Che strada prendere?

Settimane di decisioni intense da prendere… Se da un lato infatti, Sam sta ancora aspettando di avere notizie da un suo mentore di Sydney, un pezzo grosso tra gli avvocati, che gli ha promesso di inoltrare il suo curriculum tra i suoi contatti, in modo da garantirgli, se non un lavoro, per lo meno qualche colloquio; dall’altro io ho cominciato la formazione per diventare manager. Alla fine, Sam ha avuto un contratto per uno stage (ben pagato) in uno studio legale qui ad Adelaide, per il mese di febbraio, perciò è sicuro che fino a inizio marzo saremo qui, e quindi quando il proprietario della Bakehouse mi ha chiesto quali erano i miei piani per i prossimi mesi, gli ho detto che fino a marzo posso lavorare per loro…. sempre che il governo mi permetta di lavorare quei 43 giorni extra, dopo la scadenza dei miei primi 6 mesi di lavoro…

Dopo di che non si sa… E da qualche settimana ormai ho preso in considerazione l’idea di fare un dottorato di ricerca con l’Università di Sydney (che si reputa l’università più prestigiosa dell’emisfero meridionale), in caso non trovi altro lavoro. Non so ancora di preciso dove cercherò lavoro, presumo in qualche organizzazione internazionale, anche se per ora non ci sono posti liberi. Penso di fare richiesta per uno stage (ahimè non pagato) presso l’Unicef di Sydney: si tratterebbe solo di un paio di giorni a settimana per 4 mesi. In questo modo potrei fare esperienza nel mio campo, conoscere i contatti giusti, e nel frattempo avere un lavoro part-time, o fare il mio dottorato di ricerca. Per il momento sto lavorando alla proposta di ricerca che devo mandare all’università per essere presa in considerazione… se mi accettassero, allora dovrei fare richiesta per una borsa di studio, il mio solo mezzo per potermi permettere il dottorato…..
Dubbi, perplessità e incertezze….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *