I Norwood Bears si preparano alle Olimpiadi

La squadra di pallavolo maschile australiana parteciperà alle Olimpiadi di Londra, dopo una vittoria schiacciante contro la Cina a giugno. Nonostante fosse una delle squadre con meno esperienza nel torneo di selezione qualificazione per i giochi olimpici, gli australiani guidati dal coach Jon Uriarte hanno vinto 3 a 0 contro i cinesi; prima dei cinesi, lo stesso destino era toccato al Venezuela, Porto Rico, Iran e Corea. 

Questa sarà la terza volta che la squadra di pallavolo maschile australiana (non di beach volley) parteciperà alle Olimpiadi, dopo il suo debutto nel 2000 e l’apparizione ai giochi di Atene nel 2004.
 
La communità pallavolistica del Sud Australia è molto ben rappresentata nella squadra, con Aden Tutton, Nathan Roberts, Greg Sukachev e  Harrison Peacock, che ha cominciato con i Norwood Bears. Ho avuto la fortuna di conoscere Harrison durante un suo recente viaggio ad Adelaide e cena con i Bears, e devo dire che oltre ad essere un ottimo alzatore, è anche un ragazzo molto semplice e socievole.
 
Ieri sera il club ha pensato di festeggiare le prossime Olimpiadi e la partecipazione ai giochi di “uno dei nostri” con una serata a tema al nostro pub. In Australia hanno la passione per i travestimenti e le feste a tema, e infatti la partecipazione alla serata dei Bears è stata degna di nota. 
 
 
 
In palio per il miglior costume – oltre che per il miglior giocatore per squadra – c’era un voucher di 15$ per il pub. La maggior parte delle ragazze hanno optato per la scelta facile, giocatrice di tennis o pattinatrice sul ghiaccio, mentre i ragazzi erano per la maggior parte vestiti da giocatori di tennis o cricket. Tra i vestiti più innovativi c’era un ragazzo travestito da torcia olimpica e i vincitori della gara: la squadra giamaicana di slittino.
 
 
 
Che posso dire, quando ci si mettono questi australiani vanno davvero in fondo alle cose. Io e Sam per contro abbiamo optato per un look più subdolo e ricercato. Secondo voi da cosa eravamo vestiti? Se guardate attentamente, sono sicura che non sarà difficile. Io ero vestita da cavallerizza di dressage, mentre Sam da canottiere.
E allora in bocca al lupo sia all’Australia che all’Italia alle Olimpiadi!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *