Casa dolce casa

Finalmente, dopo un mese dalla firma del contratto, dopo 2 mesi dal mio arrivo in Australia, dopo 2 anni e 8 mesi (ufficiali) di storia con l’Avvocato, finalmente si è avverata la prima parte del nostro sogno e siamo andati a vivere insieme. L’emozione per me è stata molto forte, anche perché io la casa non l’avevo mai vista, e quindi c’era anche questa sorpresa. In questo mese ho avuto mille domande per l’Avvocato sulla casa, ma essendo uomo, ed essendo stato nella casa solo per 5 minuti una volta soltanto, le sue risposte non erano molte. E così è stata una sorpresa al 100% vederla per la prima volta. E ne sono rimasta contenta. Qui in Australia le case vengono affittate al 99% non arredate, a parte a volte la cucina e magari armadi a muro. Nel nostro caso c’era già parte della cucina e un armadio a muro nella camera principale.
La cucina è la parte che mi piace meno della casa; è vecchia, mezza scassata, ma cercheremo di farcela andare bene. C’è un cucinino con forno, lavandino e sotto dei mobiletti, mentre dall’altra parte delle mensole con mobiletti sotto. Su gumtree avevamo comprato un frigo per $30 che funziona senza problemi, e dai genitori di Sam abbiamo avuto un tavolo e sedie. Parte della nostra cucina sono anche le varie piantine che stiamo cercando di far crescere prima di piantarle: pomodori, carote, zucchine e prezzemolo. E così la cucina è completa
La sala è spaziosa, anche perché non abbiamo molto da metterci dentro. I genitori dell’Avvocato ci hanno dato un loro vecchio divano a due posti, con qualche strappo, ma noi non ci formalizziamo. Da alcuni amici stasera abbiamo avuto una vecchia tele, e con lo stereo dell’Avvocato, il Nintendo 64 di suo fratello e i nostri computer è tutto quello che abbiamo per intrattenerci la sera. A parte due librerie, la sala finisce qui.
Ci sono due camere da letto. In quella principale c’era già l’armadio a muro, a due ante, e con una parte centrale, ma non c’era molto dentro. Solo una barra per appendere le cose e una mensola sopra per le coperte, ecc. Purtroppo non ci sono cassetti o altre mensole interne per mettere la biancheria e le maglie, quindi dovremo comprare degli scompartimenti, tipo Ikea, da mettere nell’armadio. Tra l’armadio e la finestra poi c’è un’area trucco molto carina, che temo userò poco, ma è carina lo stesso. Con il letto matrimoniale di Sam e un paio di comodini che prima o poi prenderemo la camera è completa. Unico lato negativo è che qui non usano le tapparelle o persiane, ma solo gli scuri, e la camera ha un’intera parete di finestre e gli scuri non coprono la parte superiore… il che vuol dire che appena sorge il sole la camera è molto luminosa e né io né l’Avvocato riusciamo a dormire con la luce… altro problemino che risolveremo a breve…
L’altra camera è leggermente più piccola di quella matrimoniale, ma è comunque molto spaziosa, e per il momento contiene la scrivania dell’Avvocato, il nostro strider e tutte le cose che non sappiamo dove mettere. Per il momento è anche sede della birreria casalinga, come è molto comune qui: l’alcool è molto tassato e quindi costa tanto uscire a bere, e siccome le nostre risorse sono limitate, in questo modo risparmierebbe un sacco, perché gli costerebbe tipo 50 centesimi a litro. La casa purtroppo non ha uno sgabuzzino o un posto del genere, quindi questa seconda stanza servirà un po’ come ripostiglio temo.
Il bagno è molto essenziale e, come la cucina, essendo già qui quando siamo arrivati, non mi fa impazzire. Abbiamo dovuto comprare le tende per la doccia, e come in tutti questi tipi di doccia, ti fa impazzire il fatto che la tenda ti si appiccichi addosso quando ti lavi, con conseguente uscita di acqua da tutte le parti. Tra l’altro non c’è assolutamente nessun tipo di ripiano o mobiletto, quindi dovremo provvedere a comprare qualcosa anche per il bagno.
Sul retro c’è una striscia di terra, e il nostro piano è far crescere patate, pomodori e qualche erba. Abbiamo già cominciato a lavorare le patate, lasciandole al sole e alla luce per farle germogliare. Davanti non c’è niente, solo un grosso albero che domani vengono a potare. Per fortuna il nostro appartamentino è il 5 dalla strada, quindi è molto molto tranquillo. Si sentono solo gli uccelli e le galline della casa di fianco.
Questa è la nostra casettina, il nostro nido d’amore per i prossimi 6 mesi e noi ne siamo molto contenti.

0 thoughts on “Casa dolce casa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *