Prima visita dall’Italia

Finalmente, dopo 9 mesi dal mio arrivo in Australia, senza un amico o un confidente a parte l’Avvocato, ho potuto assaporare la gioia di avere di nuovo un’amica con cui chiacchierare di sciocchezze e di cose importanti, con cui ridere e fare gossip, e a cui far vedere in giro il piccolo mondo in cui vivo.
Ele è arrivata martedì sera, dopo qualche giorno a Melbourne e due giorni di viaggio lungo la Great Ocean Road. Rivederla e riabbracciarla è stato bello come sempre, come tutte le volte che ci siamo viste durante l’erasmus a Grenoble e negli anni a seguire in Italia, forse ancora di più perché era un sacco di tempo che non ci vedevamo.
Purtroppo, nonostante avessi preso martedì e mercoledì di riposo dalla panetteria, dovevo lavorare al centro mercoledì mattina e tutto il giorno giovedì. Ma per fortuna l’Avvocato era ancora a casa dal lavoro e quindi ha potuto prendersi cura di Ele mentre io ero al lavoro. Mercoledì dopo pranzo siamo andati tutti e tre a Cleland Wildlife Park (dove io e l’Avvocato eravamo andati 3 anni fa, la prima volta che sono venuta in Australia), un parco safari dove si può passeggiare tra canguri ed emù e dargli da mangiare. Nonostante il tempo non fosse dei migliori, ci siamo divertiti un sacco e ci siamo fatti tanti piccoli amici.
Abbiamo dato da mangiare ai canguri e ai wollabies, abbiamo guardato i guardiani dare da mangiare ai dingo e ai pellicani e abbiamo accarezzato un koala. Dopo Cleland siamo saliti a Mt Lofty in modo che Ele potesse godere della vista sulla città e poi mi hanno riaccompagnato al centro, dove ho dovuto lavorare per un altro paio d’ore.
Giovedì ho lavorato tutto il giorno, ma sono riuscita a incontrarmi con l’Avvocato & Ele per pranzo. Siamo andati in una bakery aperta 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, famosa per il “pie floater” un piatto tipico di Adelaide, che consiste in una pie a testa in giù in una zuppa di piselli. Molto buona e perfetta in un giorno freddo come giovedì. Dopo un altro pomeriggio di lavoro, mentre l’Avvocato faceva vedere ad Ele la città, ci siamo incontrati per cena e siamo andati nel nostro ristorante tailandese preferito. Dopo di che era ora di un pò salsa!
Venerdì mattina l’Avvocato è partito per Melbourne, per la prima gara nazionale di scherma dell’anno. Weekend perfetto: lui poteva andare a divertirsi, e io avevo la scusa per restare ad Adelaide e dedicarmi un pò alla mia amica senza la distrazione del lavoro. Purtroppo il tempo continuava a non essere dei migliori, e per quel giorno avevamo in programma una gita in spiaggia. Ci siamo fatte coraggio e siamo andate a Glenelg lo stesso, nonostante il vento e la pioggia. Chiaramente eravamo le uniche persone in giro, a parte un paio di surfisti in mare. Dopo una cioccolata perfetta per l’inverno, per fortuna il sole ci ha fatto il favore di uscire per un pò e abbiamo potuto fare due passi su lungo mare in relativo tepore.
Per sabato avevamo in programma una gita a McLaren Vale, una delle valle vinicole intorno ad Adelaide. La suocera si era offerta di accompagnarci e per fortuna abbiamo evitato la pioggia, nonostante sia venuto caldo solo nel pomeriggio. La mattina ci siamo fermate a un mercato ortofrutticolo a Willunga e poi abbiamo proseguito fino a Normanville, dove abbiamo pranzato con fish & chips. Nel pomeriggio ci siamo date alle cantine e all’assaggio di vino. La prima fermata è stata la cantina Cariole, un posto perfetto per cerimonie e pranzi di famiglia. Da li ci siamo spostate alla cantina Rosemount, dove abbiamo assaggiato 3 bianchi alla frutta fantastici. L’ultima tappa è stata a d’Arenberg, dove mi sono innamorata di due bianchi da dolce sciroppati. Semplicemente squisiti! E’ stata una giornata lunga ma sono molto contenta e grata che la suocera abbia voluto accompagnarci, perchè è stata davvero una bella gita!
Domenica era il turno del suocero di portarci in giro. Nel pomeriggio siamo infatti andati a Port Adelaide, perchè al museo marittimo c’era una mostra per i 100 anni dal naufragio del Titanic e Paul è sempre stato un appassionato di quella storia. La mostra era interessante, ma come due bambine, io ed Ele ci siamo divertite di più a esplorare la nave vera dentro il museo! La giornata era fantastica, finalmente sembrava di essere di nuovo in primavera e abbiamo potuto fare due passi lungo il fiume godendoci il sole. Prima di tornare a casa il suocero ha voluto fare un giro in macchina fino a Outer Harbour e lungo Semaphore, una cittadina lungo il mare molto bella e come se ne trovano tante in questa zona. Il mio weekend poi si è concluso come sempre con 3 ore di allenamento!
Lunedì ho lavorato tutto il giorno, e martedì mattina Ele aveva il volo per Sydney e quindi io e l’Avvocato l’abbiamo accompagnata all’aereoporto. E’ stata una settimana molto bella e sono stata davvero contenta di avere avuto Ele qui. E’ stata una bella novità avere qualcuno con cui chiaccherare che non fosse l’Avvocato o la sua famiglia, e soprattuto che fosse qualcuno che facesse già parte della mia vita prima di venire qui in Australia.
Grazie per avermi tenuto compagnia questa settimana Ele! Mi manchi già e non vedo l’ora che torni tra qualche mese! Ti voglio bene, amica.

0 thoughts on “Prima visita dall’Italia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *