cerimonia!!!!!
Il ricevimento si è tenuto in un ristorante lungo il fiume, in una sala bellissima, arredata con gran gusto da R.: bianco e nero erano il tema scelto e dominavano i tavoli e le decorazioni. L’Avvocato è stato scelto dagli sposi per fare il responsabile della cerimonia, ed è stato un continuo su e giù tra il tavolo e il microfono. Ma è filato tutto liscio, senza intoppi né problemi. I discorsi dei testimoni sono stati divertenti e coinvolgenti, ma niente a che vedere con quello del padre della sposa, che ha fatto morire dalle risate l’intera sala. E che dire di quello di S.: non penso ci fosse una sola persona che non avesse pianto durante e dopo il discorso!
Purtroppo il lancio del bouquet e della giarrettiera non hanno favorito me e l’Avvocato, ma non importa!!!!
Questa giornata non avrebbe potuto essere più perfetta di così! Sono estremamente felice di avere queste due persone così speciali nella mia vita e nella mia famiglia (anche se ancora non ufficialmente). R., sei la sorella che ho sempre desiderato. S., sei un fratello e un amico, e una delle persone con il cuore più grande e puro che conosca! Vi auguro una vita di felicità e amore insieme e non vedo l’ora di vedere la vostra famiglia crescere nei prossimi anni!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *