Dura vita al bar

Se chiedi a chiunque desideri lavorare in un bar o comunque a stretto contatto con i clienti perché lo voglia fare, nel 99% dei casi ti risponderà: “Perché mi piace lavorare con le persone” o altre balle del genere. Sicuramente è bello incontrare sempre persone nuove e affezionarsi ai clienti abituali, ma nessuno ti racconta delle madri piene di soldi che ti guardano dall’alto al basso, comprano metà negozio e ti trattano come una semplice cameriera che sa a malapena fare 2 + 2; dei bambini che corrono in giro per il bar, urlano e piangono così forte che non si riesce neanche a parlare; dei vecchietti a cui non va mai bene niente, perché il caffè è sempre troppo caldo, o troppo freddo, troppo forte o troppo dolce; delle colleghe che non fanno assolutamente niente, stanno nel retro a mandare messaggi, mentre io servo clienti, pulisco e sistemo il bar prima della chiusura; e soprattutto, nessuno considera quanto possa essere fisicamente stancante lavorare 6 giorni la settimana, di cui 4 a chiusura, il che vuol dire trasportare un sacco di pesi, sacchi dell’immondizia, tavoli, sedie e ombrelloni, oltre ovviamente a spazzare e lavare per terra… soprattutto quando dopo questi 6 giorni massacranti, si ha un solo giorno e mezzo per fare una spesa colossale per la nuova casa e preparare tutto quanto al trasloco… prima che arrivi lunedì (e un’altra settimana di lavoro), e inizi l’avventura vera del trasloco!
Ps: ci sono sicuramente momenti piacevoli nel lavorare in un bar. Ad esempio, ci sono 2 vecchietti che vengono a prendere un cappuccino ogni giorno: uno ha 96 anni e ha fatto parte delle forze aeree australiane nella seconda guerra mondiale ed è ancora arzillo e sveglissimo.
Poi ci sono i bimbi bellissimi, che guardano affascinati la vetrina con le meringhe a forma di animali, e siedono tranquilli sui divanetti e ti abbracciano prima di andare via.
 

Ci sono momenti in cui sono contenta di questo lavoro (soprattutto quando mi pagano), ma non è sicuramente una passeggiata come credono tutti…

0 thoughts on “Dura vita al bar

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *